0

Mega accordo tra Telespazio e Gruppo Grimaldi.

Si apprende che Telespazio ed il Gruppo Grimaldi hanno recentemente firmato due contratti per  un valore complessivo di 5 milioni di euro per rafforzare le capacità di comunicazioni satellitari del gruppo armatoriale napoletano sulla propria flotta di navi merci e passeggeri. Il primo accordo prevede la gestione delle comunicazioni di bordo per le navi della flotta Grimaldi che operano tra il Nord Europa, il Nord e Sud America, l’Africa Occidentale ed il Mediterraneo.
In particolare, Telespazio si occuperà della progettazione e della fornitura dei sistemi di bordo per le comunicazioni satellitari e dei relativi servizi a banda larga, comprensivi di backup, su scala multiregionale.
 Il secondo contratto riguarda il rinnovo dei servizi di telecomunicazione satellitari di base (voce e dati), per equipaggi e passeggeri, sulle navi miste merci/passeggeri che il gruppo partenopeo attualmente opera nel Mediterraneo tra Italia (Sardegna e Sicilia incluse), Grecia, Spagna, Tunisia, Marocco e Malta.
0

Telespazio presente da 20 anni in Romania.

Sono 20 anni che la società Telespazio è presente in Romania.
Il ventennale è stato celebrato la settimana scorsa con un evento promosso presso l’Ambasciata d’Italia a Bucarest.
Da due decadiTelespazio opera in Romania attraverso Rartel, azienda nella quale è azionista di maggioranza in joint venture con Radiocom (Societatea Națională de Radiocomunicații), controllata dal Ministero delle Comunicazioni e della Società delle Informazioni.
0

Il commissario europeo all’industria visita Telespazio.

Si apprende chel Commissario Europeo al mercato interno, industria, imprenditoria e PMI, Elzbieta Bienkowska ha visitato il Centro Spaziale del Fucino di Telespazio

 Ha partecipato all’incontro dei Vertici di Leonardo-Finmeccanica con la delegazione europea  anche il Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana.

0

I 40 anni del centro satellitare Lario di Telespazio.

Il Centro spaziale  del Lario di Telespazio nel Comasco compie 40 anni.
E’ diventato infatti operativo nel 1977 con il primo collegamento telefonico in tecnologia analogica con gli Stati Uniti.
  Oggi garantisce i collegamenti satellitari dei maggiori operatori televisivi nazionali e internazionali, gestisce servizi di telecomunicazioni per utenti istituzionali e commerciali oltre che attività di infomobilità, navigazione e messaggistica.
 Punta a rafforzare  nel futuro il suo ruolo nel controllo in orbita dei satelliti come stazione di terra per importanti missioni europee per lo studio dei cambiamenti climatici.
0

Il centro spaziale del Lario di Telespazio compie 40 anni.

Come si apprende,è prevista  per il 10 marzo  una cerimonia presso il centro spaziale del Lario ( Como)  per ricordarne i 40 anni.
 Il centro del Lario di Telespazio è infatti operativo dal 1977 quando iniziò le attività con gli esperimenti di propagazione in banda Ku attraverso il satellite italiano Sirio 1 e i collegamenti di telefonia e televisione con le Americhe e i Paesi del Medio ed Estremo Oriente.
Oggi il Centro del Lario, con circa 60 antenne operative, assicura collegamenti televisivi via satellite per i maggiori broadcaster nazionali e internazionali e gestisce reti di telecomunicazioni per utenti corporate e istituzionali.
0

Il programma europeo Galileo è operativo: la gestione è assicurata dalla Telespazio.

Galileo, il sistema di navigazione satellitare europeo, è diventato  finalmente operativo giovedì 15 dicembre. dopo anni di ritardi e costi vertiginosi.
Comunque da oggi l’Europa può giocare la carta dell’autonomia e della competizione con gli altri sistemi di navigazione.
Va segnalato che  Telespazio  si è aggiudicata la sua gestione per i prossimi dieci anni.
Infatti a vincere la gara da un miliardo e mezzo di euro è stata la soscietà Spaceopal Joint venture tra Telespazio e DLR-GDR, controllata dunque dall’agenzia spaziale tedesca.

. Ruolo centrale avrà il Centro Spaziale Piero Fanti di Telespazio, sull’altopiano del Fucino, in Abruzzo.

0

Che fine ha fatto il progetto di un parco dello spazio a Caserta?

Non meno di un anno fa si reclamizzava un ambizioso progetto di divulgazione scientifica e per la precisione  la realizzazione di un gigantesco parco nello Spazio a Caserta.
Un vero e proprio parco tematico, sui modelli della Città dello spazio di Tolosa e del Kennedy Space Center Visitor Complex di Orlando, in Florida.
Molti erano i soggetti interessati  e tra questi  l’Istituto Nazionale di Astrofisica, Telespazio, il planetario di Caserta e l’Associazione Italiana per gli Studi sullo Sviluppo Locale (Aislo).
Quanto sarebbe costato?
Se ne parla ancora?
Sorprenderebbe ad esempio che la Telespazio che sta chiudendo lo stabilimento di Napoli sia ancora interessata a questa iniziativa.

0

Braccio di ferro sullo stabilimento napoletano di Telespazio.

Sembra proprio decisa la chisura dello stabilimento e il trasetimento delle competenze a Roma.
A nulla sarebbero valse l’intermediazione della Regione Campania e la propensione del CIRA ad incorporare il personale.
La Telespazio risponde no grazie, essendo orientata a non cambiare strategia.
0

Il CIRA in salvataggio della Telespazio

La sede napoletana di Telespazio di cui è stata già da tempo decisa la chiusura con il traferimento del personale a Napoli potrebbe essere incorporata nel CIRA di Capua.
Questa è la soluzione che si sta profilando all’orizzone su cui in tempi brevi potranno essere prese le adeguate decisioni.
0

Vertenza Telespazio: in attesa del piano industriale della Finmeccanica.

La vertenza Telespazio che implica, come abbiamo già riferuto, la chiusura degli stabilimenti di Napoli e Scanzano continua ad essere difficile.
Non molto hanno sortito le mediazioni effettuate dal Ministero dello sviluppo economico.
Sono confermate le decisioni dei dirigenti di Telespazio sulla chiusura degli stabilimenti. Si resta tuttavia in attesa per decisioni definitive del piano industriale della Finmeccanica azionista italiana di Telespazio.
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald