0

Il Pentagono ricorre all’India per acquisire informazioni meteo in Afghanistan.

Il monitoraggio delle situazioni meteorogiche è di cruciale importanza per  la presenza  militare.statunitense in Afghanistan,
Allo stato attuale i satelliti meteorogici europei a cui ricorreva il pentagono sono impiegati per le operazioni militari in Siria ed Iraq e per questo motivo il Ministero della Difesa americano  è pronto
ad usufruire dei servizi satellitari indiani al posto di quelli cinesi.
0

Guerre spaziali.

Ne parla ufficialmente il  Pentagono che  ha dichiarato ufficialmente che il satellite russo “Cosmos-2504″ è un satellite killer.
“Cosmos-2504 sarebbe  coperto da segreto militare russo.
Infatti i tecnici  russi non avrebbero dato mai informazioni sulla sua missione tranne che sarebbe è stato lanciato il 31 Marzo 2015, dal sito 133 in Plesetsk.
0

Guerre spaziali

Non vi è giorno in cui non si parli di collaborazioni spaziali ad ampio spettro con il pieno coinvolgimento di USSA, Russia e Cina.
Eppure non si direbbe così  se si tiene conto delle iniziative del Pentagono americano che avrebbe deciso di costituire entro sei mesi un centro di” guerre spaziali” per contrastare minacce belliche satellitari da parte di Russia e Cina.L’annnuncio sarebbe stato dato da Robert Work deputy segretario alla Difesa in un simposio tenutosi a Washington.

0

Le sanzioni alla Russia sono controproducenti per il Pentagono.

Le sanzioni alla Russia sono un problema anche e soprattutto per chi le ha imposte.
Non solo soffre l’Italia molto esposta nei rapporti commerciali con la Russia, ma anche gli USA.
Infatti il diktat di Obama ormai legge non piace al Pentagono a cui è stato vietato di comprare motori di fabbricazione russa per lanciare i missili che posizionano satelliti in orbita.
Il pentagono americano sta facendo pressioni sul Governo per revocare le sanzioni.
Infatti la difesa americana sostiene che i motori russi sono necessari per almeno altri due anni per riuscire a restare competitivi nel settore dell’intelligence.
Insomma il colosso americano ha bisogno della Russia e non solo per la stazione spaziale internazionale.
Sono eloquenti le immagini dell’atterraggio di Samantha Cristoferetti sul suolo Russo, assistita dal personale russo.
0

La politica spaziale del Pentagono

Il Pentagono americano, sarebbe emertso recentemente, teme minacce da parte della Cina ed altri Paesi fortemente impegnati nel settore spaziale e per questo motivo ha chiesto al Governo 5,5  bilioni di dollari per i prossimi cinque anni per intensificare l’utilizzo dei sistemi spaziali considerati indispensabili per la sicurezza del Paese,dedicati alle comunicazioni, la sorveglianza, la navigazione e la sorveglianza.

0

Cresce l’impegno finanziario del Pentagono americano

Fortei è la preoccupazione del Pentagono americano per il crescente sviluppo  di armi da parte di altri Paesi.
Per tale ragione è stato varato  un piano da 534 miliardi di dollari del Pentagono per l’anno fiscale 2016 che supera il limite di budget assegnato dal Congresso  di $ 35 miliardi di dollari e inverte cinque anni di riduzione della spesa militare negli Stati Uniti.
Il vice segretario alla Difesa Usa ha esortato recentemente gli alleati della NATO a sviluppare e costruire armi più innovative per stare al passo con il rapido sviluppo di armi da parte di Cina, Russia e altri paesi.
I membri della NATO dovrebbero tenere fede alla promessa fatta a settembre dello scorso anno di spendere il due per cento della produzione nazionale per la difesa.
Il bilancio americano comprenderebbe “significativi” investimenti in armi nucleari, le capacità di controllo dello spazio, sensori avanzati, difesa missilistica e informatica, così come veicoli sottomarini senza equipaggi.

0

Mistero sul drone spaziale del Pentagono

Un drone del Pentagono sarebbe stato in orbita attorno alla Terra per quasi due anni per una missione assolutamente top-secret.
Sarebbe molto simile allo space shuttle-
Vige il buio pià completo sulla natura della missione militare.
Si tratta di un  cacciabommardiere o di una sofisticata arma satellitare?
Secondo alcuni esperti dell’intelligence, invece il drone sarebbe stato usato per portare in orbita alcuni satelliti classificati e altri sensori coperti da segreto di Stato.
Tutto è avvolto dal segreto militare
0

Il Pentagono: il controllo della terra dalla Luna

Anche se sembra una notizia fuori della realtà, la riportiamo lo stesso perchè no è priva di interesse
Il Pentagono americano aveva predispoto un piano ambizioso da realizzare , una volta che gli Americani avessero raggiunto la luna.
Secondo i documenti, i militari Usa avevano considerato la possibilita’ di installare un sistema di sorveglianza Luna-Terra per “facilitare le comunicazioni e le osservazioni della terra”. ‘Project Horizon’ includeva inoltre la proposta di costruire una sistema di armamenti che avrebbe permesso all’occorrenza di lanciare offensive dalla Luna stessa verso la Terra o nello spazio piu’ lontano. Non solo: gli esperti del Pentagono avevano anche ipotizzato anche la possibilità di detonare armi nucleari nelle vicinanze della Luna o nello spazio profondo per studiare gli effetti delle radiazioni su ipotetiche forme di vita aliene.
E poi? I piani sono cambiati
0

Le difficili scelte del Pentagono

Ne abbiamo già parlato
il Pentagono non vuole più motori russi per il lancio dei satelliti
I motori russi Rd-180 sarebbero in funzione sui missili Atlas V, realizzati da United Launch Aliance, una joint venture fra i due principali contractor americani del governo di Washington, Lockheed Martin e Boeing. Gli Stati Uniti hanno scelto questi motori dopo il crollo dell’Urss nel 1990 a causa del basso costo e la buona qualità, ma anche per evitare fossero acquistati da paesi nemici.
Ora si cambierebbe strategie dopo la vicenda ucraina anche a seguito della recente decisioni di Mosca di sospendere l”esportazione negli Stati Uniti di motori a uso militare.
I motori russi servono anche per i razzi della Nasa, di alcune agenzie di intelligence e l’agenzia federale per la meteorologia.
Sostituire i motori Rd-180 non sarà tuttavia semplice.
Secondo le stime dell’amministrazione Obama lo sforzo costerà almeno 4,5 miliardi di dollari e durerà otto anni.
0

Il ruolo del Pentagono nel settore spaziale

Il Pentagono sta lavorando attivamente per ridurre il costo d’accesso allo spazio. Si sta mettendo a punto un veicolo ipersonico riutilizzazbile Il suo nome è XS-1 e dovrà essere capace di posizionare in orbita dei satelliti fino ad un limite di 2,3 tonnellate per il costo di 5 milioni di dollari.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald