0

Consiglio dei Ministri: fumata nera per le nomine alle Agenzie Fiscali.

Era dato per certo che il consiglio dei Ministri del 23 gennaio 2020 dessre segnale verde alle nomine per le Agenzie fiscali. ( vedi sito del Governo)
Non erano all’ordine del giorno, ma erano attese “fuori sacco” le nomine di Ernesto Maria Ruffini (Entrate), Antonio Agostini (Demanio), Marcello Minenna (Dogane).
I nomi erano dati per concordati dalla maggioranza.
Per la cronaca l’intesa vi era stata prima dell’abbandono di Di Maio da Capo politico del Movimento Cinque Stelle.
Il tutto sarebbe rinviato a Lunedì prossimo ovvero all’indomani dell’esito regionale elettorale.
Sorprese? Inceppi negli ingranaggi?
Non sarebbe la prima volta.

0

La strategia spaziale italiana in rotta verso gli Stati Uniti.

Sarà l’Italia a guidare i lavori per l’intesa tra la Nasa e l’Agenzia spaziale europea (Esa) in merito al programma americano di ritorno sulla Luna che vedrà la consistente presenza dell’Italia nella realizzazione dei moduli abitativi.
Lo ha annunciato recentemente il sottosegretario Riccardo Fraccaro, delegato dal premier Giuseppe Conte per le politiche spaziali e aerospaziali.
L’ambasciatore Stefano Queirolo Palmas è stato eletto presidente del Comitato ESA che seguirà il memorandum con la Nasa.
La scelta della presidenza italiana è un segnale tangibile anche dei migliorati rapporti tra Italia e Stati Uniti in campo spaziale.
Si parlerà di spazio con molta probabilità , come abbiamo già annunciato in un precedente articolo, in occasione della visita a Roma del Vice Presidente statunitense Mike Pence cui Trump ha affidato anche la presidenza del National Space Council.
Proprio alla vigilia della visitaFraccaro ha ricevuto a palazzo Chigi l’ambasciatore Usa in Italia Lewis Eisenberg.

0

Nascono come funghi le start up in Campania: tra queste molte nel settore spaziale.

Sono dati che si apprendono dai media nazionali.
Crescono le start-up innovative in Campania e in particolare a Napoli.
La Campania è infatti quarta in Italia – come si evince dal Registro delle imprese – con 896 realtà registrate a fine dicembre, dietro all’Emilia Romagna. Merito soprattutto di Napoli, che avendo superato le 423 unità, più di una nuova alla settimana nel 2019, si posiziona al terzo posto nazionale dopo soltanto soltanto Milano e Roma.
Si occupano di applicazioni spaziali e software, oppure di stampa 3D , tecnologie 4.0, algoritmi per supportare il marketing digitale, biomedicale, farmaceutico. Nascono da un sistema che si è articolato in una rete, costruita attorno a sette università, 40 enti pubblici di ricerca avanzata, 21 laboratori, 25 strutture per sostenere l’imprenditorialità tra acceleratori, parchi scientifici, centri di servizio.

0

Le performance di Avio al rialzo in Borsa. Tra gli azionisti anche Urbano Cairo.

Continuiamo a seguire con attenzione le vicende azionarie di Avio.
La sua performance il 22 gennaio 2020 è stata in rialzo, non risentendo affatto delle vicende spaziali a livello internazionale collegate alla scelta degli Emirati arabi di non utilizzare il lanciatore Vega per il lancio del proprio satellite,
Si rammenta che ormai è più di un anno che l’azienda di Colleferro ha debuttato in Borsa dopo la fusione di Avio con la spac Space 2.
All’operazione partecipa Leonardo Finmeccanica, azionista di Avio dal 2003, che sale al 28% della società. Insieme a Finmeccanica e Space 2 nell’azionariato di Avio entrano anche oltre 40 manager della società, che nel complesso detengono una quota pari circa il 4% del capitale.
All’azionariato è interessato a titolo personale Urbano Cairo presente al battesimo in Borsa a Milano insieme a Samantha Cristoferetti nell’aprile 2017 ( vedi fonti internet)

0

Incertezza sulla nomina del direttore generale dell’ASI: sarà protratta la reggenza?

Si parla con sempre maggiore frequenza di una rivisitazione dell’agenzia spaziale italiana, non in termini cosmetici, ma sostanziali che porti alla concretizzazione di un’agenzia nel vero senso della parola in presa diretta con il Comint
LAgenzia potrebbe non fare piu’ parte degli Enti di ricerca vigilati dal Mur.
Insomma a completamento della legge 7/2018 l’Asi potrebbe non avere più’ un presidente, ma soltanto un direttore generale coordinatore delle attivita’ gestionali : un direttore generale forte in presa diretta con il Governo.
Se questo è’ il pensiero prevalente potrebbe farsi strada l’ipotesi di non procedere alla nomina del direttore generale dellAsi alla vecchia maniera
In un quadro politico peraltro incerto potrebbe essere dunque opportuno mantenere in carica in attesa di ulteriori sviluppi, il direttore generale reggente che , a tutti gli effetti, svolge le funzioni di direttore generale.

0

Il vice Presidente statunitense a Roma. Parlerà anche di Spazio con il Governo italiano?

Il 24 gennaio il vicepresidente americano, Mike Pence, sarà in Italia per un appuntamento in Vaticano e con esponenti del governo.
Molti saranno i dossier oggetto di attenzione nelle riunioni bilaterali con l’Italia.
Non mancheranno argomenti cruciali come i rapporti con la Cina, l’Europa e la cooperazione militare.
E’ molto probabile che si approfondiranno anche i problemi spaziali in vista di una proficua collaborazione Italia- USA in temi strategici come quelli dell’esplorazione spaziale.

0

Sembra ormai sicuro: Antonio Agostini andrà a dirigere le dogane.

Il consiglio dei ministri convocato per domani, 23 gennaio alle 21, dovrebbe nominare nomine all’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini, alle Dogane Antonio Agostini e al Demanio Marcello Minenna.
Antonio Agostini è attualmente direttore del Dipartimento per la programmazione ed il coordinamento della politica economica. ed in passato ha ricoperto diversi incarichi di rilievo presso il Ministero dell’ambiente, della pubblica istruzione e dell’agenzia spaziale. E’ oggi in particolare anche presiedente del comitato di selezione per la nomina del direttore generale dell’Agenzia spaziale.,

0

Processo all’ex Presidente dell’ASI . Ulteriore rinvio?

Si sarebbe tenuta il 20 gennaio us, secondo quanto sia dato sapere, un’ulteriore udienza a carico dell’ex presidente delk’ASI Enrico Saggese.
Ancora una volta il tutto sarebbe stato rinviato a Maggio prossimo.

0

Università di Trento: tra i progetti il Trento Space Center.

Si apprende dal sito dell’Università di Trento che l’ateneo trentino. ha oggi una funzione di guida in alcune aree di ricerca, al fianco di altri Atenei e Centri di ricerca italiani e stranieri.
Nel Piano Strategico in corso si stanno realizzando collaborazioni interessanti come
“l’area della ricerca spaziale (TSC – Trento Space Center, Laboratorio interdipartimentale di scienze e tecnologie spaziali), che costituisce il presupposto per un importante accordo di cofinanziamento di attività di ricerca dell’Agenzia Spaziale Italiana;”
“L’obiettivo del progetto è dare una sede organizzativa e scientifica condivisa alle attività legate alle tecnologie e alle scienze per lo Spazio mettendo a fattor comune le competenze complementari di ciascun gruppo di ricerca, aumentando in questo modo la visibilità dell’Ateneo nel settore spaziale e amplificando la già elevata visibilità dei singoli gruppi, anche in sinergia con altre istituzioni di ricerca locali impegnate nel settore spaziale.”
Un soggetto finanziatore è quindi l’Agenzia Spaziale Italiana.
Quando sono stati avviati i finanziamenti?

0

ASI: molte le iniziative di reclutamento del personale.

Si è sempre in attesa in ASI della nomina del Direttore Generale. Ormai il tutto sarebbe rinviato a Febbraio.
Nel frattempo il Direttore reggente dell’ASI , (uno dei tre candidati alla Direzione Generale) sarebbe molto attivo nel portare avanti scorrimenti di graduatorie e molteplici selezioni in vari ambiti disciplinari.
Insomma nella provvisorietà si promuovono iniziative che dovrebbero essere varate dal Direttore generale definitivo.
Potrebbe essere una critica? Anche in ASI?

Copyright © 2020 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald