0

Ronaldo ricorre alla strumentazione della NASA per curare una lesione muscolare.

Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus lavora per recuperare dall’infortunio muscolare in Nazionale. dopo avere accusato un problema al flessore della coscia destra,
Non gli mancano cure fisioterapiche adeguate e ricorrerà anche all’impiego a casa di  Alter G un macchinario progettato dalla Nasa, l’agenzia spaziale statunitense, acquistato ai tempi del Real Madrid per circa 2 milioni di euro.
Si allenerà in assenza di gravità: in pratica si corre su un tapis roulant, inserito all’interno di un involucro dove è possibile regolare la pressione dell’aria per ridurre il peso corporeo fino all’80%.
0

Esperimento della DLR tedesca: volontari due mesi a letto senza mai alzarsi.

!2 uomini e 12 donne staranno due mesi senza alzarsi nemmeno una volta dal letto in cambio di 16.500 euro
Questa è ‘ l’offerta di lavoro pubblicata dall’agenzia spaziale tedesca Dlr per conto della Nasa e dell’European Space Agency.
Per potersi candidare all’insolita offerta di lavoro bisogna avere tra i 24 e i 55 anni, godere di buona salute e conoscere la lingua tedesca. Per essere reclutati è inoltre necessario superare alcuni test di valutazione psicofisica.
Lo studio ha come obiettivo quello di permettere a Nasa e Esa di conoscere meglio gli effetti negativi che possono ricadere sugli astronauti durante le missioni spaziali e progettare quindi soluzioni per preservare lo stato di salute, concentrandosi in particolare sull’indebolimento muscolare e osseo causato dall’assenza di gravità.
0

Nuovo assetto dell’ASI: forche caudine degli emolumenti del Presidente e della nuova direzione generale.

Nella prossima settimana con molta probabilità avremo il Monistro Bussetti  nominerà il neo Presidente dell’ASI dopo il parere del Comint che si riunirà ai primi di Aprile p.v.

Lo ha dichiarato anche  il commissario straordinario dell’Agenzia Spaziale Italiana, Piero Benvenuti, in occasione dell’incontro con la stampa per illustrare le prossime tappe di avvicinamento alla ministeriale Esa in programma il prossimo novembre e presentare il nuovo logo dell’ASI.

Non si pronuncia mai  ufficialmente il nome di Giorgio Saccoccia, alto funzionario dell’ESA, come nuovo Presidente dell’ASI, ma è ormai “vox populi”.
Sorge spontanea una prima domanda. Quale sarebbe lo stipendio del nuovo presidente, qualora fosse Saccoccia?
Si ricorda a tale proposito che sulla materia stipendiale,alcuni mesi fa, il Miur ha scritto a tutti i direttori generali degli Enti Pubblici di Ricerca (Epr) una lettera in cui sostiene che l’indennità massima del presidente di un Epr deve essere pari al 25% dello stipendio percepito, se dipendente pubblico .

Il neo presidente non è allo stato attuale un dipendente pubblico italiano e d’altra parte dovrebbe dimettersi dall’ESA, a meno di non incorrere in un palese conflitto d’interessi. e pertanto il suo stipendio dovrebbe essere soltanto quello di Presidente dell’ASI senza alcuna indennità ulteriore.
Altra questione di non poco conto è quella della direzione Generale.

Secondo le norme statutarie dell’ASI e secondo la recente nomina da parte del Commissaro straordinario, il mandato dell’attuale direttrice cessa con il mandato del Commissario straordinario.Dovrà essere nominato pertanto un direttore ad interim nell’attesa di una call per un nuovo direttore generale. dovrà nominare un Direttore Generale ad interim. Chi sarà?

Entrambi i problemi non sono certo secondari e   potrebbero  introdurre  ulteriori elementi di perturbazione  in un quadro già  complesso.

0

L’India è tra i big spaziali con qualche preoccupazione del Pakistan.

Abbiamo già dato la notizia  che l’India il 27 marzo ha distrutto un satellite a bassa orbita (300 km) durante un test missilistico
Il lancio è avvenuto con grande orgoglio da parte  del premier Modi  che ha detto che
 l’India è così il quarto paese ad aver usato un missile antisatellite dopo Stati Uniti, Russia e Cina
 Stando ad Al Jazeera, la missione era guidata dalla Defence Research and Development Organisation, Drdo, la principale organizzazione di ricerca sulla difesa del Paese.
Grande è la preoccupazione del Pakistan che in un comunicato ufficiale, pur non facendo menzione dell’India,esprime preoccupazione  per azioni che tendano alla militarizzazione dello spazio.
0

Benvenuti tiene una conferenza stampa nella sede dell’ASI sui programmi da portare avanti. Presto è previsto il suo congedo.

La conferenza stampa del Commissario straordinario  dell’ASI Prof Benvenuti, tenutasi alcune ore fa presso l’ASI non ha apportato elementi di novità rispetto a quanto già si era posto in evidenza in questo blog per quanto riguarda l’assetto dell’ASI
E’ stato confermato che nella riunione del Comint della settimana prossima il Ministro del MIUR dovrebbe portare la candidatura del nuovo Presidente dell’ASI ( Saccoccia)
Una volta incassato il parere favorevole, si dovrebbe avere in modo spedito la procedura di nomina.
Il Commissario straordinario ha altreì’ posto in evidennzadi  aver rappresentato al Governo  le difficoltà connesse al fatto che il nuovo presidente dell’Asi arrivi in una fase delicata come quella attuale in cui si lavora all’appuntamento di Siviglia.
Comunque il Governo intende abare avanti nella procedura di nomina del Presidente.
0

Candidati per il movimento cinque stelle all’Europarlamento. Il settore astrofisico e spaziale non è assente.

Trapelano i primi nomi dei candidati europarlamentari del movimento cinque stelle.
Ampia risonanza spetta a Giacinto De Taranto che dovrebbe guidare la lista in Campania, Egli è un  33enne ingegnere aerospaziale che ha un buon curriculum internazionale ma che è diventato noto cinque anni fa per essere fra gli undici italiani selezionati (con un criterio invero a maglie assai larghe) per la molto immaginifica missione privata Mars One, ideata per «colonizzare» il Pianeta Rosso dal 2023 ( una missione per sola andata)
Sempre legata allo spazio, ma in maniera certo più concreta e con un curriculum di spessore, è Valeria Pettorino. Astrofisica, anche lei campana, ha preso parte ai progetti «Planck and Euclid» della Nasa.
È fisico al Cern di Ginevra, invece, Daniele De Pedis, che ebbe   anche gli onori delle cronache  per un thriller sull’11 settembre dove mescolava fantasia a teorie politiche: «Il Mondo sotto chiave».
0

India lancia un missile ASAT e distrugge un satellite a bassa orbita terrestre.

 

In un discorso trasmesso in diretta, il primo ministro Narendra Modi ha annunciato qualche giorno fa  che l’India  hanno lanciato un missile Asat che ha distrutto un satellite nella bassa orbita terrestre, a circa 300 chilometri di distanza.
E’ stato precisato  che”L’India è da oggi la quarta potenza spaziale al fianco di Stati Uniti, Russia e Cina. La nostra nuova capacità non è rivolta contro nessuno, la politica indiana rimane contraria alla militarizzazione dello spazio. Quello di oggi è un risultato senza precedenti nella storia del Paese“.

Fino a ieri soltanto Stati Uniti, Russia e Cina erano le uniche nazioni al mondo con sistemi d’arma spaziali Asat(  sistemi  antisatelliti)

0

Manca la tuta e la passeggiata spaziale tutta al femminile è cancellata.

Sembra incredibile, ma è proprio così.
La prima passeggiata spaziale tutta al femminile.inizialmente prevista per il 29 marzo viena annullata per un banale problema di taglie.
Infatti  l’uscita di  Anne McClain e Christina Koch è stata cancellata dalla Nasa all’ultimo minuto perchè manca la taglia di una delle tute.
A restare all’interno della Stazione Spaziale Anne McClain e al suo posto uscirà Nick Hague.
Insomma nel guardaroba della NASA non vi sono le tutte ciìon le misure adatte per una delle astronaute.
0

Presto La NASA istituirà il direttorato ” da Luna a Marte”.

La direttiva del Governo americano è chiara. Gli astronauti americani ritorneranno entro il 2024.
Lo  ha annunciato il Vice Presidente statunitense Pence  che sovraintende alle politiche spaziali.
 ”La prima donna e il prossimo uomo sulla Luna – ha aggiunto Pence – saranno americani, lanciati da razzi americani dal suolo Usa”.
L’annuncio è stato accolto con entusiasmo dalla Nasa: “Siamo pronti per la sfida!”, ha commentato l’amministratore capo Jim Bridenstine.
Per assicurare il successo della missione, la Nasa “ha deciso di portare avanti  un piano ben definito ed allo scopo sarà istituito un direttorato dedicato che si chiamerà ‘dalla Luna a Marte’”.
0

Cina e Francia avviano un’intensa collaborazione spaziale.

 

 
 
In occasione della visita del presidente cinese Chine Xi Jinping in Francia il CNES e il CNSA  ( l’agenzia spaziale cinese) hanno sottoscritto un accordo spaziale concernente sia l’esplorazione planetaria con specifico riferimento all’esplorazione lunare., sia lo studio con i satelliti dei cambiamenti climatici.
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald