0

Cina e Francia avviano un’intensa collaborazione spaziale.

 

 
 
In occasione della visita del presidente cinese Chine Xi Jinping in Francia il CNES e il CNSA  ( l’agenzia spaziale cinese) hanno sottoscritto un accordo spaziale concernente sia l’esplorazione planetaria con specifico riferimento all’esplorazione lunare., sia lo studio con i satelliti dei cambiamenti climatici.
0

Giorni decisivi per la via della seta. Probabilmente saranno fuori accordo i programmi sensibili.

Roma è in questi giorni blindata per motivi di sicurezza a causa della visita del Presidente della Cina.
Molti saranno gli accordi che saranno sottoecritti tra i due Paesi Italia e Cina.
Perplessità rimangono sino all’ultimo sul contenuto globale dell’intesa bilaterale, soprattutto tra i fue alleati di Governo.
I programmi spaziali di collaborazione con la Cina, già predisposti dall’ez Presidente dell’ASI Roberto Battiston, saranno parte integrante dell’intesa.
Molti obiettano che siano progetti sensibili e di natura politica e non solamente commerciale.
0

Settimana cruciale per l’accordo Italia-Cina. Implicazioni sul comparto spaziale e quali?

 

Mancano pochi giorni all’arrivo in Italia del presidente Xi Jinping.
La Lega sta facendo molta resistenza, “quel Memorandum non è la Bibbia, tutto è modificabile” ha detto Salvini.
“Il Memorandum d’intesta Italia-Cina non è in discussione”.Serve  comunque prudenza quando sono in ballo sicurezza e sovranità nazionale.
Vi sono compresi anche  dati sensibili e strategici che riguardano anche lo spazio?
E’ un tema di cui si parla da molto tempo.
Sarà stato approfondito anche dal comitato interministeriale per lo spazio a Palazzo Chigi presieduto dal sottosegretario Giorgetti di cui fa parte la Ministra della Difesa, principale esponente del Governo nei rapporti con la NATO?
0

Fra qualche anno in orbita una stazione solare cinese.

La Cina starebbe seriamente studiando di mettere in orbita una grandissima stazione solare da diversi GW di potenza, posta a 36.000 chilometri di distanza dalla Terra.
L’energia elettrica sarebbe convertita in un fascio di microonde inviato a una stazione ricevente sulla superficie terrestre, dove queste microonde sarebbero riconvertite in elettricità da immettere nella rete
Uuna stazione di questo tipo sarebbe un’inesauribile fonte di energia pulita per l’umanità e potrebbe fornire energia in modo affidabile il 99% delle volte con un rendimento pari a sei volte quello di tutte le centrali solari terrestri.
Nel fotovoltaico terrestre la Cina è già diventata leader globale: per capacità produttiva di pannelli, per potenza totale installata e per la crescita annuale in termini assoluti delle nuove installazioni.
0

La Cina dà spazio ai privati nell’aerospazio.

Nella  complessa realtà industriale cinese emergono nuove società commerciali  dedicate all’aerospazio come  OneSpace e iSpace
 Le due start-up   istituite dopo il parere favorevole del governo cinese che ha deciso di portare avanti una politica di apertura verso l’iniziativa privata nel settore spaziale.  continuano ad affermarsi con l’obiettivo di effettuare il primo lancio orbitale a metà del 2019.
Lo scopo  è quello di  incentivare gli investimenti in aree di lancio specifiche, quali il telerilevamento e il lancio di satelliti commerciali.
0

L’indiscussa leadership cinese nello spazio.

 

Sarebbe stato difficile prevedere  molti anni fa che la Cina andasse per prima sul lato oscuro della Luna.
Eppure è stato così!
Ormai hanno fatto il giro del mondo le prime foto del cratere von Karman. inviate dalla sonda Chang’e4.
Il cratere, che è vicino al polo sud Lunare, sarà esplorato dal rover, ancora senza nome, che verrà rilasciato nei prossimi giorni.
la Cina, attualmente il terzo Paese (dopo Russia e Stati Uniti) a poter lanciare i suoi astronauti ha l’ambizione di diventare la nazione leader dell’esplorazione spaziale.
E’ quindi importantissima la collaborazione spaziale avviata da anni dall’Italia con la Cina.
0

Geopolitica spaziale: missione congiunta sino. francese per il lancio di un satellite oceanografico.

Il satellite franco-cinese CFOSat (China France Oceanography Satellite) è stato posizionato in orbita  a 530 oebita d’altezza il 29 ottobre scorso mediante il lanciatore cinese Lunga Marcia 2C dalla base Jiuquan nella Momgolia interna.
Il suo obiettivo è lo studio delle caratteristiche del vento e delle onde di superficie degli oceani  per una migliore predizione delle variazioni climatiche.
Il presidente cinese Xi Jinping e il suo omologo francese Emmanuel Macron si sono scambiati messaggi di congratulazioni
 Nel suo messaggio, Xi Jinping ha sottolineato che la cooperazione instaurata in campo aerospaziale costituisce una parte importante della partnership strategica globale sinofrancese
.Dal canto suo, Emmanuel Macron ha affermato che il successo di questo lancio segna un passo importante nella cooperazione in campo aerospaziale tra i due Paesi. La cooperazione in questo settore costituisce una parte importante della cooperazione strategica bilaterale.
0

Firmato a Tel Aviv un accordo di collaborazione quadriennale tra Israele e Cina.

 

E’ stato inaugurato nei giorni recenti  a Tel Aviv il Centro israeliano per l’Innovazione.
La presenza all’inaugurazione dell’Israeli Innovation Center del vicepresidente cinese Wang Qishan – insieme al Primo Ministro di Israele Benjamin Netanyahu – e del fondatore di Alibaba, Jack dimostra come siano molto solidi i rapporti tra Israele e Cna.
 I due Paesi hanno firmato in particolare  un accordo quadriennale per aumentare la cooperazione in vari campi, tra cui innovazione, scienza, istruzione, economia, commercio, tecnologia, salute, ambiente, università, l’agricoltura e anche con riferimento all’agenzia israeliana per lo sviluppo e la cooperazione internazionale che opera sotto il Ministero degli Affari Esteri (Mashav).
 Presente all’evento  anche l’ex CEO di Google e fondatore dell’Innovation Endeavors, Eric Schmidt, il vicepresidente senior di Facebook, David Marcus, centinaia di uomini d’affari cinesi, ma anche imprenditori, ricercatori e manager e delegazioni da tutto il mondo, tra cui: Indonesia, Singapore, India, India, Africa, USA, Italia, Francia, Australia, Regno Unito, Corea del Sud, Messico, Svizzera, Russia, Germania..
0

Fra qualche anno in Cina una luna artificiale in orbita.

Si apprende che l’industria spaziale cinese punta ( Tian Fu New Area Science Society di Chengdu)a lanciare in orbita entro il 2020 la prima luna artificiale al mondo. Lo fa per migliorare l’illuminazione urbana.
Il lancio è previsto dal centro spaziale di Xichang e il satellite artificiale sarà posizionato sopra la città di Chengdu, capitale della provincia del Sichuan.
 La luna artificiale avrà un rivestimento in grado di riflettere la luce del Sole sulla Terra e  sarà otto volte più luminosa della luna vera, in virtù della sua maggiore vicinanza alla Terra.
Infatti il satellite artificiale stazionerà ad un’altitudine di 500 chilometri (la luna vera dista invece circa 380mila chilometri).
Posizione e luminosità del fascio di luce potranno essere modificati.
Secondo le prime stime la città di Wu potrebbe risparmiare circa 1,2 miliardi di yuan all’anno (circa 150 milioni di euro) in elettricità se il satellite illuminasse un’area di 50 chilometri quadrati.
La Cina non è il primo Paese che tenta di riflettere i raggi del sole sulla Terra. Negli anni ’90, gli scienziati russi hanno sviluppato un progetto simile chiamato “Znamya”, interrotto dopo alcuni test.
0

Compie trent’anni la cooperazione sino-brasiliana nello spazio.

Autorità Brasiliane e Cinesi hanno celebrato nei giorni scorsi il 30mo anniversario della cooperazione tra Pechino e Brasilia nel settore a Brasilia.
La partnership, nota come il programma Cbers (Programma sino-brasiliano di risorse terrestri), ha permesso la produzione di cinque satelliti sino-brasiliani, mentre il sesto dispositivo di telerilevamento, il Cbers-4A, verrà lanciato il prossimo anno dalla base di lancio cinese di Taiyuan. La proficua collaborazione coordinato dall’Agenzia spaziale brasiliana (Aeb) e dall’Amministrazione spaziale nazionale della Cina  ha permesso lo sviluppo di un sistema di telerilevamento completo (spaziale e terrestre) per fornire immagini gratuite ad entrambi i paesi e a più di 20 nazioni dell’America del Sud, del sud dell’Africa e del sudest asiatico.
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald