0

Ambizioni commerciali per il VEGA.

Il 2016 sarà un anno denso di impegni per il lanciatore VEGA.
Vi sarà l’invio in orbita del  satellite peruviano di osservazione della Terra PeruSat 1, e di quattro payload per la società Skybox Imagine che si occupa della fornitura di immagini per il telerilevamento ad uso commerciale.
Alla fine del 2016 è in programma infine il lancio del  satellite Gokturk 1 turco di osservazione della Terra
Insomma vi sarà una frenetica attività commerciale per ELV( società partecipata dal gruppo AVIO ed ASI).
Si consolida dunque il ruolo italiano nei lanciatori grazie alla società Avio di Colleferro.
Avremmo dunque tutte le carte in regola per puntare anche al direttorato dei lanciatori in ESA?
0

Espansioni di mercato per il lanciatore Vega.

E’ vero che l’ASI e le sue società partecipate si trovano in una difficile situazione a causa dell’inchiesta giudiziarie che ha investito soprattutto ASI e CIRA.
E’ acnhe vero tuttavia che ASI e ELV responsabile per il lanciatore Vega potrebbero darsi da fare per approfondire se vi possono essere ipotesi di mercato in USA per l’utiizzazione del piccolo lanciatore vanto ed orgoglio di Avio Spazio e dell’Italia.
In tal senso potrebbe essere definito un accordo con la NASA
Potrebbe non essere un’idea peregrina anche sulla scorta di quanto sta facendo il CNES che sta esplorando il mercato USA civile e militare per l’utilizzazione del vettore Ariane.
Ma quali sono i gradi di libertà per l’Italia che ha finanziato in modo consistente il Vega?
0

Gli assetti di vertice delle società partecipate dell’ASI: un vero intreccio di potere?

Il terremoto giudiziario che si è abbattuto sull’ASI dovrebbe avere riflessi anche sulle società partecipate (e Geos, ASITEL, ELV, Altec, CIRA e Geosat).
Del CIRA ne parliamo spesso e come tutti sanno nulla è accaduto, malgrado il suo Presidente  sembra sia ancora  agli  arresti domiciliari.
Si rammenta che:
ASITEl ha come Presidente Marco Airaghi decaduto dal CDA dell’ASI.
Altec ha come Presidente Fausto Perri ex presidente di e Geos,
e -Geos ha come Presidente  Nazareno Mandolesi decaduto dal CDA dell’ASI ed ancora Carlo Bonifazi  designato componente CDA  secondo delibera del 30 novembre 2012 del CDA dell’ASI
ELV ha come consigliere d’amministazione Fabio d’Amico dipendente dell’ASI.
Va precisato altresì che per la maggioranza delle società partecipate le nomine sono state deliberate dal decaduto CDA dell’ASI sulla base di selezioni che hanno visto come presidente del comitato di valutazione Mariano Bizzarri presidente del comitato scientifico dell’ASI anche esso decaduto.
Lo stesso dicasi per il CIRA il cui presidente è stato proposto all’assemblea dei soci del CIRA dal CDA dell’ASI decaduto.
Anche in questo caso la selezione del Presidente del CIRA fu effettuata da un comitato di valutazione di cui era componente Mariano Bizzarri nominato dopo lo scioglimento di un primo comitato di valutazione di cui era componente sempre il presidente del decaduto comitato tecnico scientifico dell’ASI .
Insomma ci troviamo  ( questa è la nostra opinione) di fronte a nomineallo stato dei fatti   molto discutibili sul piano sostanziale e formale.
0

La cessione di Avio Spazio ed implicazioni sulla società ELV.

In questi giorni, come abbiamo già riferito, si continua a parlare con inquietudine della possibile cessione di Avio Spazio ad investitori stranieri di cui ad oggi la candidata più probabile sembra essere la francese Safran.
Politici ed esperti spaziali tra cui il consigliere d’amministrazione dell’ASI Bussoletti hanno espresso le proprie preoccupazioni.
Il Governo appare indifferente come lo è stato per Telecom.
Se la cessione avvenisse, non poche sarebbero le ricadute negative sull’apparato industriale spaziale.
Conseguenze e non poche vi sarebbero anche sulla società partecipata dell’ASI ELV di cui il principale azionista è proprio AVIO e che ha rinnovato recentemente il proprio vertice con molte polemiche soprattutto in occasione della nomina del presidente.

 

0

I destini di AVIO e di ELV viaggiano in parallelo

Si continua a parlare da mesi di AVIO e di conseguenza di ELV la società le  cui quote azionarie sono ad oggi detenute da AVIO e da ASI.
E’ stato anche oggetto di attenzione da parte di un recente atto ispettivo parlamentare indirizzato al Ministro dell’economia.
Si sottolinea tra l’altro che la società , inoltre, sembrerebbe avere in animo di cedere la controllata ELV ed in ogni caso è essa stessa in fase di cessione da parte della proprietà che ad oggi ha alienato il ramo di azienda motori alla Generak Electric.
Appare evidente come non sia di poco conto il futuro di ELV di cui in questo giorni sono stati designati dall’ASI il Presidente ed il consigliere d’amministrazione di propria competenza: designazioni, come già è stato riferito, che hanno generato non poche polemiche con specifico riferimento alle graduatorie definite dal comitato di selezione e poi deliberate dal consiglio d’amministrazione dell’ASI
0

La Presidenza di ELV: le reazioni

Sono passati appena pochi giorni dalle notizie diffuse sulla presidenza di ELV, la società partecipata di ASI. e non sono mancate reazioni ufficiose sulla vicenda e sui suoi retroscena.
Ci sono pervenute opinioni diverse ed in molti casi contrastanti tra loro.
Ne abbiamo preso atto.
0

La Presidenza di ELV: polemiche in vista?

Sono trascorsi pochi giorni dalla  riconferma da parte del CDA dell’ASI del Presidente attualmente in carica di ELV ( società partecipata di ASI) e già vi sono turbolenze in merito
Ci si aspettava non una riconferma , ma che emergesse un nome nuovo a cui fosse affidata una società come ELV di importanza strategica a livello europeo nel campo dei lanciatori
A guardare la nutrita lista dei partecipanti, a parte i soliti  tuttologi che si presentano ad ogni bando dell’ASI, vi sarebbe stata anche la candidatura di un professore ordinario  di propulsione aerospaziale. presso l’università di Roma La Sapienza e direttore del centro ricerche aerospaziali di Roma
Ebbene  la sua candidatura, sebbene indiscussa sul piano professionale, sarebbe stata  inopinatamente esclusa
Questi sono i fatti nudi e crudi di una vicenda  di cui non sono chiari i retroscena ed a cui potrebbero seguire polemiche probabilmente condite anche di carta bollata.
0

Notizie dall’ASI

Contrariamente a quanto programmato, la nomina del consigliere d’amministrazione di ELV (da nominare nell’assemblea della società) sarebbe slittata forse perché la commissione di valutazione non avrebbe terminato i suoi lavori.
ELV per rinfrescare la memoria è la società partecipata da ASI e Avio  competente in materia di propulsione con specifico riferimento al lanciatore Vega.
Il candidato favorito  dunque  dovrà ancora aspettare!
Come abbiamo già anticipato il 18 giugno p.v. si discuterà al consiglio di stato il ricorso dei ” vincitori” del concorso  per dirigente tecnologo avverso la  recente sentenza del Lazio che ha disposto l’annullamento della graduatoria dei vincitori.
0

La designazione del componente ASI al consiglio d’amministrazione della società partecipata ELV.

Come si può rilevare dal sito dell’ASI è stata indetta una procedura selettiva per soli titoli finalizzata alla selezione di idonee candidature per incarichi di componenti del consiglio d’amministrazione della società ELV partecipata dall’Agenzia spaziale italiana ( socio di maggioranza Avio) e dedicata prioritariamente alla gestione del ruolo di prime contractor delle attività di sviluppo del programma Vega
Sarà mediante un comitato di selezione individuata una ristretta rosa di candidati tra cui scegliere il candidato designato dall’ASI.
La selezione è aperta a tutti, ivi compresi i consiglieri di amministrazione ed i componenti del comitato scientifico?
Non dovrebbe essere così, se fosse rispettata la lettera del Ministro Profumo di un anno fa in cui si segnalava l’opportunità di non provvedere a nomine nelle società partecipate di componenti dei consigli direttivi dell’ASI.
La direttiva comunque, e se ne parlò, molto non è stata tenuta in considerazione nella designazione del Presidente del CIRA ove è stato riconfermato l’attuale Presidente dell’ASI.
0

Lo spazio italiano e la Valle del Sacco

Ancora una volta un atto ispettivo parlamentare che parla della bonifica della valle del Sacco..
In questo contesto si manifesta preoccupazione per la posizione del commissario preposto alla bonifica , che sarebbe stato, sempre secondo gli interroganti,consulente giuridico dell’ASI partecipante dell’ELV, responsabile del progetto del missile Vega con sede operativa a Colleferro a poche centinaia di metri dai siti contaminati ( non si riportano fatti più circostanziati rinvenibili nell’atto ispettivo)
Gli interroganti concludono chiedendo una nuova figura commissariale
Non è la prima volta che si parla di connessioni spaziali con la valle del Sacco.
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald