0

Avremo la legge sullo spazio? Sembra proprio di sì.

Eravamo ben informati!
Come abbiamo anticipato in precedenti articoli, la X  commissione della Camera dei deputati nella riunione di ieri ha deciso di non prendere in esame alcun emendamento e di lasciare immutato il testo del disegno di legge sul riordino spaziale approvato dal Senato.
Sara’ quindi chiesta la riunione della commissione in sede legislativa   In attesa del parere delle altre commissioni competenti.
Se non vi saran o colpi di scena,nella legislatura in corso avremo il testo di legge definitivo.
Sembra questione di giorni.
0

Essere berlusconiano ritorna ad essere di moda. Lo sarà’ anche nel settore spaziale?

Sta girando il vento.

Ancor prima delle elezioni politiche nei vari Enti e Centri di potere italiani gli ex berlusconiani, molti dei quali sono caduti in disgrazia, vengono corteggiati.

Presto potrà’ accadere anche nei centri di potere spaziali ed ovviamente anche nell’agenzia spaziale.

Ovviamente potrebbe accadere anche per i vertici dell’ASI.

Non dimentichiamoci peraltro che la nuova legge sullo spazio e’ fortemente voluta anche da Forza Italia.

Prodiani e Berlusconiani andranno d’accordo?

 

0

Conflitti di interesse: commissioni di collaudo terze nei confronti dei coordinatori dei programmi.

Più volte abbiamo dedicato articoli al’onnipresente problema del conflitto di interesse.
Come è noto si tratta di una” condizione che si verifica quando viene affidata uafferenti aln’alta responsabilità decisionale a un soggetto che abbia interessi personali o professionali in contrasto con l’imparzialità richiesta da tale responsabilità, che può venire meno a causa degli interessi in causa”
Potrebbero rientrarvi  ad esempio  casi palesi  relativi a commissioni di concorso, gruppi di lavoro per finanziamenti ai programmi, responsabilità di coordinamento nonchè convenzioni quadro con Università di provenienza.
Vi è un controllo specifico su questi casi negli Enti pubblici di ricerca e nello specifico anche in ASI?
Ad esempio si verifica adeguatamente che non vi siano colleganze tra membri delle Commissioni di collaudo e responsabili dei programmi  afferenti al controllo delle Commissioni stesse?
La questione è tanto più delicata quanto più il programma assuma un ruolo strategico nazionale.
0

Cos’è il progetto Mirageo? Quale connessione con Cosmo-Skymed?

Non sapevamo  che da moltissimi anni fossero in corso controversie giudiziarie  tra industrie che sullo sfondo hanno interessato , anche se indirettamente, l’ASI.
Portiamo all’attenzione dei lettori  il seguente articolo diffuso in questi giorni su internet sul Progeto Mirageo
La vicenda non è molto chiara e sarebbe utile saperne qualcosa in più.
0

Riordino del sistema spaziale: proposti emendamenti e tra questi anche la valorizzazione del Centro di geodesia spaziale.

Si è riunita ieri la X Commissione della Camera dei Deputati per l’esame del riordino delle attività spaziali-
Contrariamene a quanto si prevedesse, sonpo stati presentati emendamenti al testo da parte del Movimento 5 Stelle su mplti articoli,
Tra questi si propone anche l’inserimento di un componente del Centro di geodesia spaziale di Matera che partecipi alle riunioni del comitato di coordinamento alla Presidenza del Consiglio.
Per tale ragione l’esame del testo è  stato rinviato ad altra data.
Siamo soddisfatti per questo risultato che si puà ascrivere anche ad un  nostro contributo al miglioramentop del testo.
0

Agenzia Nazionale per la meteorologia prevista nella manovra di bilancio: si preannunciano modifiche.

Come abbiamo già riferito in un articolo precedente, tra le misure accessorie, la manovra finanziaria 2018 introduce l’Agenzia Nazionale per la Meteorologia, che sarà chiamata ItaliaMeteo.
Avrà sede a Bologna (città dove è stato posizionato il Centro europeo dedicato al tema) e potrà contare su un organico di “massimo” 52 persone, oltre a “30 unità di personale scientifico” specializzato in meteorologia che lavorerà con incarichi di lavoro autonomo”.
Ebbene da parte degli esperti del settore si chiedono al Parlamento modifiche concernenti la costituzione di un’ulteriore sede a l’Aquila.
In più si chiede un consiglio d’amministrazione più rapprentativo anche con l’inserimento di un esperto dell’ASI.
Ogni nuova agenzia comporta nuove poltrone a cui e’ “fortemente sconsigliato” rinunciare.
Qualche parlamentare zelante, soprattutto alla vigilia delle elezioni, si farà avanti per proporre l’emendamento richiesto.
0

Si tiene in questi giorni l’importante selezione per il responsabile delle osservazioni della terra dell’ASI.

Alcuni giorni fa anticipammo che all’inizio del mese in corso vi sarebbe stata la scelta del responsabile dell’Unità osservazioni della Terra (formalizzata recentemente da parte del CDA dell’ASI)..
Ebbene, a quanto sia dato sapere, proprio in questi giorni sarebbe stata fissata la selezione interna in cui saranno esaminati i ” massimi esperti”  del settore all’interno dell’ASI .
Chi potrebbero essere?
Si ipotizza e forse è più di un’ipotesi, che i candidati  siano il responsabile dei sistemi radar dell’unità attualmente soppressa( Cosmo-Skymed) ela rsponsabile della precedente unità osservazioni della terra.
Ad essi si potrebbe anche aggiungere un altro esperto-
Si parla del ex responsabile  del Cidot   operativo per anni a Matera e poi  cancellato nel corso dell’attuale Presidenza dell’ASI.( abbiamo dedicato anche un recente articolo sull’argomento).
Se le cose stanno così,sarebbero tutti candidati , a nostro avviso, di pieno rispetto.
Alla selezione  guardano con interesse i molteplici soggetti industriali ed universitari che lavorano nel settore del telerilevamento.
0

Albero di Natale di Gubbio: accensione spaziale.

Non solo Halloween, ma anche l’accensione dell’albero di Natale. Protagonista sempre la stazione spaziale internazionale.
Arriveranno dallo spazio il messaggio e l’augurio che daranno il “via” all’accensione dell’Albero di Natale più grande del mondo realizzato a Gubbio
 Sarà un Albero di Natale «spaziale», è proprio il caso di dirlo visto che quest’anno il messaggio e l’augurio che daranno il «via» (nel tardo pomeriggio del 7 dicembre) all’accensione delle luminarie sul Monte Ingino arriveranno dalla stazione Iss che sta orbitando alla velocità di circa 37.000 km/h a 400 chilometri di altezza
  Un abete luminoso sarà dunque quest’anno  dedicato alla scienza e al progresso tecnologico, rappresentato dalla collaborazione tra Agenzia spaziale europea (Esa) e Agenzia spaziale italiana (Asi).
0

ASI soggetto gestore del Parco dello Spazio e il Parco delle Stelle di Matera.

Come abbiamo già informato i nostri lettori, in base agli accordi sottoscritti il cosiddetto Parco dello Spazio e il Parco delle Stelle troveranno ubicazione all’interno dell’area della Murgia dove presiede il Centro di Geodesia Spaziale e la gestione sarà garantita dall’A.S.I.
 L’intervento rientra nel contratto istituzionale di sviluppo firmato a Palazzo Chigi, la cui realizzazione dovrà avvenire per contratto entro 18 mesi dal 26 settembre 2017, data di sottoscrizione dell’accordo.
Il Sindaco di Matera mostra grande soddisfazione dunque per un’iniziativa il cui soggetto gestore ( così è annunciato nel comunicato burocratese del Comune) è” un soggetto dell’autorevolezza e della forza dell’Agenzia Spaziale Italiana”
Insomma presto a Matera  troverà realizzazione la città della scienza.
Auguri anche con la speranza che non finisca come quella di Napoli
0

La carica dei 101 in Parlamento.

Ben 101 sono i progetti di legge che fanno la fila in Parlamento per essere approvati prima dello scioglimento del Parlamento e cioè entro gennaio 2018.
Tra questi vi è’ quello del riordino spaziale
Le pressioni esterne per approvalo, com abbiamo più volte riferito, sono rilevanti se non altro per l’appetito da parte di molti  molti per  nuove poltrone.
Per la cronaca l’8 novembre è calendarizzata un’ulteriore riunione presso la X commissione  della Camera.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald