0

I finanziamenti dell’ASI al Programma Cosmo Skymed di seconda generazione.

E’ stato firmato in questi giorni tra Thales Alenia Space ed Agenzia Spaziale Italiana (ASI) un atto aggiuntivo al contratto per il programma COSMO-SkyMed di seconda generazione.
Il valore globale della tranche addizionale ammonta a circa 182 Milioni di Euro e servirà al proseguimento delle attività del Progetto. In dettaglio, il valore della quota relativa a Thales Alenia Space Italia è di 154 Milioni di Euro, di 28 Milioni quella invece per le attività di Telespazio.
I finanziamenti del sistema di seconda generazione Cosmo Skymed. proprio un anno fa , furono oggetto di non poche polemiche in merito al fatto che il programma fosse oggetto di finanziamenti da parte del MIUR e dell’ASI preposti allo sviluppo di attività di ricerche,
A tale scopo si ritiene opportuno riportare il punto di vista espresso proprio un anno fa ad un’agenzia di stampa dall’allora neo presidente dell’ASI  che avrebbe affermato “Ora Cosmo Sky Med 2, che ha dei costi paragonabili trattandosi della sostituzione dei satelliti man mano che scadono nella loro durata di vita, non puo’ essere sostenuto con i fondi ordinari dell’ASI”.
Ma questo accadeva un ano fa.

0

I satelliti intervengono nelle operazioni di soccorso in Nepal.

Le immagini satellitari sono di validissimo aiuto nelle operazioni di accertamento dei danni del sisma del Nepal.
Immancabilmente entra in azione anche la costellazione Cosmo Skymed con i dati rilevati su Katmandù e sull’intero Nepal.
Speriamo che sia un intervento fruttuoso.
0

Barconi stracarichi di migranti provenienti dalla Libia e Cosmo Skymed.

Alcuni si domandano se i barconi di migranti nel Mediterraneo potevano essere monitorati dalla nostra costellazione Skymed il cui costo è superiore ad oggi ad un miliardo di euro.

Proponiamo la lettura di questo articolo di critica.
0

Cosmo-Skymed: il monitoraggio del patrimonio edilizio.

E’ di questi giorni la notizia.
L’ASI, Agenzia Spaziale Italiana, ha avviato le procedure per un avviso di dialogo tecnico con aziende pubbliche e private per una consultazione preliminare di tipo tecnico finalizzata alla valutazione della fattibilità della promozione di un programma di monitoraggio del patrimonio edilizio e infrastrutturale presente sul territorio nazionale mediante l’utilizzo del sistema satellitare COSMO-SkyMed.
Speriamo che siano procedure accelerate e che la costellazione veramente si renda utile per queste acquisizioni.
Ne vedremo i frutti.
Sarebbe un buon ritorno dei rilevanti finanziamenti nazionali per il settore.
PS
Per inquadrare la situazione varrebbe la pena di leggere un articolo di qualche anno fa.
0

Cabina di regia per Cosmo-Skymed.

Finalmente si va verso un coordinamento unico di tutte le attività si Cosmo Skymed di prima e senda generazione fino ad a
ora parcelizzate in più segmenti interni all’ASI.
E’ stato costituito infatti un comitalo consultivo esterno di 7 esperti  a cui viene affidata sostanzialmente la cabina di regia di un programma complesso e costoso ( più di 1 milardo di euro).
Ne fanno parte :
- professor Pierfrancesco Lombardo, presidente
- professor Bernardo De Bernardinis
- dottor Riccardo Lanari
- dottor Nuno Miranda
- ingegner Paola Pagliara
- professor Claudio Prati
- dottor Betlem Rosich
Ignoriamo quanto questo comitato sia  gradito dal personale interno che si occupa di Cosmo-Skymed.
0

Libero accesso dei dati Cosmo-Skymed.

Già quattro anni fa fu dato libero accesso alla fornitura dei dati satellitari. In quel caso, però, la possibilità era rivolta esclusivamente alla comunità scientifica.
Oggi invece si apre anche al settore privato nazionale di PMI, Star up e Spin off.
Si spera che si abbiano promettenti applicazioni.
(anni fa per la cronaca sarebbe stato finanziato un progetto per lo stiudio del manto dei campi da golf).
0

Un emendamento per Cosmo-Skymed

Trenta milioni di euro per il 2015 e 50 milioni per ciascuno degli anni 2016 e 2017 sono i finanziamenti previsti in un uleriore emendamento  alla legge di stabilità.
La proposta è stata presentata al Senato da una parlamentare abruzzese del PD (Pezzopane)

La presentatrice dell’emendamento ha precisato in particolare:

“Tutti hanno parlato e plaudito al successo della missione Cristoferetti nello spazio, ma poi si tagliano i finanziamenti e si chiudono aziende e laboratori di ricerca”
Insomma molta retorica mentre i lavoratori vanno in cassa integrazione.
Ma questi finanziamenti da dove saranno prelevati?
Sarà interessante capire a svantaggio di chi.
0

All’insegna delle contraddizioni!

Da un lato il fiume di denari sui programmi ESA, dall’altro il prosciugamento dei fondi in ambito nazionale ed in particoare su Cosmo Skymed di seconda generazione.
Questa contraddizione sembra trasparire dalla cronaca degli eventi: il successo della conferenza ministeriale dell’ESA e dall’altro le vibrate proteste sindacali e parlamentari  ( partito democratico) per la grave situazione di Cosmo- Skymed.
Ma il Ministero della Difesa che ha già riervato molti finanziamenti a Cosmo Skymed ( come pose in evidenza qualche mese fa anche il Ministro della Difesa) cosa dice al riguardo su un programma più volte osannato per la sua valenza strategico militare?
Una nostra nota a margine: La seconda generazione di Cosmo Skymed rientra nelle attività di ricerca e sviluppo?
Sembra proprio che vi sia qualche confusione.
0

La politica spaziale italiana: non mancano malumori e proteste.

In queste ore si sta celebrando a Lussemburgo l’assise dei Ministri dell’Europa spaziale di cui fa parte l’Italia come terzo contributore
Un emendamento alla legge di stabilità in via di approvazione assicurerebbe i  finanziamenti necessari per i molti progetti rd in primis per il lanciatore Ariane 6 in zona Cesarini.
Quindi tutti contenti?
Proprio no perché’ rimanea secco il Cosmo -Skymed di seconda generazione., ovviamente con implicazioni negative sul fronte occupazionale
La protesta è massima da parte della Finmeccanica dai lavoratori ed i sindacati del settore-
Ma soprattutto da parte dei parlamentari e soprattutto sono in fibrillazione gli esponenti di maggioranza che seguomo la vicenda a livello nazionale e territoriale.
0

Cosmo-Skymed: E’ utilizzato appieno? Molti sono i dubbi.

E’ di questi giorni la levata di scudi legittima di Alenia Spazio per richiedere fermamente al Governo italiano ed in particolare all’ASI che vengano stanziati i fondi per il Cosmo-Skymed di seconda generazione
Ma e’ utilizzato appieno dall’utenza il sistema che finora è costato allo Stato italiano più di un miliardo di euro?
Sembrerebbe proprio di no?
Infatti : così scrive un organo di stampa: “l’Italia ha una costellazione di spie orbitanti, chiamata Cosmo Skymed, che è costata miliardi di euro ma finora non è stata usata per sorvegliare flussi di migranti e barconi. Sembra proprio vero ed il problema diventa tanto più acuto in questi giorni in cui la missione Mare Nostrum lascia il posto alla Missione Triton in cui spetterà alle Capitanerie di porto coordinare i soccorsi.
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald