0

Il contributo nell’immediato dopoguerra di ex scienziati nazisti alla Nasa nello sviluppo del programma lunare.

Si tratta  di’ una coproduzione italo-tedesca  in preparazione con gli sceneggiatori israeliani.
La storia parte dal 1950, quando un convoglio di autobus con 118 famiglie tedesche a bordo attraversa il Tennessee River. La maggior parte di loro non parla inglese. I tedeschi, parte dell’élite tecnologica del caduto regime nazista, sono stati chiamati a costruire missili balistici per l’esercito americano sotto la supervisione della Cia.
E’ un segmento importante della storia spaziale in cui assume rilievo la figura de  barone Wernher Magnus Maximilian von Braun.
0

La relazione della Corte dei Conti sul CIRA:severe critiche sul consiglio d’amministrazione del Centro di Capua ed indirettamente anche sull’ASI principale azionista. Profili di conflitti di interesse?

In un precedente articolo abbiamo posto in evidenza che La Corte dei Conti ha inoltrato al Parlamento la relazione sulle attività del CIRA nel 2016.
La relazione, rinvenibile sul sito della Corte dei Conti, è molto pesante e pone in evidenza elevate criticità del CIRA in termini gestionali e giuridici ed a nostro parere implica rilevanti  responsabilità per il CIRA e per ASI pricipale azionista del Cento di ricerca di Capua..
Per quanto riguarda gli aspetti specifici del consiglio d’amministrazione i magistrati contabili osservano tra l’altro quanto segue:
  “tra i consiglieri da ultimo nominati su designazione della sola Agenzia Spaziale Italiana vi è anche un imprenditore del settore aerospaziale, nell’ambito del quale partecipa a diverse società tra le quali, in qualità di socio fondatore, a una società che, a seguito di un accordo di commercializzazione concluso con una società partecipata dal socio pubblico di maggioranza relativa ASI, ha acquisito il 25 per cento di altra società fondata dal neonominato consigliere di amministrazione, che risulta pertanto anch’essa partecipata indirettamente dall’ASI.
Al riguardo, ferma la necessità di un attento presidio circa l’applicazione della disciplina in
materia di interessi degli amministratori, è d’uopo evidenziare che, in tale sua nuovacomposizione, nel Consiglio di amministrazione non risulta più presente, a differenza dalle precedenti consiliature, alcun componente proveniente da istituzioni accademiche o di ricerca, nonostante che la ricerca aerospaziale costituisca la vocazione istituzionale normativamente assegnata al CIRA e la sostanza del Pro.R.A. che il CIRA è chiamato ad attuare. Per contro, l’assenza di componenti provenienti da istituzioni accademiche o di ricerca si è tradotta in un
corrispondente raddoppio del peso, nella nuova composizione del consiglio diamministrazione, dei componenti di provenienza imprenditoriale, posto che al consiglieredesignato dai soci imprenditori privati, naturale espressione del complessivo settore
imprenditoriale aerospaziale normativamente prevista, si è aggiunto il consigliere designato dal socio pubblico Agenzia Spaziale Italiana, che svolge direttamente attività imprenditoriale nel settore aerospaziale attraverso proprie aziende.”
Per la cronaca il consigliere in questione  potrebbe essere  lo stesso che poi è stato designato dal Ministro per lo sviluppo economico per il nuovo consiglio d’amministrazione dell’ASI.
La questione, che  da noi è stata pienamente trattata anche  in precedenti articoli, è ancora non risolta, in quanto si è in attesa delle decisioni politiche che saranno prese sul futuro dell’ASI dal comitato interministeriale per lo spazio di Palazzo Chigi.
Intanto una notizia positiva per il CIRA a cui il 10 ottobre scorso ha fatto visita il Consigliere militare di Palazzo Chigi, nonchè segretario del Comitato interministeriale per lo Spazio ( vedi sito ASI)
” ha apprezzato l’elevato valore scientifico e tecnologico degli impianti e delle attività di ricerca svolte al CIRA e ha assicurato il coinvolgimento del Centro nella Struttura di coordinamento del Comitato interministeriale per lo spazio e l’aerospazio”
0

Concorsi per dirigente tecnologo: i responsabili di unità nella prevalenza dei casi sarebbero risultati ultimi.

Interveniamo ancora una volta sul concorso per 4 posizioni di dirigente tecnologo , da poco ultimato in ASI ed oggetto di interrogazioni parlamentari tuttora in corso.
Ormai i risultati  sono praticamente a  tutti noti, eccetto per quello della posizione DT4 (già noto tuttavia informalmente).
I vincitori sarebbero  esclusivamente  candidati già dipendenti  dell’ASI ed inoltre  i candidati responsabili di unità organizzative dell’ASI  sarebbero risultati  per tre posizioni di concorso ultimi in graduatoria ed  in alcuni casi addirittura superati nel punteggio dai loro stessi  dipendenti.
Sono verdetti che francamente lasciano sorpresi.
Come interpretarli?
0

La partecipazione italiana alla riunione di Madrid: una cartina di tornasole.

A fine mese dovrebbe tenersi a  Madrid l’importante riunione dell’ESA in cui saranno  prese in esame le future strategie europee spaziali e saranno gettate le basi per un’autonomia strategica dei servizi di lancio dello Spazio europeo
La delegazione italiana potrebbe  essere guidata proprio dal sottosegretario Giancarlo Giorgetti alla Presidenza del Consiglio  che presiede il Comitato interministeriale per lo Spazio.
Come sarà composta la delegazione? La sua articolazione  potrà essere anche una cartina di tornasole,ovvero un valido indicatore dei futuri assetti organizzativi dello ” spazio italiano”
0

A Natale le bambine avranno in regalo Barbie astronauta

È’ stata presentata ufficialmente nella Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze Barbie astronauta.
La bambola è ispirata all’astronauta italiana dell’ESA e ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare, Samantha Cristoforetti, protagonista tra il 2014 e il 2015 della missione “Futura” dell’Agenzia Spaziale Italiana, per la quale è rimasta 199 giorni in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale.
0

Stazione spaziale internazionale: temporaneo abbandono?

L’atterraggio di emergenza di giovedì 11 ottobre dalla Soyuz –avrà rilevanti ripercussioni  sulle atttività di utilizzazione delle ISS.
Potrebbe esservi anche un suo temporaneo abbandono le attività sulla ISS in attesa di verificare le cause dei malfunzionamenti.
L’Agenzia spaziale russa, Roscosmos, ha già avviato indagini e analisi tecniche per capire che cosa sia accaduto, ma potrebbero essere necessari mesi prima che si decida di far volare nuovamente gli astronauti con le Soyuz.
Ne risentiranno i programmi di tutte le agenzie spaziali impegnate nel settore e quindi anche quella italiana.
E il volo di Parmitamo?
0

Valditara e’ il nuovo direttore del MIUR per l’università’ e la ricerca.

 

Come si apprende dal sito internet del Miur Giuseppe Valditara e’ il nuovo direttore del dipartimento per la formazione superiore e la ricerca.

 

0

Tragedia scampata per la Soyuz:ritardi nelle missioni umane.

Grazie a Dio non vi sono stati gravi conseguenze per gli astronauti.

Il volo umano entra in una fase di difficile transizione e dovranno essere rivisti nella programmazione e ciò’ accadra’ anche per il volo di  Parmitano.

E’ lecito domandarsi quanto elevati siano i risechi per gli uomini a bordo.

E’ necessario che tutto vada approfondito nel dettaglio.a livello nazionale ed internazionale.

E sembra ormi non maturo anche il turismo spaziale.

Tutta la problematica dovrebbe essere ben valutata dal comiitato inter ministeriale dello spazio.

0

Non solo a Roma,ma anche a Milano per le buche stradali si ricorre ai satelliti.

Si apprende che sarebbe stato siglato un accordo Tra la Città’ metropolitana di Milano e l’ASI al fine di avere a disposizione le immagini satellitari della rete stradale provinciale

Si ricorda ( nostri articoli di anni fa) che nel lontano 2010 un siffatto accordo fu fatto per Roma dal sindaco  e Presidente dell’ASI dell’epoca.

Gli effetti sono ben evidenti ai cittadini capitolini.

0

Concorso per tecnologo in ASI : dopo l’annullamento deglI atti da parte del TAR tutto da rifare.

La sentenza del TAR Lazio da noi già’ commentata ha avuto effetti devastanti.Dopo l’annullamento degli atti procedurali da parte della giustizia amministrativa, l’ASI, d’intesa con i sindacati avrebbe preso atto della caducazione del concorso Per tecnologo (vedi sentenza)

Sara’ rifatto? Al momento non si sa. Intanto  con procedura d’urgenza si procede alla stabilizzazione di un ‘ unità’ di personale’di  cui è’ caducato per effetto della sentenza il contratto a tempo indeterminato.

Questo bel risultato  si ha dopo anni di ricorsi e contro ricorsi,

Ma chi pagherà’ in ASi per lo svolgimento di concorsi dichiarati nulli dalla giustizia amministrativa?

Vi saranno  azioni risarcitorie da parte della Corte dei Conti nei confronti dei responsabili del l’espletamento dei concorsi ?

Saranno coinvolte anche le commissioni esaminatrici?.

Provvedera’ il Miur a procedere alle valutazioni del caso?

similia similibus?

Si informa  che nei giorni scorsi sono state ultimate con le prove orali  le procedure del concorso per dirigente tecnologo per il quale  sono sti presentati atti ispettivi parlamentari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © 2018 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald