0

Il 2018 un anno importante per l’ASI. Cosa cambierà tutto o anche nulla?

Circa una sttimana fa , come è noto, il MIUR ha pubblicato l’avviso di chiamata per la presentazione delle candidature alla Presidenza dell’ASI  in scadenza nel maggio prossimo.
Tra i requisiti si segnala l’impossibilità di candidarsi per coloro che vanno in quiescenza nei prossimi cinque anni. Si abbasserebbe pertanto di molto la soglia anagrafica dei partecipanti.
Cosa accadrà?
Molte sono le ipotesi ma quella più consistente resta, secondo la nostra opinione la riconferma  del Presidente in carica.
 Moti imprevisti potrebbero derivare comunque  sia dalle imminenti elezioni politiche, sia dalla pubblicazione della legge di riordino sullo spazio che prevede tra l’altro la modifica dello statuto dell’ASI in applicazione del quale si procede alla presentazione delle candidature per la Presidenza dell’agenzia spaziale.
0

Pubblicato dal MIUR l’avviso di chiamata per la designazione del Presidente dell’ASI.

In vista della scadenza del mandato del Presidente in carica dell’ASI, il MIUR ha indetto un avviso di cgiamata pubblica per la selezione del nuovo Presidente dell’Agenzia spaziale..
Invitoiamo alla lettura dell’avviso di chiamata del 1 febbraio 2018

0

Osservazione della Terra: e’ sempre in attuazione la collaborazione tra ASI e Università degli studi della Basilicata?

Il 18 marzo 2009 ( vedi sito internet dell’ASI) fu formalizzato un “Accordo Quadro di Cooperazione” tra l’Università degli Studi della Basilicata e l’Agenzia Spaziale Italiana.
L’accordo,  nel rispetto delle rispettive finalità, prevedeva che l’Agenzia Spaziale Italiana e l’Università definissero ed avviassero concrete forme di collaborazione al fine di addivenire allo sviluppo di iniziative, progetti e programmi congiunti nell’ambito del sistema di relazione locale, nazionale ed internazionale per la realizzazione di attività  di ricerca e sviluppo e di formazione.
In una prima applicazione dell’Accordo Agenzia Spaziale Italiana e UNIBAS avrebbero collaborato su iniziative atte a potenziare il Polo Spaziale di Matera con specifico riferimento all’avvio ed allo sviluppo di un “Centro di Interpretazione Dati per l’Osservazione della Terra” presso cui, utilizzando i dati SAR (Synthetic Aperture Radar) provenienti dalla missione Cosmo SkyMed integrati a dati ottici provenienti da altre fonti, satellitari e non, verranno sviluppati prodotti, applicazioni e servizi avanzati di Earth Observation.
E’ sempre in vigore l’accordo, anche con specifico riferimento alle osservazioni della terra, dal momento che sono trascorsi molti anni peraltro con vari avvicendamenti?
0

Volge al termine (15 maggio 2018) anche il mandato dell’attuale Direttrice Generale dell’ASI. Che cosa accadrà?

Siamo andati a consultare la sezione dell’ASI dedicata all’Amministrazione trasparente. ove è posto in evidenza che volge al termine anche il mandato dell’attuale Direttrice dell’ASI.
Si parla infatti del 15 maggio 2018, in coincidenza della scadenza del mandato del Presidente.
Che cosa accadraà? E’ prematuro prevederlo perche è ben noto come la nuova nomina sia  fortemente legata  al nuovo mandato del presidente dell’ASI che assume peraltro una connotazione diversa nel contesto della nuova legge spaziale.
0

Oncologi ed etologi: non faranno più parte del prossimo comitato scientifico dell’ASI?

La  nuova legge spaziale, di cui si attende la firma del Capo dello Stato,  prevede una composizione diversa del consiglio tecnico-scientifico e recita al riguardo:
“Il consiglio tecnico-scientifico è nominato dal consiglio di amministrazione ed è composto, oltre che dal presidente dell’Agenzia che lo presiede, da non più di sette componenti, scienziati, anche stranieri, di fama internazionale, con particolare e qualificata professionalità ed esperienza nel settore di competenza dell’Agenzia, di cui due designati dal presidente medesimo e gli altri dal Comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio e alla ricerca aerospaziale. Uno dei componenti è individuato tra personalità significative del mondo industriale e della piccola impresa. I componenti del consiglio tecnico-scientifico durano in carica quattro anni e possono essere confermati una sola volta.”
Pertanto oncologi ed etologi non potranno essere più, come è accaduto sia nel comitato in carica, sia nel precedente,  Presidenti, o componenti del consiglio tecnico.dell’ASI. E’ molto probabile per non dire certo.
Che peccato! Dura lex, sed lex.
0

La decisione del 10 gennaio 2018 su un concorso dell’ ASI. Attesa ad horas la pubblicazione della sentenza.

Il 10 gennaio 2018 è stato discusso nel merito il ricorso al TAR Lazio di un dipendente dell’ASI contro l’Ente per l’espletamento di un concorso di molti anni per dirigente tecnologo.
Si attende la sentenza,
Ancora una volta il motivo della controversia è il computo (erroneo? ) dell’anzianità  dei vari candidati” misurata”( si fa per dire) in due selezioni coordinate entrambe da dirigenti tecnologi dell’ASI.
E’ proprio vero che il calcolo dell’ASI ha rappresentato sempre il piunto debole delle selezioni concorsuali in ASI.
Non dimentichiamoci infatti  che l’ASI con una sentenza del dicembre 2014 è stata stata condannata dal Tribunale di Roma a riconoscere in favore di un suo dipendente a tempo indeterminato, l’anzianità di servizio maturata con contratti di lavoro a tempo determinato dal 1993 al 2004 e quindi alla ricostruzione di carriera con il pagamento delle relative differenze retributive.
0

Più restrittivi i criteri per le nomine all’Agenzia Spaziale Italiana.

La legge sul riordino spaziale è ormai approvata da meno di un mese e diventerà attuativa con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.
E’ degna di rilievo la seguente norma approvata dal Parlamento ( su richiesta del Movimento Cinque Stelle):
non possono ricoprire cariche di governo o cariche politiche elettive a qualunque livello, ovvero incarichi  o uffici di rappresentanza nei partiti politici.
Sono immediatamente sostituiti  in caso di incombenza sopravvenuta , grave violazione dei doveri inerenti all’ufficio, ovvero nel caso in cui riportino condanna, anche con sentenza non passata in giudicato per uno dei reati previsti dal capo I del titolo II del libro secondo  del codice Penale.
 ( leggasi reati contro la pubblica Amministrazione).
Questa norma, assieme ad altre relative alle competenze specifiche del consiglio d’amministrazione, non sembra essere di poco conto.
0

I provvedimenti del C.D.A. dell’ASI.

 Si è tenuto in questi giorni il consiglio d’amministrazione dell’ASI, ricco, come al solito di provvedimenti programmatici, gestionali e sul personale .
Moltissime le iniziative approvate e tra queste  quella .tra l’ASI e Sapienza Università di Roma – Dipartimento di Scienze Politiche per “OSL – Outer Space Law for International Cooperation and Sustainable Development”.
Per la cronaca, come appare dal sito internet ( sempre che sia aggiornato), il direttore  del dipartimento è anche consigliere d’amministrazione dell’ASI.
0

ASI e CNR collaborano in progetti di ricerca innovativi.

Il 18 dicembre us il presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Massimo Inguscio e il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) Roberto Battiston hanno firmato un accordo per nuovi progetti di ricerca in molteplici tematiche come l’osservazione della Terra e dello spazio, il trasporto spaziale, i biocombustibili innovativi e le tecnologie quantistiche.
L’accordo prevede anche lo scambio di personale, l’utilizzo comune di laboratori e la realizzazione di attività didattiche e di divulgazione scientifica.
Nascerà il solito  Comitato di indirizzo composto da quattro membri, due nominati dall’ASI e due nominati dal CNR, che potrà avvalersi del supporto di dipendenti e consulenti con specifiche competenze nelle tematiche e nei progetti individuati.
0

Notizie bufale sull’ASI?

Giorni fa  vi è stato un question time nell’aula della camera dei deputati in cui un parlamentare della Lega nord ha richiesyo al Ministro Vigilante la revoca del mandato del Presidente dell’ASI.
Ne abbiamo riportato in un precedente articolo la verbalizzazione completa della seduta nella quale La Ministra del MIUR, ha negato i fatti accaduti posti in evidenza dall’interrogante.
Sembrerebbe dunque una notizia bufala o per meglio dire una fake percè nulla sarebbe accaduto.
Una delle tante bufale che inondano lo scenario politico nazionale?
E’ andata proprio così?

Copyright © 2018 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald