0

Prove di collaborazione nella ricerca tra Italia ed Iran.

Si conclude oggi l’’Iran-Italy Science Technology & Innovation Forum,il primo evento dedicato all’internazionalizzazione ed allo scambio scientifico, tecnologico e commerciale tra il mondo della ti sono presenti alle giornate internazionali.ricerca e dell’impresa italiano e quello iraniano.
Da parte italiana il Forum è promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed organizzato da Città della Scienza di Napoli.
Con questa  manifestazione si intende costituire una piattaforma permanente di cooperazione ed internazionalizzazione tra Italia ed Iran promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca italiano e dal Ministero della Scienza, Ricerca e della Tecnologia Iraniano.
0

Su Marte sventoleranno le bandiere italiana e cinese?

La corsa su Marte è avviata da tempo.
Un importante contendente è l’Italia  che è in campo  con l’Agenzia Spaziale. Infatti proprio qualche giorno Roberto Battiston Presidente dell’ASI  ha firmato un accordo con Wang Zhaoyao, direttore generale della China Manned Space Agency, l’agenzia di Pechino che si occupa dei voli umani nello spazio. Il patto siglato ieri prevede la costituzione di un comitato congiunto tra i due paesi, che si riunirà almeno una volta l’anno e stabilirà i dettagli della collaborazione.
Dunque grandi ambizioni da parte italiana che è presente in molti programmi internazionali.
Vi saranno finanziamenti sufficienti?
0

Tempi migliori per il centro spaziale di Malindi?

Si apprernde dal sito internet dell’ASI  che si è tenuto il primo incontro del Joint Steering Committee tra Italia e Kenya dopo il rinnovo dell’accordo per il Centro Spaziale “Luigi Broglio”di Malindi firmato al Forum Internazionale di Trento dedicato alla ricerca spaziale.
Sono stati esaminati gli aspetti tecnici e operativi dell’accordo in vista della ratifica da parte dei rispettivi parlamenti.
” Il nuovo accordo prevede che la collaborazione tra le due parti si sviluppi su un piano di eguaglianza, sia i termini di responsabilità che di doveri: un Comitato di gestione paritetico sarà responsabile della base con compiti di supervisione e verifica; il Joint Steering Committee, invece, sarà responsabile della realizzazione dell’accordo con compiti di indirizzo, controllo e programmatici.”
Possiamo sperare dunque in un futuro migliore nei rapporti spaziali Italia-Kenya?
0

Allarme in Italia: ogni 4-5 anni può esservi un evento sismico importante. Intanto è stato sancito l’ accordo italo-giapponese per la gestione dei rischi anche con i satelliti.

In Italia “statisticamente ci sono almeno 25 terremoti distruttivi ogni secolo e ogni 4-5 anni si può verificare un terremoto importante“: lo avrebbe dichiarato il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Carlo Doglioni, al Workshop sulla prevenzione del rischio sismico in Italia e Giappone, organizzato a Roma dalla Fondazione Italia-Giappone e dall’Ambasciata del Giappone, in collaborazione con il ministero degli Esteri.
Non vi è dunque da stare tranquilli!
Intanto nel contesto dell’incontro italo nipponico  è stato firmato l’accordo secondo cui l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale Giapponese (JAXA) coopereranno nella gestione dei disastri attraverso l’uso dei dati dei rispettivi sistemi satellitari COSMOSkyMed e ALOS-2.
 In base all’intesa i dati di COSMO-SkyMed saranno utilizzati in modo congiunto e sinergico con quelli del satellite radar ALOS-2, al fine di rispondere a situazioni di emergenza sui territori italiano e giapponese.
L’intesa, inoltre, prevede attività di ricerca congiunte sulle tematiche di gestione dei rischi e la creazione di un archivio dati relativo ai rispettivi Paesi.
0

La collaborazione spaziale italo russa nel quadro della cooperazione economica bilaterale

Il 5 ottobre si è aperta a Roma la XIV sessione del Consiglio Italo Russo è la cooperazione economica, industriale e finanziaria presieduta dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, e dal Vice Primo Ministro della Federazione Russa, Arkady Dvorkovich.
I temi oggetto di attenzione sono: energia, trasporti e infrastrutture, agroalimentare, governance e PMI, alte tecnologie e spazio.
Per quanto riguarda il settore spaziale, in agenda sono   progetti di cooperazione bilaterale, tra i quali, l’avviata collaborazione per lo sviluppo di un sistema satellitare di osservazione della terra geonsincrono ed il progetto di astrofisica Millimetron er la realizzazione di un osservatorio spaziale interferometrico e  la collaborazione sulla Stazione Spaziale con la partenza di Paolo Nespoli a bordo della Soyuz e la partecipazione alla missione ExoMars.
Il grupppo spazio è stato preseduto dai rappresentanti delle due agenzie spaziali: Sergey Saveliev, Vice Presidente con delega per le Relazioni Internazionali, ROSCOSMOS e Gabriella Arrigo, Responsabile Relazioni Internazionali, ASI.
0

L’Italia approva accordi spaziali con la Russia e vota a favore della proroga delle sanzioni.

La folta delegazione italiana  capeggiata da Renzi reduce dal viaggio in Russia è tornata a mani piene con accordi bilateroli anche in settori a tecnologia avanzata come quello spaziale.
Fa notizia infatti il memorandum d’intesa sottoscritto dal presidente dell’ASI con l’omologo russo nel campo eminentemente strategico del   telerilevamento.
Che valore hanno questi accordi sottoscritti da un Ente pubblico nazionale, tenendo conto della proroga delle sanzioni applicata dall’Unione Europea, di cui l’Italia fa parte?
Sembra esservi un po’ di confusione.
Comunque era presente il premier del Governo italiano che, si presume, conosca la situazione geopolitica.
0

L’incontro di Renzi con Putin a San Pietroburgo: una gerla di accordi tra cui quello spaziale.

Una visita del Premier ad un omologo estero è sempre foriera di lenzuolate di accordi.
Così è stato nell’ultimo incontro di Renzi con Putin.
Si sono sottoscritte lenzuolate d’accordi e tra questi campeggia quello spaziale sul telerilevamento, come è ben testimoniato peraltro dal sito dell’agenzia spaziale in cui vi è una foto che ritrae il felice evento della firma di Battison con l’omologo russo alla presenza di Putin e Renzi.
0

Ratifica in Parlamento dell’accordo Italia-USA.

Il Parlamento ha ratificato nei giorni scorsi l’accordo Italia. USA sullo spazio extra atmosferico.
Le aree di cooperazione e di interesse sono individuate nell’esplorazione umana dello spazio, l’osservazione dell’universo e della Terra e le modalità attraverso cui realizzarle (satelliti, strumenti scientifici, piattaforme satellitari ed aeree, missioni ed esplorazioni umane).
 L’Accordo “disciplina le modalità per la registrazione di oggetti spaziali, il trasferimento di dati tecnici e beni e il regime di proprietà intellettuale e stabilisce le modalità per la diffusione al pubblico di informazioni relative alle cooperazioni di settore e per lo scambio di personale e per il reciproco accesso alle strutture”.
0

Il Focus spaziale Italia-Brasile.

Sarà un evento importante quello previsto il 5 novembre pv presso l’ambasciata d’Italia a Brasilia. i occasione della visita in Bresile del nostro Ministro degli Esteri.
Saranno messe a confronto le esperienze italiane e brasiliane nel settore spaziale.
. All’evento partecipano i principali attori del settore: i presidenti delle Agenzie spaziali nazionali, alti rappresentanti delle Difese e dell’Industria.
Interverranno anche esponenti del mondo accademico, quarta parte interessata e già coinvolta con un nucleo di professori italiani di ingegneria aerospaziale che insegnano presso l’Università di Brasilia.
0

Il Ministro del MIUR va in Marocco e firma accordi.

Vi è stato un importante incontro tra il Ministro Giannini ed il suo omologo marocchino per la cooperazione bilaterale tra i due Paesi.
E’ stata firmata una dichiarazione di intenti per la collaborazione su otto settori chiave: agricoltura, aeronautica, architettura, settore automobilistico, medicina, ricerca oceanografica, università a distanza, trasferimento tecnologico.
Sono state in particolare individuate otto Università ed Enti di ricerca che saranno capofila dei programmi e dei progetti congiunti: Politecnico di Torino; Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica di Trieste; Università Sapienza di Roma; Dipartimento di Scienze Bio-agroalimentari del Cnr; Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze; Netval; Università Uninettuno; Università “Federico II” di Napoli.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald