0

Tagli alla Difesa nella legge di stabilità? Molto probabile. E la Piaggio Aerospace?

Si preannunciano tagli alla Difesa- anche se non sono ancora ufficiali?
Le industrie aerospaziali sono molto preoccupate.
Ne potrebbe risentire moltissimo la piaggio Aerospace, con azionariato emiratino.
Al momento non si sa nulla del progetto dei 20 esemplari di Droni ( P-11HH) che l’aeronautica militare avrebbe dovuto acquistare  al costo di 766 milioni di euro.
Al momento resta tutto fermo  in attesa degli sviluppi a livello di Governo.
I sindacati protestano e chiedono chiarimenti sul futuro dello stabilimento della Piaggio di Albenga.
0

Settore spaziale nazionale: si naviga a vista?

Abbiamo più volte posto in evidenza come prevalga tuttora  l’incertezza sul futuro  del settore spaziale nazionale.
La legge 7/2018 di riordino spaziale è operativa, ma al momento lo è  soltanto sulla carta.
Infatti si è tenuta nel settembre scorso una prima riunione del comitato interministeriale di Palazzo Chhigi e nulla più.
Per quanto sia di nostra conoscenza, non sarebbero state assunte decisioni  governative di rilievo.
Sarà interessante apprendere cosa dir la delegazione italiana  nella prossima riunione dell’ESA che si terrà a Madrid fra qualche giorno.
E l’ASI? E’ priva di consiglio d’amministrazione con un Presidente riconfermato dal precedente Governo. Rimarrà?. Si fanno molte ipotesi ed anche le più bizzarre.
Si pensa da parte di alcuni anche a qualche astronauta.
0

La morte di Bruno Bertotti: una grande scomparsa per la scienza.

Il 20 ottobre è morto Bruno Bertotti professore emerito all’Università di Pavia.
E’ stato  un grande scienziato.
Ha lavorato in molti campi della fisica, dai plasmi alla gravitazione, e all’esplorazione scientifica dello spazio ed era stato allievo di Erwin Schroedinger, con cui aveva lavorato al Dublin Institute for Advanced Studies dal 1953 al 1956.
E’ stato importante il suo coinvolgimento nello sviluppo dei programmi spaziali ed in particolare  nella missione Cassini.
0

Si moltiplicano i convegni spaziali, in attesa di decisioni governative che tardano a venire.

Ormai sono diventati frequenti le tavole rotonde, i convegni ed i forum sullo spazio

.Si parla di strategie europee, di posizionamenti industriali, di collaborazioni internaziali e di nuovi assetti organizzativi in applicazione della legge 7/2018. Oggi è stata la volta del convegno“Sst, un’opportunità strategica per l’Italia” presso la Casa dell’Aviatore a Roma organizzato dall’ASAS,.l’associazione per i servizi, le applicazioni e le tecnologie Ictper lo Spazio.Serve una  strategia europea di lungo termine per il controllo dello spazio e per favorire gli investimenti nel settore, anche tramite l’inclusione del maggior numero di paesi nel consorzio Space surveillance & tracking (Sst).E’ necessario promuovere tutte le iniziative  che favoriscano gli investimenti e che si traducano in occupazione e ricchezza.Tutti d’accordo nella sostanza, ma le decisione del Governo sui nuovi assatti spaziali stentano ad arrivare.Vediamo cosa farà la delegazione italiana nell’imminente riounione dell’ESA che si terrà a Madrid il 25 ottobre pv, per difendere gli interessi italiani.

0

Grafene: le applicazioni aerospaziali.

Cosa è il grafene?
Si tratta di una sostanza  sottile e ultra resistente scoperta nel 2004 da Andre Geim e Kostya Novoselov, professori dell’Università di Manchester (Nobel per la fisica nel 2010) ed  costituito da un singolo strato di atomi di carbonio legati in un pattern a esagono.
Le sue caratteriste lo rendono un ottimo candidato per diverse applicazioni nell’aerospazio così come in aeronautica: è un milione di volte più sottile della carta ed è 100-300 volte più resistente dell’acciaio
Verranno realizzate con il grafene vele solari per viaggiare fra le stelle, ascensori spaziali per condurre in orbita satelliti e astronauti senza l’utilizzo del carburante, ma anche aerei e elicotteri ultra leggeri, super resistenti e invisibili ai radar.
Ci si aspetta dunque con questa nuova sostanza una vera rivoluzione tecnologica.
Sono in molti a pensarlo.
0

Giornate ricche di eventi in Spagna per lo Spazio.

E’ prevista, come abbiamo già riferito , la riunione dell’ESA in preparazione della ministeriale dell’ESA il 25 ottobre a Madrid.
E non solo.
Si terrà anche  Bilbao dal 29 al 31 ottobre e la seconda edizione di Space for Inspiration, una conferenza internazionale organizzata dall’ESA per approfondire le tematiche spaziali.
Il tema di quest’anno è “Vivere nel nostro universo“.
La conferenza di due giorni sarà ricca di dibattiti stimolanti, confronti di idee e di proposte..
Sarà un punto d’incontro  tra futurologi  del settore tecnologico industriale, responsabili politici ed investitori.
Durante l’evento saranno annunciati i vincitori del concorso Space Exploration Masters. Il concorso incoraggia idee per risolvere alcune delle principali sfide nel settore dell’industria spaziale ed i migliori prodotti e servizi con potenziale commerciale.
0

Le procedure concorsuali : veri e propri talloni d’Achille per gli Enti pubblici.

Ormai si potrebbe dire che non faccia più notizia  l’espletamento di concorsi in violazione di leggi ed in assenza di trasparenza negli Enti pubblici di ricerca.Stando alle interrogazioni parlamentari  molto rumore hanno fatto i concorsi dell’ASI, del CNR ed anche dell’INGV, quest’ultima oggetto dell’ultima interrogazione patlamentare pentastellata. del Senatore Morra che da anni si occupa dei problemi che affliggono gli Enti pubblici di ricerca.
Avrà molto da fare quindi Dino Giarrusso che dovrebbe occuparsi nell’ambito del MIUR  degli aspetti di violazione di legge con particolare riferimento agle Enti di ricerca!
0

Il Commissario Europeo Elżbieta Bieńkowska parteciperà alla riunione dell’ESA di Madrid il 25 ottobre pv.

 Vi è molta attesa per la riunione dell’ESA  che si terrà nei prossimi giorni  presso l’European Space Astronomy Centre (ESAC) in Villanueva de la Cañada, ottobre pv in preparazione della  Conferenza ministeriale dei Paesi aderenti all’ESA del 2019.
Vi prenderà parte per conto della Commissione europea Ms Elżbieta Bieńkowska Commissario europeo per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le piccole e medie imprese.
La  delegazione italiana, come si apprende  da fonti ufficiose, dovrebbe essere composta oltre che  dal Presidente dell’ASI, da rappresentanti del Comitato interministeriale per lo Spazio della Presidenza del Consiglio.
0

Fra qualche anno in Cina una luna artificiale in orbita.

Si apprende che l’industria spaziale cinese punta ( Tian Fu New Area Science Society di Chengdu)a lanciare in orbita entro il 2020 la prima luna artificiale al mondo. Lo fa per migliorare l’illuminazione urbana.
Il lancio è previsto dal centro spaziale di Xichang e il satellite artificiale sarà posizionato sopra la città di Chengdu, capitale della provincia del Sichuan.
 La luna artificiale avrà un rivestimento in grado di riflettere la luce del Sole sulla Terra e  sarà otto volte più luminosa della luna vera, in virtù della sua maggiore vicinanza alla Terra.
Infatti il satellite artificiale stazionerà ad un’altitudine di 500 chilometri (la luna vera dista invece circa 380mila chilometri).
Posizione e luminosità del fascio di luce potranno essere modificati.
Secondo le prime stime la città di Wu potrebbe risparmiare circa 1,2 miliardi di yuan all’anno (circa 150 milioni di euro) in elettricità se il satellite illuminasse un’area di 50 chilometri quadrati.
La Cina non è il primo Paese che tenta di riflettere i raggi del sole sulla Terra. Negli anni ’90, gli scienziati russi hanno sviluppato un progetto simile chiamato “Znamya”, interrotto dopo alcuni test.
0

BepiColombo viaggia verso Mercurio.

BepiColombo ha iniziato il suo viaggio dal Centro spaziale di Kourou nella Guyana francese tramite un lanciatore Ariane 5 alla volta di Mercurio, il pianeta più interno del Sistema Solare.
 Si tratta della prima missione europea diretta al pianeta più interno – e anche più caldo – del sistema solare e la terza in assoluto, dopo quelle della Nasa Mariner 10 del 1973 e Messenger del 2004.
. Dal punto di vista tecnologico Bepi Colombo è un’apripista per Solar Orbiter, la missione diretta al Sole che l’Esa prevede di lanciare nel 2020.
La conoscenza di Mercurio consentirà di comprendere come si è sviluppato il sistema solare.
Copyright © 2018 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald