0

La conferenza sulla politica spaziale europea con la partecipazione del commissario europeo Thierry Breton.

  Si è tenuta a Bruxelles qualche giorno fa 13a Conferenza sulla politica spaziale europea tenutasi a Bruxelles, alla quale ha preso parte il commissario europeo Thierry Breton.La Commissione Europea e il Fondo Europeo per gli Investimenti (una filiale della Banca Europea per gli Investimenti) hanno annunciato il 13 gennaio la creazione di due fondi di investimento per promuovere innovazioni d’avanguardia per le PMI e le PMI spaziali europee.
Con l’intervento delle società di venture capital Orbital Ventures e Primo Space, questi due fondi sono sostenuti dal primo progetto pilota finanziato dall’equità dell’Unione Europea nel settore spaziale: InnovFin Space Equity.
Gli investimenti totali hanno raggiunto i 300 M €, di cui 100 M € provenienti dal budget comunitario. La partecipazione del Fondo europeo per gli investimenti è sostenuta dal Fondo europeo per gli investimenti strategici ovvero dal pilastro principale del Piano europeo per gli investimenti.
Il fondo lussemburghese Orbital Ventures si concentra sulle tecnologie, sia a valle (comunicazioni, crittografia, archiviazione ed elaborazione dati, geolocalizzazione, osservazione della Terra) che a monte (apparecchiature spaziali, materiali, elettronica , robotica, razzi, satelliti). L’investitore italiano Primo Space è uno dei primi fondi per il trasferimento tecnologico focalizzato esclusivamente sulle tecnologie spaziali in Europa, e il primo in Italia. Investe in progetti o aziende in fase di proof of concept, seed o start-up e promuoverà la commercializzazione di innovazioni radicali.

0

ESA: l’annuale Conferenza Stampa alla presenza del Direttore generale uscente e di quello in pectore.

Si è tenuta il 14 gennaio 2021 l’annuale conferenza stampa dell’ESA.

Si  è trattata dell’ultima conferenza del Direttore generale uscente Jan Woerner che, a partire da Marzo prossimo passerà il testimone al nuovo Direttore Josef Aschbacher.
Il bilancio dell’Esa per il 2021 è di 6,49 miliardi di euro.
E’ stato annunciato  che il 16 febbraio 2021 sarà emesso iI bando di concorso per il reclutamento di una nuova classe di astronauti europei
A presto dunque la nuova ondata di candidati italiani astronauti.
0

Si consolida la posizione di Officina Stellare nel contesto internazionale.

0

Presidente dell’ASI: la sua posizione di distacco da parte dell’ESA va rinnovata?

 

 

Quanto sopra è sulla base dell’accordo stipulato dal Governo Conte uno con l’ESA all’epoca in cui è stato scelto il nuovo Presidente dell’ASI , in applicazione dell’articolo 19 dell0 staff regulations  dell’ESA  in cui si specifica che il distacco del personale vada rinnovato ogni anno o comunque non debba eccedere i due anni (The secondment should normally be for a period not exceeding one year, renewable with the staff member’s consent for a further period of not more than one year. Only in exceptional circumstances shall any one period of secondment be extended to more than two years in all)
Come è regolata nello specifico la questione del Presidente dell’ASI?
Non è necessario che la richiesta da parte italiana vada rinnovata, tanto più che ci avviamo con molta probabilità ad un cambio di governo che avrà riverberi importanti anche sul comparto spaziale?
Nel frattempo l’ESA  quanto prima dovrebbe indire una selezione per la nuova direzione dell’ESRIN.
Come si prepara l’Italia a questa selezione? Vi saranno candidati italiani qualificati?
Per quanto sia dato sapere sono previste  partecipazioni  di molti candidati italiani tra cui dipendenti dell’ASI e  rappresentanti ai Vertici.
0

Sarebbe stato scelto nel Ministero degli Esteri l’addetto spaziale italiano a Washington,ma il nome non sarebbe stato reso noto. Come mai?

 Da alcuni giorni, per quanto si apprenda da fonti informate, sarebbe stato scelto l’addetto spaziale italiano in Usa.
Come e’ noto, da una prima selezione sarebbero stati definiti 10  candidati, da cui, dopo un ulteriore passaggio a tre candidati sarebbe stato scelto l’addetto spaziale da parte  a livello di Ministro degli esteri
Ad oggi tuttavia  la nomina non sarebbe ancora stata resa nota.
Questa notizia è tuttavia precedente alla crisi di Governo apertasi il 13 gennaio 2021.
Ed ora?
0

Maurizio Martina lascia il PD e diventa Vice Direttore Generale della FAO.

0

“Sarà mantenuta dall’ESA la promessa per una nuova missione per Samantha Cristoferetti “. Lo afferma il Presidente dell’ASI Saccoccia.

L’ESA dovrebbe emettere  un nuovo bando con il quale saranno reclutati nuovi astronauti tra cui potrebbe rientrare anche una nuova missione per la trentina “AstroSamantha” , a conferma della promessa  fatta nella conferenza ministeriale dell’Agenzia spaziale europea (Esa) del 2019 a Siviglia.
Saranno rispettati gli accordi?
Si spera che l’Italia, terzo paese Pagatore in ESA alla fine abbia “qualche consolazione dopo le sconfitte subite recentemente proprio in ESA dove la nostra candidata alla Direzione Generale è stata esclusa anche per ragioni almeno a noi non del tutto chiare.
0

Un nuovo servizio europeo di monitoraggio via satellite dei movimenti del suolo o di infrastrutture come i ponti: vince la gara dell’Agenzia europea per l’ambiente il consorzio original con capofila E-Geos.

Come si apprende dalle Agenzie di stampa, il  consorzio ORIGINAL (OpeRatIonal Ground motion INsar Alliance) guidato da e-GEOS, azienda costituita da Telespazio (80%) e dall’Agenzia Spaziale Italiana (20%), si è aggiudicato il contratto quadro di servizio dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA) per l’implementazione dell’European Ground Motion Service (EGMS), un nuovo servizio nell’ambito del Copernicus Land Monitoring Service (CLMS).
Il contratto avrà una durata di 4 anni e un valore di circa 6 milioni di euro.
Il servizio sarà in grado di identificare e monitorare i movimenti del terreno a breve e lungo termine, sia causati da fenomeni naturali come la tettonica, il cedimento del suolo e gli smottamenti, sia innescati da attività antropiche come l’estrazione mineraria sotterranea. Allo stesso tempo, l’EGMS sarà in grado di rilevare i movimenti critici di infrastrutture quali ad esempio i ponti.
0

Un parco astronomico all’interno del centro di geodesia spaziale di Matera.

0

Agenzia spaziale italiana: molte sono le valutazioni positive dei media. Molte sono anche le autocelebrazioni, ma alcun dei programmi preventivati rischiano di essere tagliati perché a corto di risorse.

 

Sovente si leggono sui media nazionali valutazione rosee sulle attività spaziali nazionali e non mancano le autocelebrazioni da parte dei Vertici nazionali.
Se vogliamo tornare tuttavia con i “piedi per terra”, basta soffermarsi sul bilancio 2021 apparso sul sito dell’ASI il 12 gennaio 202I
La relazione tecnico-amministrativa  di accompagnamento è un documento molto chiaro che non lascia spazio ad interpretazione erronee: molti programmi sono suscettibili di tagli perché sono deficitarie le entrate. ( vedi deliberazioni del CDA dell’ASI)
Dalle tabelle si nota in modo evidente il netto calo delle entrate previsto attualmente per l’esercizio 2021 e 2022. Infatti, è a decorrere dall’esercizio 2021 che ha termine il finanziamento straordinario di cui alla legge di stabilità 2015 (confermato e/o modificato con la legge di stabilità 2016) ed in particolare il comma 175 che ha previsto per la partecipazione italiana ai programmi dell’Agenzia spaziale europea e per i programmi spaziali nazionali di rilevanza strategica un’assegnazione all’ASI di una cifra molto vicina al miliardo di euro in 5 anni. È necessario sottolineare che l’esiguità delle risorse, ha determinato un importante taglio delle attività legate a programmi di rilievo che non è stato possibile finanziare. Infatti, come sarà meglio evidenziato nel paragrafo dedicato alle spese, si è proceduto, per la quasi totalità delle iniziative, a finanziare unicamente le attività contrattualizzate e tutto ciò che è stato deliberato dal CdA a tutto l’esercizio 2020. Pertanto nessuna risorsa aggiuntiva è stata dedicata ai programmi. Per garantire il rispetto del pareggio di bilancio, sono state tagliate attività già finanziate ma non deliberate nel corso del 2020 per le quali non si è potuto confermare lo stanziamento dei fondi necessari. È stato quindi possibile inserire nel bilancio di previsione solo le attività rientranti nella quota vincolata dell’avanzo di amministrazione. 
Ci troviamo dunque di fronte ad una situazione finanziaria molto critica, almeno sembra.
Copyright © 2021 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald