0

In medio stat virtus

Un po’ di storia per comprendere gli eventi in corso,non fa mai male!
Nel 2009 il Ministro del MIUR dell’epoca Gelmini scelse Come consiglieri del CDA Enrico Saggese ( presidente) e Vito Pertosa entrambi espressione del mondo tenologico ed industriale
Pertosa ritenne opportuno dimettersi molti mesi fa e Saggese fu dimissionario nel Febbraio scorso per le ragioni che tutti conoscono.
.Oggi il Ministro Giannini sceglie come componenti del MIUR nel CDA dell’ASI due scienziati Battiston Presidente e Costa consigliere,,quasi a rimarcare la connotazione scientifica e di ricerca dell’ASI.
Ad una presenza  industriale consistente basti pensare per rendersene conto alla convenzione ASI-Finmeccanica on la quale lo staff del Presidente si riempì di distaccati industriali) si risponde con una visione accademica dell’ASI
Non si risponde forse con un eccesso ad un altro eccesso?
Le scelte politiche comunque vanno rispettate e poi giudicate.
0

I cinque nomi dei candidati a Presidente ASI : continua da parte ufficiale il segreto di Pulcinella.

Si ritiene utile riportare il comunicato di Agenzia che fornisce maggiori dettagli sull’audizione del Ministro Giannini del MIUR da parte della VII commissione del Senato.
Si dice in particolare che la cinquina dei nomi arriverà sul tavolo del Ministro a metà aprile e subito dopo sarà scelto il Presidente.
Non si dànno informazioni esplicite sui nomi che circolano ampiamente ovunque,
Insomma il segreto di Pulcinella.
Non saremo certamente noi ad esplicitare i nomi di cui abbiamo in precedenti articoli alcuni segnali identificativi.
0

Che tutte le candidature a Presidente dell’ASI siano pubblicate in rete!

Non è dato sapere come intenderà procedere il Ministro del MIUR  per risanare il settore spaziale allo stato attuale coordinato dall’ASi.
Nel frattempo, a partire da ieri il comitato di selezione avrebbe avviato l’esame delle varie candidature a Presidente dell’ASI  per arrivare alla definizione di una terna di prescelti da presentare al Ministro.
In considerazione della delicatezza della situazione, ci auguriamo fermamente che tutte le candidature siano rese pubbliche sulla rete, al fine di consentire a tutti  una comparazione dei vari curricula.
E’ un’esigenza di trasparenza  che speriamo sia esaudita.
Sarebbe una vera svolta  impressa da questo Governo!
0

I programmi di partecipazione all’ESA: “l’ASI è soltanto un mero pagatore”?

Si ritiene  utile segnalare anche se con ritardo il documento del piano triennale di attività 2013-2015 approvato dal consiglio d’amministrazione dell’ASI.
Si rimanda all’attenta lettura del documento in cui si segnala come per il ciclo di pianificazione 2013-2015 il MIUR abbia indicato una nuova riduzione del 5% annuo che abbatte ulteriormente il valore del contributo ordinario a 478 Milioni di euro.
Con sorpresa si legge nel documento  per quanto riguarda le partecipazioni all’ESA che la contribuzione cottisponde ad impegni internazionali contratti dall’Italia in sede di Conferenza Ministeriale 2005 e 2008- La natura e quantità di tali impegni che vanno necessariamente onorati  è decisa dal MIUR e l’ASI si configura come mero ufficiale pagatore degli impegni economici assunti dal Governo
Questi programmi tuttavia non sono stati approvati dal Ministro dietro consiglio tecnico dell’ASI, tenedo anche conto del precipuo ruolo di coordinameto tenuto dall’ASI nella delegazione presso l’ESA?
0

Agenzia Spaziale:cambio di destinazione

Da anni, o meglio da quando è stata istituita l’ASI nel 1988. si parla di un’agenzia espunta dal coordinamento del MIUR ed inserita nell’ambito della presidenza del consiglio.
Ebbene sembra che si stia lavorando in tale direzione mediante una norma di legge da inserire ad esempio nelle previsioni di bilancio. In tale caso varierebbero in modo radicale anche le norme statutarie dell’agenzia anche con riferimento alla composizione dei Vertici.
Quale sarà la posizione del Ministro dell’istruzione, università e ricerca scientifica.
0

Le nomine all’ANVUR

Entro il 30 luglio pv la settima  commissione  permanente della Camera dei deputati esprimerà il parere sulla nomina del prof. Mandolesi a componente del consiglio direttivo dell’agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR).
Seguiremo la vicenda con attenzione, perchè a nostro giudizio il prof Mandolesi non potrà essere più consigliere d’amministrazione dell’ASiI e presidente della società partecipata è Geos.
Ci troveremmo in tal caso di fronte ad una palese situazione di controllore- controllato.
0

La discutibile politica spaziale italiana: tensioni tra Governo ed ASI.

E’ comparso su internet in questi giorni un compendio della politica spaziale dell’ASI e delle tensioni con il Governo.:
Riteniamo che sia un contributo significativo per comprendere la reale situazione spaziale italiana.
Senza ulteriori commenti, lo pubblichiamo.
0

Verso una nuova gestione dell’ASI?

Da un anno a questa parte è un susseguirsi di  roventi critiche sull’ASI e sulle sue società partecipate tra cui in primis il CIRA.
Piovono continuamene documenti di censura come la relazione ispettiva del Ministero dell’economia di qualche mesa fa, relazioni della corte dei Conti, lettere   didenuncia, articoli di stampa ed atti parlamentari da parte di tutti i Partiti,
Sembra esservi ormai una voce all’unisono sulla richiesta di radicale cambiamento dell’agenzia spaziale italiana e delle sue partecipate a livello di vertice.
Per quanto riguarda queste ultime, ormai sembra chiaro che il Presidente dell’ASi ed i consiglieri di amministrazione non potranno più auto assegnarsi i vari incarichi del CIRA, ELV, ALTEC, ASITEL ed e GEOS.
A presto dunque in base alle nuove linee di governance impartite dal MIUR vi sarà un nuovo Presidente del CIRA ove anche di recente è stata posta in evidenza da parte dei ricercatori una   gestione per nulla trasparente.
0

Che fine ha fatto il piano triennale dell’ASI?

La recente interpellanza parlamentare in merito alla grave situazione delle aziende spaziali nazionali,  che sono purtroppo a prevalente azionariato straniero, preoccupa e non poco il MIUR, che in questi giorni si trova anche a dovere approvare il piano triennale 2011. 2013 dell’Agenzia spaziale italiana.
A quanto è dato sapere, il piano triennale di cui la parte relativa al personale non ha avuto il parere favorevole del dipartimento della funzione pubblica e del ministero dell’economia e finanze, dopo molti rimpalli è all’attenzione  del capo di Gabinetto del MIUR a cui è stata scaricata sostanzialmente  dagli uffici competenti la patata bollente.
E’ una responsabilità di non poco conto approvare un piano in cui tra l’altro vi sono state numerose censure su molti aspetti del reclutamento del personale, come ad esempio l’assunzione doi personale a tempo determinato, procedure concorsuali , ivi compresi i passaggi dell’ASI di personale proveniente da altre amministrazioni.
0

Esigenza di chiarezza sulla politica industriale spaziale.

Nell’ interpellanza parlamentare di cui si è data già notizia in questi giorni, si incentra l’attenzione giustamente sulla prevalenza straniera nell’industria spaziale italiana.
Si chiede cosa fanno il Governo e l’ASI per invertire questa situazione.
Sembra proprio nulla dal momento che nel Piano triennale 2011-2013 che rimbalza continuamente sui tavoli competenti, senza avere ancora un’approvazione non vi è una parola sulla strategia industriale da seguire per migliorare la posizione nazionale industriale.
C’è  anche da  chiedersi quale sia in queste condizioni il ruolo delle società partecipate dall’ASI che contribuiscono a portare finanziamenti ulteriori al partenariato straniero.
Che senso ha chiedere ulteriori finanziamenti per l’ASI se non si mette mano in modo incisivo sulla politica industriale ed addirittura alla visione strategica complessiva?
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald