0

Il tribunale di Velletri condanna l’Agenzia Spaziale Europea a risarcire un dipendente della sede di ESRIN di Frascati per 210 mila euro lordi.

L’Agenzia Spaziale Europea (Esa) dovrà risarcire Ivan Balenzio, che ha lavorato nella sede italiana Esrin di Frascati (Roma), per 210mila euro lordi. Lo si legge in una sentenza di primo grado del Tribunale di Velletri che ha quantificato le differenze retributive dovute al lavoratore rispetto ai dipendenti dell’Agenzia che svolgevano simili funzioni.

E’ un fatto che indubbiamente fa notizia perché l’ESA è un’agenzia internazionale.

0

Le candidature per il Direttore Generale dell’ASI. Qualche interessante curiosità.

Si sottopone all’attenzione dei lettori la sentenza emessa dal TAR Lazio ormai due anni fa  con cui si decide l’annillamento degli atti di un procedimento concorsuale svolto in ASI
Nella sentenza in cui  si pongono in evidenza criticità sui lavori della commissione,  si recita tra l’altro “la mancata espressione anche di un giudizio sintetico da parte della Commissione ha integrato un patente violazione del disposto del riportato art. 5, co. 4 del Regolamento del personale ASI, contribuendo a colorare di illegittimità  l’intera procedura di gara.
Vuole essere soltanto una mera curiosità, nota peraltro a molti.
0

ASI: a Natale panettone con direttore generale. Sembra quasi certo.

Stiamo seguendo da giorni la valutazione comparativa per la nomina del Direttore Generale dell’ASI.
Proprio il 5 dicembre 2019 si  sarebbe espletata  la scelta mediante colloqui  di tre candidati su 4 candidati./due esterni e due interni). Dei 4 due in particolare sarebbero candidate..
E’  molto probabile che per la fine dell’anno sarà reso ufficiale del nome del nuovo capo degli uffici dell’Agenzia,
Per quanto sia dato sapere anche il CIRA potrebbe avere a Gennaio 2020 il Direttore Generale.
0

Importanti nomine al MIUR varate dal Consiglio dei Ministri.

Si evince dal comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 5 dicembre 2019 quanto segue per quanto riguarda le nomine al Ministero dell’istruzione, università e ricerca quanto segue:
“su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Lorenzo Fioramonti, il conferimento dell’incarico di Capo del Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca del Ministero al prof. Fulvio ESPOSITO, il conferimento dell’incarico di Capo del Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali alla dott.ssa Giovanna BODA, dirigente generale, nonché la conferma dell’incarico di Capo del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione alla dott.ssa Carmela PALUMBO, dirigente generale;”
0

A Napoli gli Stati generali dello Spazio,Sicurezza e Difesa.

Il 6 dicembre si terranno  a Napoli gli Stati Generali dello Spazio, Sicurezza e Difesa, evento di alto livello organizzato dal Parlamento europeo in collaborazione con Commissione europea, l’Agenzia Spaziale Europea e l’Agenzia Spaziale Italiana.
Si discuterà delle future strategie europee nel settore.
Si ricorda a tale proposito che il Parlamento europeo ha da poco approvato il nuovo programma spaziale, proponendo una dotazione di 16 miliardi di euro nel prossimo bilancio 2021/2027. Le politiche per lo Spazio potranno anche beneficiare dei fondi per l’innovazione e la ricerca previsti nel programma Orizzonte Europa, dove il Parlamento Ue vuole stanziare 120 miliardi di euro per il 2021/2027.
Parimenti il Parlamento europeo ha approvato un Fondo europeo per la Difesa, per il quale ha proposto una dotazione di 13 miliardi di euro per il 2021/2027. Tale Fondo servirà a promuovere la competitività, l’efficienza e l’innovazione, sostenendo azioni di collaborazione tra le industrie europee e sviluppo di prototipi.
All’evento che si terrà domani al Maschio Angioino a partire dalle 9.30 parteciperanno tra gli altri il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Spazio Riccardo Fraccaro, i ministri Lorenzo Fioramonti (Miur), Paola De Micheli (Infrastrutture e Trasporti), Lorenzo Guerini (Difesa), il presidente dell’Agenzia spaziale italiana Giorgio Saccoccia, il direttore generale dell’Esa Johann-Dietrich Worner, il direttore dei programmi di Osservazione della Terra di Esa e capo di Esrin Josef Aschbacher.
Nel corso della giornata interverranno anche – tra gli altri – l’ammiraglio James Foggo, comandante interforze Nato Napoli e Forze Navali Usa in Europa e Africa; il presidente di Leonardo Gianni De Gennaro e l’ad Alessandro Profumo; l’ad di Thales Alenia Space Italia Donato Amoroso; l’ad di e-Geos Massimo Claudio Comparini; l’ad di Sitael Matteo Pertosa; il presidente e ad di Elettronic Enzo Benigni; il presidente di Avio Aero Sandro De Poli; il presidente del Cira Giuseppe Morsillo; il presidente dell’AIAD Guido Crosetto.
Chiuderà i lavori il Presidente del Parlamento europeo Davide Sassoli.
0

Giorno d’esame per i candidati alla direzione generale dell’ASI.

Il 5 dicembre 2019, stando alle informazioni ufficiose, dovrebbero esservi  i colloqui per i cinque candidati preselezionati per la nomina a direttore generale dell’ASI.
Ci informano  comunque che potrebbero essere 4 e non cinque.
Due sarebbero interni ed altri due esterni ( probabilmente candidature femminili) Gli interni sarebbero ovviamente i più preparati in campo spaziale
Per quanto ci risulti sono tutti candidati con ottimi curricula  e pertanto la selezione colloquiale da cui ne usciranno 3 sarà serrata.
Poi tutto andrà in mano del presidente e del Consiglio d’amministrazione dell’ASI.
Previsioni? difficile azzardarsi in anticipazioni. E’ molto probabile ne nella terna sia inserita almeno una candidatura femminile.
Una nomina così importante non può non essere comunque all’attenzione del Comint cui spetta il coordinamento della strategia spaziale.
0

A presto le votazioni in Parlamento per la Presidenza di Agcom : candidato anche Vincenzo Roppo?

Si apprende dalla stampa che i Presidenti della Camera e del Senato avrebbero messo in calendario per il 19 dicembre pv le votazioni per Agcom e Privacy. Tra i primi nomi in corsa per la presidenza di Agcom  si parla anche di  Enzo Roppo, giurista, docente all’Università di Genova e saggista, già  Commissario Straordinario dell’Agenzia Spaziale italiana.

0

Commissione europea: pochi italiani nei posti chiave?

La nuova  commissione europea è al lavoro e l’Italia  è rappresentata da Paolo Gentiloni commissario per gli affari europei.Nella mappa del potere rischiamo tuttavia di non avere altri posti importanti. Lo sanno bene i tedeschi che hanno ottenuto ben cinque capi di gabinetto su 27.Al momento abbiamo due capi di Gabinetto (economia ed energia)

Stiamo ancora trattando per ottenere un posto nei gabinetti del commissario all’Agricoltura Janusz Wojciechowski e in quello del francese Thierry Breton, che ha il maxi portafoglio del Mercato interno, industria e difesa.

0

I recenti conferimenti di incarichi di capi Diparimenti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Dal verbale dell’assemblea del Senato del 2/12/2019 si evince quanto segue:
“La Presidenza del Consiglio dei ministri, con lettere in data 20 novembre 2019, ha inviato, ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni e integrazioni, le comunicazioni concernenti il conferimento di incarico di Capo Dipartimento nell’ambito della Presidenza del Consiglio, come di seguito elencate:
alla dottoressa Elisa Grande, per il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie;
alla dottoressa Ermenegilda Siniscalchi, per il Dipartimento della funzione pubblica;
al dottor Flavio Siniscalchi, per il Dipartimento delle politiche giovanili e del servizio civile universale;
alla dottoressa Paola Paduano per il Dipartimento per le pari opportunità;
alla dottoressa Maria Contento, per il Dipartimento per le politiche antidroga;
alla dottoressa Diana Agosti, per il Dipartimento per le politiche europee;
al dottor Fabrizio Curcio, per il Dipartimento Casa Italia;
alla dottoressa Ilaria Antonini, per il Dipartimento per le politiche della famiglia;
al dottor Mario Antonio Scino, per il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica;
al dottor Angelo Borrelli, per il Dipartimento per della protezione civile;
alla dottoressa Elena Zappalorti, per il Dipartimento per i rapporti con il Parlamento;
al dottor Lorenzo Spadacini, per il Dipartimento per le riforme istituzionali;
al dottor Ferdinando Ferrara, per il Dipartimento per le politiche di coesione;
al dottor Roberto Giovanni Marino, per l’Ufficio per il programma di governo;
alla dottoressa Marcella Castronovo, per l’Ufficio di segreteria Conferenza Stato-Città;
al dottor Ermanno De Francesco, per il Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi;
alla dottoressa Maria Barilà, per il Dipartimento per il coordinamento amministrativo;
al dottor Ferruccio Sepe, per il Dipartimento per l’informazione e l’editoria;
ai dottori Patrizia De Rose, Simonetta Saporito e Ottavio Ziino, per l’Ufficio controllo interno, trasparenza e integrità;
alla dottoressa Sabrina Bono, per l’Ufficio del Segretario generale;
al dottor Ciro Daniele Piro, per l’Ufficio di segreteria del Consiglio dei Ministri;
alla dottoressa Francesca Gagliarducci, per il Dipartimento per il personale;
al dottor Paolo Molinari, per il Dipartimento per i servizi strumentali;
alla dottoressa Anna Lucia Esposito, per l’Ufficio del bilancio e per il riscontro di regolarità amministrativo-contabile.”
Nell’elenco rientra anche il nome della dottoressa Simonetta Saporito.membro della commissione di valutazione per la nomina del direttore generale dell’ASI.
0

Un’agenzia per lo Spazio coordinata soltanto da un Direttore Generale e senza Presidente e Consiglio d’Amministrazione.Perchè non attuare immediatamente questa riforma? Ed ancora i fondi spaziali continuano ad essere nel bilancio del MIUR?

Nel Consiglio dei Ministri del 2 dicembre 2019,su proposta del Ministro della difesa Lorenzo Guerini è stato confermato, fino al termine dell’attuale mandato, l’ing. Gian Carlo ANSELMINO nell’incarico di Direttore generale dell’Agenzia Industrie Difesa.
Diamo notizia di questa nomina perché  più volte abbiamo scritto su questo blog che L’Agenzia Spaziale Italiana dovrebbe essere semplificata dal punto di vista organizzativo ricalcando  proprio il modello organizzativo dell’Agenzia Industria difesa  in cui l’unica figura di vertice è il Direttore Generale.
L’idea non è affatto nuova perché a tale  proposito fu presentato in Parlamento un progetto di legge in  cui l’unico Vertice è il Direttore Generale.
Ovviamente la rivisitazione dell’ASI dovrà essere applicata nell’ambito della Presidenza del Consiglio ai sensi  della legge 7/2018 sul riordinamento spaziale.
Non è secondario peraltro considerare il fatto che i cospicui finanziamenti spaziali (vedi i recenti rilevanti esborsi all’ESA), secondo le leggi vigenti rimarranno nel bilancio del MIUR, attuale Ministero Vigilante dell’ASI.
Pertanto con urgenza dovrebbe essere rivista anche la legge 7/2018 ed anche prima del varo definitivo della legge di stabilità 2020,

Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald