0

Nella bellissima sede dell’ASI presto asilo nido funzionante ed anche palestra?

Da pochi giorni è iniziato l’anno scolastico  ed un tema su cui giustamente si incentra maggiore attenzione è quello della scuola dell’infanzia.
Un capitolo a sè  è quello dell’asilo nido di cui una bellissima struttura è stata inaugurata a Roma proprio recentemente presso il Campus biomedico.
Si sta attrezzando al riguardo in questo settore, anche l’agenzia spaziale che proprio qualche mese fa ha dato la concessione per la gestione della struttura alla società ” Nasce un sorriso”
Ebbene tra non molto , per quanto ci risulti, la struttura dovrebbe essere inaugurata.
Al tempo stesso, sempre secondo nostre informazioni, l’ASI si potrebbe dotare di una palestra  con annessi e connessi ( tapis roulant, ellittica, cyclette, panca multifunzione)
Ben che venga questa iniziativa utile sia per la salute fisica,siaper  aumentare   l’empatia tra i colleghi e l’impegno nei confronti del proprio lavoro.
0

Nel 2021 l’ONU andrà nello spazio.

L’annuncio è stato dato in Messico, in occasione dell’assise dello IAC. da parte di Simonetta Di Pippo, responsabile dell’ufficio spaziale dell’ONU e dalla Sierra nevada Corporation.
Nel 2021 l’ONU volera’ nello spazio permettendo La prima missione spaziale nella storia delle Nazioni Unite permettera’ a tutti gli Stati Membri del Palazzo di Vetro, anche ai meno sviluppati che non hanno la possibilita’ di avere un programma spaziale in proprio, di partecipare per 14 giorni a un volo in bassa orbita terrestre a bordo del veicolo spaziale Dream Chaser.
  La scadenza e’ il 2018, per consentire di sviluppare e integrare i progetti con il lancio del Dream Chaser, l’unico velivolo riutilizzabile ‘lifting body’ lungo nove metri, in grado di trasportare fino a sei astronauti da e per la stazione spaziale, atterrando su una normale pista come faceva lo Shuttle, ovunque nel mondo.
Ciò offrira’ l’oppurtunita’ di far atterrare la missione Onu in qualsiasi stato membro che ha offerto un carico di esperimenti per la missione.
 Molti sono problemi ancora da mettere a punto, come i finanziamenti che dovranno provenire da varie fonti.
0

Astrologi in fibrillazione: e’ stato introdotto un nuovo segno zodiacale: Ofiuco.

Ognuno di noi, ci creda o no, segue con attenzione le trasmissioni settimanali dedicate all’oroscopo. cioà sull’influenza che le stelle possono avere sulla nostra giornata.
Ebbene dala Nasa sarebbe stato rimappato il cielo per la proma volta dopo 2000 anni perchè le costellazioni non sarebbero più 12, ma 13 ed i segni zodiacali avrebbero uno slittamento di un mese.
Anche l’occhio più distratto noterà che è stato introdotto un nuovo segno: Ophiuchus, l’Ofiuco, “colui che domina il serpente”.
 Quella dell’Ofiuco è una delle 88 costellazioni moderne, sebbene fosse stata menzionata da Tolomeo tra le 48 costellazioni originarie, ed era l’unica a non avere un segno zodiacale corrispondente.
Ne è nato un acceso dibattito che lasciamo agli astrologi  che sono sempre numerosi e seguiti se non altro per scaramanzia.
0

Elon Musk: il viaggio su Marte durerà meno di 100 giorni.

Nei prossimi 10 anni raggiungeremo Marte.
Parola di Elon Musk il miliardario americano che investe su tutto ed anche sulle attività spaziali-
La sua sfida è stata lanciata in occasione del convegno dello IAC che si sta celebrando in messico a Guadalajara.
 La colonizzazione di Marte inizierebbe con il lancio nello spazio di astronavi in fibra di carbonio. Per questa operazione saranno necessari razzi con due volte la potenza del Saturno 5, il vettore della Nasa che portò i primi astronauti sulla Luna. I serbatoi di questi razzi, una volta caduti sulla Terra, verrebbero riutilizzati: riempiti di carburante e lanciati di nuovo nello spazio per rifornire le astronavi che a questo punto potrebbero iniziare il loro viaggio verso il Pianeta rosso, con a bordo dai 100 ai 200 membri di equipaggio ciascuna.
Musk ha  già stanziato 10 miliardi di dollari per sviluppare e testare la tecnologia necessaria alla realizzazione del progetto. Ma
un’impresa del genere non può avere successo se non entreranno in gioco le grandi agenzie spaziali nazionali. “Sarà una grande partnership pubblico-privato” a giudizio di Musk.
Dunque sfida aperta alla NASA che finora ha elaborato un progetto su Marte  con costi e e tempi assai superiori

 

0

La Nasa tifa per Clinton o Trump? Probabilmente per nessuno dei due.

La notte scorsa si è tenuto il primo duello televisivo tra Hillary Clinton e Donald Trump in vista delle elezioni presidenziali .
I sondaggi parlano di un leggero vantaggio di Clinton apparsa più convincente.
Fino ad oggi non sono stati affrontati in modo decisivo i programmi spaziali.
Nè si conosce in modo neltto l’orientamento verso la NASA.
Come si può rilevare anche da un compendio curato da un magazine on line statunitense, sembrerebbe scarso l’interesse per le tematiche spaziali di entrambi i candidati.
0

CNES: cercansi giovani in buona salute da sottoporre ad esperimenti.

L’agenzia spaziale francese CNES  è alla ricerca di uomini sani e attivi di età compresa tra i 20 ei 45 anni, da sottoporre ad esperimenti fisici che simulino il volo spaziale.
E prevista una paga di 16 mila euro.
Dovranno in particolare, analogamente a quanto fece la Nasa qualche tempo fa, stare a letto per 60 giorni  con la testa in posizione più bassa rispetto ai piedi  per mimulare la gravità zeo  e non potranno alzarsi dal letto per alcuna ragione neanche per i bisogni igienici.
Nè potranno incontrare visoitatori.
Saranno sottoposti anche a test psicologici.
Ne vale la pena?
0

E’ operativo nel Sud-Est della Cina il radiotelescopio più grande del mondo.

Da qualche giorno  è operativo in CINA  un radiotelescopio che occupa un’area grande come 30 campi di calcio.
Si chiama Fast (Five-hundred-meter Aperture Spherical Telescope) e aiuterà a esplorare l’universo per osservare le galassie più lontane e per andare in cerca di tracce di vita, dalle molecole presenti nello spazio interstellare fino ad eventuali segnali provenienti da civiltà aliene.
Ormai il primato mondiale della radioastronomia è cinese: infatti per dimensioni è stato superato il radiotelescopio di Arecibo.
Fast sarà all’avanguardia per almeno 10-20 anni.
0

Iac 2016 in terra messicana: attesa per il discorso di Elon Musk.

Si svolge a Guadalayara in messico dal 26 al 30 settembre il congresso astronautico internazionale.
Anche quest’anno somo attesi i VIP spaziali dei vari Paesi
A volte si è parlato di un misto di scienza e turismo spaziale. Infatti ogni anno l’assise spaziale si tiene in un Paese diverso dove confluiscono folte delegazioni le cui  spese missioni sono a carico ovviamente dello Stato di provenienza.
Ciò ovviamente accade anche per l’Italia e per l’agenzia spaziale italiana.
A prescindere da queste osservazioni,particolarmente atteso è l’intervento che sarà tenuto da Elon Musk che esporrà il piano che dovrebbe portare l’uomo su Marte entro 2024.
0

Agenzia Spaziale Europea: pregiudizi nei confronti delle donne?

L’accusa viene da una dipendente dell’ESA ex scientist manager del programma Rosetta dell’ESA.
Vi sarebbero difficoltà per le donne a fare carriera.
Ne parla diffusamente il giornale Guardian del Regno Unito.
Ne riportiamo il testo senza alcun commento.
Se le critiche avessero fondamento, la questione non sarebbe da sottovalutare.
Per la cronaca comunque il capo di Gabinetto della Direzione Generale è una donna peraltro italiana.
0

Parco aerospaziale delle Madonie: la regione siciliana dà un bonus di 1500 euro respinto al mittente dal Sindaco di Isnello.

La Regione Siciliana offre  soltanto 1.500 euro per patrocinare l’inaugurazione l’11 settembre del parco astronomico di Isnello, uno dei più grandi del mondo, costato  ben 13 milioni di euro.
Il sindaco   di Isnello,il piccolo paese delle Madonie, Pino Mogavero, restituisce il contributo dell’assessore al turismo, Anthony Barbagallo,perchè considerato del tutto inadeguato.
Si pretendeva anche con questa somma di apporre il logo istituzionale dell’Assessorato su ogni mezzo di comunicazione e diffusione idoneo alla promozione dell’iniziativa
 Sembra inverosimile, ma è così. La notizia ha fatto il giro del mondo.
E’ una prova tangibile di quanto sia tenuta in considerazione la ricerca alla regione Sicilana?
Speriamo di no!
Copyright © 2016 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald