0

Una tassa sullo spazio.

Secondo le stime fornite dalla University of Colorado Boulder risultano esservi  circa 20mila oggetti attualmente in orbita

Sta diventando dunque molto serio il problema del vertiginoso aumento della spazzatura spaziale e del   possibile aumento del rischio di collisioni.

Che fare?

In molti stanno pensando di istituire una tassa sullo spazio?

Accadrà mai?

0

A presto il Direttore Generale dell’ASI? Lo esige la Corte dei Conti. Cui prodest?

Dovrebbe completare il suo mandato alla fine dell’estate il direttore generale reggente dell’Agenzia Spaziale Italiana.

Non si può escludere tuttavia che vada via anche prima dopo il forte richiamo da parte della corte dei Conti all’ASI, contenuto nell’ultima relazione sulla gestione dell’Agenzia.

La Magistratura contabile “bacchetta” ( si fa per dire) l’ASI per non avere completato la selezione per la nomina del Direttore Generale avviata nel settembre 2019.

Beninteso; la procedura in corso prevede la scelta tra uno dei tre candidati selezionati.

I nomi non sono ufficiali  ma comunque sarebbero noti a tutti e forse qualcuno potrebbe avere recentemente lasciato l’ASI.

Ma al di là  di questa precisazione resta il fatto che in base ai regolamenti vigenti se il direttore generale in ASI cessa le sue funzioni alla scadenza del mandato del Presidente.

E …se il presidente andasse via per altri incarichi?

0

Pandemia da coronavirus nota già da Novembre scorso? Sarà posto il probema al comitato parlamentare per la sicurezza Copasir?

A proposito dell’eventuale conoscenza della pandemia da coronavirus già da novembre scorso e sulle dichiarazioni dell’astronauta Parmitano  e delle sue scuse su Facebook, per quanto sia dato sapere, se ne interesserà anche il comitato parlamentare sulla sicurezza Copasir.

0

La pandemia da coronavirus:non se ne interessano solo i virologi.

Si moltiplicano gli studi sul coronavirus oggetto di attenzione ormai da parte di infettivologi, virologi epidemiologi, ma anche fisici e matematici.

Segnaliamo anche l’interessamento sulla materia  Roberto Battiston ex Presidente dell’ASI che ha incentrato tra l’altro l’attenzione sul fatto che, a seguito di un funerale in Molise durante il quale vi sia stato un assembramento, 8 giorni dopo sia iniziato a salire vertiginosamente il numero di infetti.

0

Molto rumore sulle affermazioni di Parmitano sulla presenza del contagio pandemico da coronavirus già da Novembre ; un lapsus strumentalizzato. Così dichiara proprio l’interessato.

 Le dichiarazioni dell’astronauta Parmitano  rilasciate nel corso della trasmissione Petrolio il 25 aprile us sul fatto che la pandemia da coronavirus fosse già a conoscenza da novembre anche a livello delle autorità nazionali sono state largamente riprese dai media che si domandano anche se le affermazioni dell’astronauta adombrassero una conoscenza della pandemia già a novembre scorso  da parte delle autorità politiche.

L’astronauta   ha precisato  al riguardo su Facebook quanto segue:

 ”È stato portato alla mia attenzione un errore da me commesso durante un’intervista rilasciata a una trasmissione televisiva.

Nell’episodio in questione, parlando delle precauzioni prese durante il rientro dalla Stazione Spaziale Internazionale, ho erroneamente affermato che, come equipaggio, fossimo al corrente dell’inizio del contagio pandemico già a novembre.

Errare è umano, e mi spiace molto vedere che in questo caso il mio lapsus sia stato strumentalizzato.”

Ed ancora nelle conclusioni.

Mi scuso, con umiltà, per l’errore e per le conseguenze (del tutto inaspettate): me ne assumo ogni responsabilità”..

Le scuse mettono la parola fine sul delicato argomento?

0

La Stazione spaziale parte da Cape Canaveral alla presenza di Trump.

Il 27 maggio pv sarà una data importantissima per la storia spaziale.

Secondo le previsioni, in quella data l’America tornerà a inviare astronauti in orbita dal suolo americano con un razzo americano.

Non accadeva dal 2011,alla fine dell’era dello Space Shuttle.

La missione si chiama Demo-2 e fa parte del NASA Commercial Crew Program, un programma attraverso il quale la NASA e l’industria aerospaziale americana cooperano per lo sviluppo di navicelle spaziali e sistemi di lancio capaci di portare astronauti in orbita e sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Per la prima volta la NASA ha collaborato con agenzie private come Space X di Elon Mask e Boeing per inviare astronauti nello spazio. Trump e Musk sono d’accordo sulla necessità di riaprire l’America e di farlo subito.

L’evento ha dunque anche  un carattere eminentemente politico e proprio per questo motivo. al lancio presenzierà con molta probabilità il  Presidente degli USA Trump.

0

L’epidemia da Coronavirus vista dallo spazio. Non poche incognite da chiarire.

“Esistono uno o più rapporti o studi dei servizi americani – o di un altro Paese che ha partecipato alla missione Expedition 61 – sull’andamento probabile del contagio da COVID-19 che non sono stati resi pubblici ma sono circolati fra le persone in posizione apicale, fra cui appunto il comandante della ISS? Se sì, ne è stato tenuto conto al momento in cui si sono impostate le prime strategie di gestione della pandemia? Francamente, pare ovvio che gli stessi servizi che avevano elaborato il primo rapporto siano, per così dire, rimasti sul pezzo, anche quando la Repubblica Popolare ha ammesso l’esistenza dell’epidemia e di averla messa sotto controllo.”

Ed ancora:

“Verrebbe da chiedere al Governo italiano (la delega ai servizi è nelle mani del presidente del consiglio) se una volta informato – ci rifiutiamo di credere che il premier Conte a novembre ne sapesse meno del comandante della ISS – abbia preso misure cautelative, come sottoporre a visita medica i militari che avevano partecipato ai giochi di Wuhan il 18-27 ottobre (v.articolo), appunto il territorio da cui stava dilagando un’epidemia potenzialmente catastrofica. Se sì, con quali risultati? Se no, perché?”

Così scrive Dagospia sulle affermazioni  dell’astronauta Parmitano  che dice di sapere del coronavirus già da novembre.  in merito al fatto che già da Novembre sarebbero stati noti i contagi da coronavirus.

ISi tratta di un tema molto delicato posto in evidenza già alcuni giorni fa dalla trasmissione ” Petrolio” e da noi ripresa.

0

Non ancora completato il quadro riorganizzativo della sicurezza nazionali. Possibili implicazioni anche sugli assetti spaziali?

Non è’ ancora completato il quadro riorganizzativo dei servizi segreti italiani avviatosi con la nomina del nuovo direttore dell’’Aise  Caravelli, subentrato a Luciano Carta nominato recentemente Presidente di Leonardo.

Ha scritto alcuni giorni fa sull’argomento le “Sassate” sempre molto informato sugli argomenti della sicurezza nazionale

 Sassate continua a segnalare peraltro che uno dei candidati a Vice dell’AISE potrebbe essere anche  l’ammiraglio  Massagli attuale consigliere militare del Presidente del Consiglio nonché capo della segreteria  del Comint prsieduto dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Fraccaro.

Seguiamo la vicenda con attenzione perché il riassetto ’potrebbe  avrebbe implicazioni anche sul Comint che impartisce direttive sulla strategia spaziale nazionale.

0

Indra coordina il progetto europeo Crown.

Si apprende che Indra guiderà il progetto europeo di Ricerca e Sviluppo CROWN che fornirà ai caccia e agli aereomobili europei capacità che combinano radar, comunicazioni e difesa elettronica per dominare lo spazio radioelettrico e operare con vantaggio sul nemico.

La società coordinerà il lavoro di un consorzio formato da Thales, Office National D’Etudes et de Recherches Aerospatiales (ONERA), Hensoldt, Fraunhofer-Gesellschaft, SAAB, Totalforsvarets Forskningsinstitut (FOI), Netherlands Organisation for Applied Scientific Research (TNO), Leonardo, Elettronica, Baltijos Pazangiu Technologiju Institutas (BPTI).

Il progetto è stato selezionato per far parte della Preparatory Action On Defence Research della Commissione Europea, gestita dall’Agenzia Europea per la Difesa.

0

La relazione della Corte dei Conti sulla gestione dell’ASI, che tra l’altro controlla il CIRA, approda sui maggiori organi di stampa nazionali.

Abbiamo riportato sul nostro blog in vari articoli non solo la relazione completa della Corte dei Conti sull’ASI ( esercizio finanziario 2018). ma anche numerosi stralci in cui si evidenziano aspetti critici della sua gestione con specifico riferimento a temi come la discutibile gestione della società CIRA controllata dall’ASI e la poca  trasparenza sulle procedure contrattuali.

Sono tutti temi ripresi largamente dai media nazionali.

Per quanto riguarda le procedure contrattuali ecco quanto scrive il giornale la Notizia ( molto vicino alla maggioranza di Governo):

“Niente gare. Ad andare in orbita all’Agenzia spaziale italiana, l’ente pubblico creato nel 1988 con il compito di predisporre e attuare la politica aerospaziale nazionale, sono gli affidamenti diretti. “

Copyright © 2020 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald