0

L’agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti sottoscrive accordi.

Si apprende che l’Università americana di Abu Dhabi ha sottoscritto un contratto di collaborazione con l’Agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti presso la sede centrale dell’istituto federale ad Abu Dhabi.
Alla cerimonia di sottoscrizione, come riportano le agenzie di stampa,ha partecipato una delegazione dell’università costituita dal Professor Hassan Hamdan Al Alkim, presidente, dal Professor Mousa Mohsen, preside della facoltà di ingegneria e direttore del RAK Research and Innovation Center e dal Dottor Abdul-Halim Jallad, direttore del centro dell’università neoistituito ICT Center for Teaching and Creativity in Informatics Communication and Networking (ICONET).
0

Gli Emirati arabi stringono rapporti con l’Italia per andare su Marte e attaccano lo Yemen anche con le armi italiane.

In questi giorni ancora di vacanza dal sito dell’ASI si apprende come siano proficui i rapporti dell’ASI con l’Agenzia Spaziale degli Emirati Arabi che, grazie alle tecnologie spaziali italiano, non nascondono l’ambizione di andare su Marte nei prossimi anni.
La stampa nazionale odierna pone in evidenza anche  tra i Paesi impegnati a fianco dei paesi sunniti più meno direttamente al fianco dei paesi sunniti ( tra cui gli Emirati Arabi) contro lo Yemen vi sia anche l?Italia.
0

La corsa allo spazio degli Enirati Arabi.

Da non molti mesi si parla moltissimo della vocazione spaziale degòli Emitati Arabi con cui l’Italia, ormai onnipresente sulla scena internazionale, ha già siglato un accordo per andare su Marte.
Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) stanno lavorando ad una nuova legislazione spaziale nazionale che sarà approvata «in breve tempo» e che contribuirà a consolidare un settore come quello spaziale foriero di grandi opportunità di sviluppo conomico.
 La lrgge,allo studio da almeno un anno, avrà il compito di regolare le procedure, i meccanismi e gli standard organizzativi del settore spaziale del Paese arabo e permetterà alle aziende private di trarre profitto dalle operazioni di estrazioni di minerali in orbita.
0

Emirati Arabi vanno su Marte e con la collaborazione italiana.

Gli Emirati Arabi raggiungeranno entro il 2020 con una sonda Marte. Questo. almeno è nelle loro intenzioni.
Non saranno certamente soli in questa avventura.
Proprio qualvche giorno fa è stato firmato un memorandum d’intesa tra Italia ed Emirati Arabi  con cui si sono firmate le basi per una proficua collaborazione.
Per conto dell’Italia ha firmato il Presidente dell’ASI.
Le collaborazioni spaziali sono tdunque ad ampio spettro: non trascurano nè Israele con cui da anni vi è una collaydata collaborazione, nè i Paesi arabi.
0

La sonda per Marte: collaborano Emirati Arabi e Francia.

Il 25 ottobre u.s  è stata una data importante per la collaborazione spaziale tra Francia ed Emirati Arabi.
A Dubai si sono incontrati per mettere a punto l’ambizioso programma Hope  che ha come destinazione Marte.
La missione è programmata per il Luglio 2020 ed ha come obiettivo lo studio dell’atmosfera di Marte. e dell’interazione con la Terra.
Il viaggio complessivo della sonda terminerà secondo le previsioni nel 2025.
0

Nel 2020 la sonda EL Amal degli Emirati Arabi raggiumgerà Marte.

Dubai,mediante la propria agenzia spaziale istituita nel 2014, ha reso ufficiale il suo piano stategico spaziale completamente autonomo.
La sonda «Al Amal» – Speranza in arabo, attualmente in progettazione, partirà alla volta del pianeta rosso nel luglio del 2020 per entrare nella sua orbita l’anno successivo.
Nulla è lasciato al caso : nel 2021 si celebrerà il 50esimo anniversario della nascita degli Emirati Arabi Uniti.La missione intebe drudiare i cambiamenti dell’atmosfera su Marte durante i cicli diurni e stagionali, osservare nubi e tempeste di polvere, misurare cambiamenti nella temperatura, polveri, ghiaccio, gas nei vari strati dell’atmosfera.
Ha lo scopo anche di svelare i misteri del pianeta rosso : come e perché – ad esempio- Marte abbia perso gran parte della sua atmosfera nello spazio.
L’agenzia spaziale emiratina ha firmato un’intesa di collaborazione con l’agenzia spaziale del Regno Unito e con il CNES (Centre national d’études spatiales) francese.
Gli investimenti degli Emirati Arabi in tecnologie spaziali hanno già superato i 5,5 miliardi euro e fino ad ora hanno messo in orbita 7 satelliti, con l’aiuto dell’azienda europea EADS, l’americana Boeing e la Sudcoreana Setrac.

0

E’ nata recentemente un’ agenzia spaziale che conta.

Ne abbiamo già dato notizia in precedenti articoli.
Con sede ad AbuDhabi è stata costituita una nuova agenzia : quella degli Emirati Arabi.
Le autorità emiratine  puntano moltissimo sul comparto spaziale proprio nell’ottica di divrsificare l’economia basata soprattutto sul settore energetico.
Le ambizioni sono tantissime tra cui quelle di raggiungere Marte.
D’altra parte possono contare su ingenti finanziamenti.
0

Nel 2020 il satellite degli Emirati arabi con missione Marte.

 

Nel 2020 sarà lanciata la prima missione araba nello spazio.
Ormai è ufficiale perchè p stato annunciato dal Primo Ministro ed Emiro di Dubai, lo sceicco Mohamed bin Rashid Al Maktoum.
Obiettivo sarà il pianeta Marte.
Il satellite, che sarà denominato “Al Amal”, speranza in lingua araba, sarà lanciato all’interno di un razzo e percorrerà i 60 milioni di chilometri fino a Marte in circa sette mesi.
La missione è totalmente emiratina, al progetto lavorano 150 tra ingegneri, tecnici e specialisti locali, formatisi negli anni scorsi nelle migliori università del mondo.
0

Foligno baricentro geografico, ma anche della cultura.

Già qualche mese fa ne abbiamo dato l’annuncio.
Si tratta della Festa della scienza e filosofia che si svolgerà a Foligno dal 9 al 12 Aprile 2015.
“Scienza e futuro” è il tema generale di quest’anno, declinato in quattro direzioni: Vero e falso nella scienza e nella comunicazione scientifica; Cervello e mente; Due culture o una sola cultura?; Scienza pace futuro. Il tutto affiancato da cinque particolari sezioni: Dante e la scienza (a Foligno fu pubblicata la prima edizione a stampa della Divina Commedia); Scienza, tecnologia, innovazione; Science for Peace Fondazione Veronesi;
Molte sono gli interventi previsti tra cui quelli del Presidente dell’INAf e del Presidente dell’ASI.
0

Emirati Arabi e Stati Uniti alla ricerca di strategie comuni nel settore spaziale.

Abbiamo già dato notizia in precedenti articoli dell’impulso che gli Emirati Arabi stanno imprimendo al settore spaziale, considerato strategico per l’econiìomia del Paese.
In questo contesto si inseriscono gli incontri avute dalle autorità spaziale degli Emirati Arabi negli Stati Uniti con le autorità americane, al fine di identificare liee comuni di cooperazione.
In particolare la delegazione araba ha preso parte  alll’evento ” Satellite 2015 Show Exhibition ed ha visitato il Goddard Space Flight Center della Nasa.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald