0

Le candidature per la presidenza dell’ASI all’esame del comitato di valutazione. Si è presentato per caso anche l’ex Presidente? E’ soltanto un’ipotesi.

Si è avviata la procedura di valutazione delle candidature presentate per la Presidenza dell’ASI.
Se ne occupa il comitato di esperti coordinato dalla Prof.ssa Amalia Ercoli Finzi.
Siamo in grado di confermare ( ovviamente i dati non possono che essere ufficiosi)  quello che abbiamo ipotizzato in precedenti articoli e cioè che i candidati sarebbero numerosi in entrambi i generi.( probabilmente 30 e più)
Molti sarebbero dipendenti dell’ASI.
Potrebbe ovviamente essere candidato anche il Commissario  straordinario.
Siamo sicuri inoltre che non sia candidato anche l’ex Presidente dell’ASI esautorato dal ministro del MIUR?
I titoli li avrebbe!
0

Polemiche sulla nomina di Nicola Zaccheo a Presidente dell’ENAC: secondo un esponente del Comitato Taranto Futura non sarebbe valida.

Si susseguono scontri tra politici locali e regionali sulla vicenda dell’aeroporto di Grottaglie che si interseca con quella della nomina di Nicola Zaccheo,amministratore delegato della Sitael a Presidente dell’Enac
La nomina secondo l’avvocato Nicola Russo del Comitato Taranto futura non sarebbe valida.
Ecco le motivazioni riportate dalla stampa locale di Manduria.
La problematica assume importanza, come abbiamo più volte ribadito da questo blog perchè interessa anche le attività spaziali.
0

Il seminario di Bari su “Rilievi e sistemi di telerilevamento Terra-Spazio”: vi ha partecipato la Prof.ssa Amalia Ercoli Finzi.

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Bari  ha promosso  un ciclo di seminari organizzati da Cosmo Architettura, gruppo di lavoro che si occupa dello studio, la ricerca, l’organizzazione, la formazione e lo sviluppo di modelli teorico-pratici concreti per la realizzazione  degli habitat futuri della civiltà umana nello spazio
Il  primo seminario, incentrato sul tema tenutosi il 25 gennaio us, presso il Politecnico di Bari ha visto il 25 gennaio u.s,  l’intervento di Amalia Ercoli Finzi, ingegnere aerospaziale consulente scientifico della Nasa, dell’ASI e dell’ESA , nonchè coordinatore ( vedi MIUR)  del comitato di valutazione per le candidature alla Presidenza dell’ASI.
Tra gli sponsor  dell’iniziativa la Steel Tch di Corato che da più di 40 anni opera nell’ambito della lavorazione dell’acciaio ( il link dell’iniziativa).

0

Orgoglio per le Puglie: un giovane ricercatore pugliese che laureatosi a Bari ora lavora in USA presso il Jet Propulsion Laboratory.

Si tratta di Pietro Milillo laureatosi a Bari e trasferitosi poi al Jet Propulsion Laboratory.
Si interessa di telerilevamento spaziale  ( SAR) ed in particolare di  interpretazioni dei dati.
Vi proponiamo la lettura della Gazzetta del Mezzogiorno che parla diffusamente della sua esperienza ad alto  livello scientifico e di un ultimo articolo pubblicato recentemente sulla prestigiosa rivista Science Advances.
0

Abbiamo il nuovo presidente dell’ISTAT. A presto anche quello dell’ASI?

 

Con 18 voti a favore, 5 contrari e un astenuto la commissione Affari Costituzionali del Senato ha dato parere favorevole alla proposta di nomina di Gian Carlo Blangiardo a presidente dell’Istat.

La nomina sarà effettiva però solo con la promulgazione del decreto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che dovrebbe arrivare a breve.
Succede a Giorgio Alleva e risulterebbe in particolare molto gradito alla Lega che ancora una volta prevale sul Movimento Cinque stelle negli incarichi di Governo.
Un precedente importante  quello dello spazio nel cui ambito è stato costituito il comitato inerministeriale di Palazzo Chigi, a forte presidio Lega,
Ed ancora ne è una prova tangibile l’esautoramento di Roberto Battiston come presidente dell’ASI.
Chi gli succederà come Presidente dell’ASI. Sarà una personalità gradita alla Lega o al Movimento 5Stelle. o ad entrambi o soltanto una personalità di chiara fama scientifica e manageriale?
Staremo a vedere.
0

Si fa strada una nuova start up statunitense nello spazio.

Si apprende che Relativity Space, una giovane startup fondata a Los Angeles nel 2015, ha raggiunto un accordo con l’Air Force per la costruzione di nuove strutture di lancio in un’area in disuso della base del 45th Space Wing.
Si tratta di una nuova start up che entra nel business dei lanci dei piccoli satelliti: un mercato che sembra ricco di prospettive, ma anche piuttosto affollato.
Relativity Space lo fa  proponendo  per il 2020 Terran 1,  un razzo proposto che  si colloca tra i piccoli lanciatori in una fascia medio alta, garantendo prestazioni simili, tra i veicoli operativi, a quelle del giapponese Epsilon.
 Dovrebbe essere infatti in grado di collocare fino a 1.250 kg in orbita bassa (185 km), ma solo 900 kg in orbita eliosincrona a 500 km, che si riducono a 700 kg per la quota di 1.200 km.
0

Elezioni europee. Nei cassetti che contano già vi sono le candidature e non mancano quelle di provenienza spaziale.

Siamo soltanto a fine Gennaio, ma la campagna elettorale per le elezioni europee è già avviata. Possiamo rendercene conto leggendo la stampa e guardando la televisiome.
Tra coloro che “contano” si stanno già formando le liste dei candidati la cui ufficialità sarà nota soltanto fra qualche mese.
E’ prevedibile che, come sempre è accaduto, vi siano candidature spaziali “eccellenti”.
Potranno essere nella Lega ( partito dominante nel settore spaziale italiano). Non mancheranno nel movimento Cinque stelle ed ovviamente nel PD:
Ricordiamo che nel passato sono stati parlamentari europei gli astronauti Malerba e Guidoni.
Anche Giovanni Bignami si presentò, ma non fu eletto.
0

Pangaea : il programma di addestramento dell’ESA.

L’ESA punta alla Luna e per questo addestra astronauti  che dovranno camminare nel prossimo futuro sulla Luna.-
Per questo motivo sta portando avanti Pangaea, una serie di operazioni per mimare, già sulla Terra, le condizioni che la nuova generazione di moonwalker si ritroverà a gestire, e per collaudare tute spaziali.
Il training si tiene a Lanzarote.
0

Programma spaziale europeo: speciale task force a guida italiana per la salvaguardia dei monumenti.

. Il ministero dei Beni e attività culturali rende noto che l’Italia assumerà la guida di una speciale Task Force per la salvaguardia dei monumenti e del patrimonio culturale organizzata nell’ambito del nuovo Programma Spaziale Europeo 2021-2027.
. Saranno avviate  pertanto iniziative per assicurare lo sviluppo e l’uso, nel settore dei beni culturali, di applicazioni di osservazione della Terra dallo Spazio nell’ambito delle priorità del Programma per l’utilizzo dei prodotti e servizi del programma Copernicus per l’osservazione della Terra”, gestito da Commissione Europea e Agenzia Spaziale Europea (Esa).
La task force opererà in stretto raccordo con la struttura di coordinamento della presidenza del Consiglio dei ministri diretta dall’ammiraglio Carlo Massagli e potrà contare sul supporto della comunità scientifica italiana.
La prima riunione è prevista l’11 febbraio a Roma.
0

Monte Mufara: Occhio telescopico per la difesa del pianeta dagli asteroidi.

Si tratta del telescopio  FlyEye ed è il nuovo “occhio” europeo per il rilevamento degli asteroidi. formato da 16 telecamere che permetteranno di ampliare il campo visivo proprio come accade nell’occhio composto degli insetti.
 Sarà installato nel 2020 in Sicilia, in cima al Monte Mufara, grazie a un accordo siglato dall’Agenzia spaziale europea (Esa) con quella italiana (AsI).
E’ finanziato con 20 milioni di euro (di cui 7 stanziati dall’Italia), rd è realizzato da un consorzio europeo guidato dall’azienda OHB Italia di Milano.
Rientra nell’ambito della  nuova roadmap europea per la difesa planetaria che sarà discussa a novembre alla Conferenza Ministeriale dell’Esa.
Si prevede già il finanziamento di un secondo telescopio.
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald