0

Israele ed India: al via calorosi rapporti anche per il lancio di un nano-satellite.

In questi giorni per la prima volta un primo Ministro Indiano si reca in visita ufficiale in Isralele e lo fa per sancire calorosi rapporti soprattutto in campo tecnologico ed industriale.
Sono stati ratificati decine di nuove iniziative economiche con l’India per 280 milioni di shekel (più di 70 milioni di euro).
Si apprende che molte di queste iniziative, che coinvolgono undici ministeri, mirano a superare le barriere che attualmente ostacolano gli affari con l’India, ad esempio con la nomina di consulenti che aiutino gli esportatori israeliani a penetrare nel mercato indiano e la stipula di assicurazioni sull’export a protezione degli investimenti.
La decisione principale del governo è comunque  la creazione di un fondo per l’innovazione di 40 milioni di dollari che incoraggerà la cooperazione fra i due paesi nel settore dell’hi-tech.
 La Israel Aerospace Industries ha recentemente annunciato che unirà le forze con l’indiana Dynamic Technologies Ltd. per sviluppare veicoli aerei senza equipaggio (droni) per il mercato indiano.
 Anche le industrie israeliane della difesa hanno firmato importanti accordi per la fornitura all’India di missili a medio raggio e sistemi di difesa anti-missilistica, mentre i progettisti israeliani hanno utilizzato la tecnologia spaziale indiana, conosciuta in tutto il mondo per i suoi bassi costi e l’alta qualità, per il lancio di un nano-satellite.
0

Collaborazione spaziale tra India ed Armenia.

 

L’Armenia entra nell’arena spaziale e segnatamente nel settore del telerilevamento
Infatti + stato raggiunto un accordo tra Armenia ed India  che realizzerà pwe l’Armenia un satellite dedicato al telerilevamento e formerà al tempo stesso scienziati armeni in campo spazialeL’accordo è stato firmato tra i due Paesi trcentemente a Yerevan  in Armenia.
0

Record di lancio indiano: 104 satelliti in un solo colpo.

Un vero record!
L’India ha lanciato un razzo con a bordo 104 satelliti che sono stati messi in orbita con successo, stabilendo un nuovo record mondiale dopo quello di 37 satelliti lanciati dalla Russia nel 2014.
Il razzo è decollato alle 9.28 locali (le 4.58 in Svizzera) dalla rampa del Satish Dhawan Space Centre (SDSC) presso l’isola di Sriharikota sulla costa est dell’India, posizionando tutti i satelliti in 30 minuti.
  Il carico principale del razzo era un satellite per l’osservazione terrestre da 714 chilogrammi, ma a bordo c’erano altri 103 “nanosatelliti”, di cui 96 appartengono agli Stati Uniti e uno ciascuno da Israele, Kazakhstan, Svizzera e Paesi Bassi.
0

Si consolida la collaborazione scientifica e tecnologica tra Israele ed India.

Israele ed India intensificano maggiormente la cooperazione nel campo della scienza e della  tecnologia.
E’ stato infatti firmato recentemente un accordo bilaterale  ad ampio spettrotra i due Paesi, a quanto si apprenda, nel corso di una visita di una delegazione governativa israeliana in India.
La cooperazione comprende anche il settore spaziale.
Si rileva in particolare che anche il settore privato indiano lavora con partner israeliani., come nel campo farmaceutico per sviluppare una terapia contro il cancro in grado di sopprimere la crescita e lo sviluppo dei tumori.
0

E’ imminente un lancio di 20 satelliti con un vettore indiano.

Il 22 giugno prossimo, l’agenzia spaziale indiana ISRO lancerà in orbita ben 20 satelliti con un solo vettore.
I satelliti saranno lanciati infatti dal Satish Space Centre  a Sriharicota  con un vettore PLSV-C34 e tra questi anche il satellite di telerilevamento indiano Cartosat2,un satellite canadese, indonesiano e tedesco.
0

La partita a scacchi con l’India: i Marò e la Finmeccanica.

Salvatore Girone torna a casa e riaffiora l’intreccio tra i Marà e la Finmeccanica di cui parlammo anche in un articolo di qualche anno fa, quando inspiegabilmente il Governo dell’epoca rimandò in India i fucilieri italiani.
Ora sembra accadere l’inverso, Il marà ritorna in Italia ed il governo indiano decide di  annullare tutte le gare vinte da Finmeccanica per materiale destinato alle sue forze armate, un’iniziativa che preannuncia l’inserimento – come rivela Repubblica –  in una black-list del gruppo italiano sotto inchiesta per lo scandalo delle tangenti pagate nella fornitura di elicotteri AgustaWestland all’aeronautica militare indiana.
Coincidenze?
0

Lanciatori riutilizzabili: ci prova anche l’India.

Abbiamo dedicato più articoli ai lanciatori riutilizzabili parlando dei progetti delle compagnie private americane.
Si sta cimentando in questo settore inoltre non solo l’Europa ( vedi precedente un precedente articolo) ma  anche l’India di cui è previsto un test per lanciatori riutilizzabili nel prossimo giiugno.
Isro, l’agenzia spaziale indiana. sta anche lavorando alla progettazione del lancio di satelliti geosincroni di telecomunicazioni  per satelliti del paeso di 4 tonnellate.
0

Il mini Hubble indiano.

Ne avevamo già dato notizia.
Ora è ufficiale.
L’india ha lanciato il suo primo telescopio spaziale ed ha  messo in orbita ben sei satelliti di cui quattro per conto degli Stati Uniti.
Il mini Hubble indiano si chiama Astrosat.

0

L’India lancia un satellite astronomico.

IL 28 settembre pv l’India lancerà il suo primo satellite interamente dedicato all’astronomia.
Si chiama Astrosat e sarà messo in un’orbita di 650 km di altezza..
Sarà possibile effettuare osservazioni in ultravioletto, ottico, basse ed alte energie.

0

La collaborazione spaziale Regno Unito-India.

E’ imminente il lancio da parte dell’agenzia spaziale indiana (ISRO) del vettore Polar Satellite launch Vehicle per il posizionamento in orbita di cinque satelliti del Regno Unito..
Per l’esattezza saranno tre salelliti  dedicati alle osservazioni della terra con sensori ottici, di un microsatellite per le osservazioni della terra e di un nanosatellite.
La base di lancio è Satish Dhawan Space Centre,situata in Sriharikota.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald