0

30 maggio 2020: l’ESA compie 45 anni Presto la proposta di una candidatura italiana alla direzione generale dell’ESA ?

ll 30 maggio 1975  l’Esa (European Space Agency) è  stata costituita come fusione di due agenzie europee indipendenti, fondate nel 1964,  dedicate alle neonate attività spaziali: l’Eldo (European Launcher Development Organization) e l’Esro (European Organization for Space Research).
La prima, l’Eldo, fondata da sei paesi europei (Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, e Regno Unito) più un membro associato (Australia), aveva lo scopo principale di rendere l’Europa indipendente dalle due potenze spaziali dell’epoca (Ussr, Usa).
La seconda, l’Esro, fondata da 10 paesi europei (Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Danimarca, Spagna, Svezia e Svizzera) con lo scopo di effettuare lanci di razzi sonda per lo studio dell’alta atmosfera e posizionamento  in orbita di satelliti leggeri per scopi scientifici.
Sempre più si sta facendo strada l’ipotesi che l’Italia proponga in tempi btevi una candidatura alla direzione generale dell’agenzia spaziale  europea.
0

Piaggio aerospace:ad un passo dall’essere ceduta in mani estere?

Quale sarà la sorte di Piaggio Aerospace, una volta gioiello e orgoglio dell’industria aeronautica italiana? 

In questi giorni scade il termine per le manifestazione d’interesse all’acquisto dell’azienda.

Speriamo che non finisca alla fine in mani estere. non escluse quelle cinesi e statunitensi.

Farebbe gola il ricco portafoglio di ordini pubblici che negli ultimi mesi è stato liberato a favore di Piaggio Aero, sia sul fronte civile, con il P180, sia su quello militare, con il sistema del drone che prevede il completamento della certificazione e la fornitura del primo sistema.

0

Diventa sempre più solido il rapporto tra Italia e Stati Uniti nello spazio. Lo comprovano le autorevoli affermazioni di Fraccaro.

” Noi siamo forti nella costruzione dei moduli abitativi. per esempio potremmo competere a livello internazionale per costruire i primi moduli abitativi da mettere sulla luna. perchè non sarà più una dimostrazione se siamo capaci di andare sulla luna, ma se siamo capaci di vivere sulla luna. E quindi l’Italia si sta candidando per essere una nazione con le sue imprese in grado di costruire quei moduli, e permettere ad astronauti di andare a vivere e operare sulla luna. Sarà un cambiamento epocale: io credo che l’Italia ci debba essere, e il rapporto con gli Stati Uniti su questo è ovviamente fondamentale “

Queste sono le dichiarazioni testuali di Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e Presidente del Comint ( video al tempo 57 min e 18 sec)

Si possono evincere dal dialogo tra Luca Parmitano e Riccardo Fraccaro  nell’aperithink di Formiche ed Airpress per presentare il docu-film Starman con il produttore e autore Gianluca Cerasola e il direttore Flavia Giacobbe.

E’ un dato importante che rimarca come si stia facendo sempre più strada il consolidamento di una collaborazione asd ampio respiro strategico con gli USA.

0

Il prossimo Luglio la Tunisia va in orbita.

Nonostante continui ad imperversare la pandemia da Covid.19, la Tunisia  lancerà a luglio prossimo il suo satellite.

L’annuncio è dato da Agenzie di stampa africane.

Si tratta di un nanosatellite ” challenge one” che sarà lanciato dal cosmodromo di Baikonur, da TELNET Holding  con l’assistenza dell’organizzazione spaziale russa.

0

Si continua a parlare sui media del fatto che la pandemia da coronavirus fosse nota da novembre 2019.

Non sono bastate le scuse di Parmitano su Facebook ( ne abbiamo dato ampio risalto) per sopire polemiche e rumori.

Sull’argomento vi torna Difesa on line ‘argomento e nella conclusione di un lungo articolo si pone in evidenza quanto segue:

“A noi dispiace disturbare un concittadino come il colonnello Parmitano che gode della nostra stima e ammiriamo, ma il COVID-19 è arrivato a fare stragi di innocenti a marzo senza che le autorità avessero attuato alcuna forma di preparazione.”

Se ne interesserà il Copasir?

0

Il golden power e l’aerospazio

Si apprende che nella riunione del consiglio dei Ministri del 28 maggio 2020, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, ha svolto una informativa

”in merito a uno schema di decreto del presidente del Consiglio dei ministri di attuazione del comma 1-ter, dell’articolo 2, del decreto-legge 15 marzo 2012, n. 21, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 maggio 2012, n. 56, relativo alle norme in materia di poteri speciali sugli assetti societari nei settori della difesa e della sicurezza nazionale, nonché per le attività di rilevanza strategica nei settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni”.

Il provvedimento incentra l’attenzione sui  seguenti settori: energia; acqua; salute; archiviazione, accesso e controllo di dati e informazioni sensibili; infrastrutture elettorali; settore finanziario, compreso quello creditizio e assicurativo e infrastrutture dei mercati finanziari; intelligenza artificiale, robotica, semiconduttori, cybersicurezza, nanotecnologie e biotecnologie; infrastrutture e tecnologie aerospaziali non militari; approvvigionamento di fattori produttivi critici in ambito siderurgico e del settore agroalimentare; prodotti a duplice uso (civile e militare)”

. Lo schema sarà trasmesso alle competenti Commissioni parlamentari per il prescritto parere.

0

Viaggio a vuoto a Cape Canaveral di Trump per il lancio dello Space Dragon. Tutto rinviato. Ecco la cronaca della sequenza di lancio descritta in modo puntuale da Rodolfo Guzzi.

Tutto rinviato per la Nasa e per Trump. il lancio di Space X per il maltempo è rinviato.
“Sono momenti epocali per gli Usa Sto guardando Nasa live attraverso il canale ASI Tv. Mentre una parte del canale scruta entro la navicella che contiene i due astronauti Robert Behnken e Douglas Hurley, due veterani della Nasa, un’altra parte del canale racconta la storia dei lanci NASA. I due astronauti sembrano tranquilli, il casco alzato, aspettando il countdown finale.”
Ed ancora:
È un momento importante per l’America. Il “Commercial Crew Program” con l’obiettivo di coinvolgere le aziende spaziali private, per la creazione di nuovi sistemi di trasporto orbitali sta per inviare degli astronauti sulla Piattaforma internazionale ISS (International Space Station). Fino ad ora la NASA aveva fatto affidamento sull’agenzia spaziale russa Roscosmos, facendosi dare dei passaggi dai sistemi di trasporto orbitali Soyuz. Sin dal 2011, dopo la fine del programma Shuttle, tutti gli astronauti, statunitensi, italiani, tedeschi e di altre nazionalità avevano potuto raggiungere la ISS solo grazie a Roscosmos, i cui prezzi di missione sono fino a circa 80 milioni di dollari”.
0

Contratto ESA.-Airbus per il terzo modulo di servizio Europeo per il veicolo spaziale Orion della Nasa.

Si apprende che  l’Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha siglato, un contratto con Airbus per la costruzione del terzo Modulo di Servizio Europeo per il veicolo spaziale Orion della Nasa.

Porterà quattro astronauti in orbita con l’obiettivo di atterrare sul satellite naturale del nostro pianeta. Farà parte della  terza missione Artemis, se tutto andrà secondo i piani, dovrebbe portare gli astronauti sulla Luna nel 2024, nel corso del primo allunaggio dopo l’Apollo 17 e dopo una pausa di più di 50 anni.

Il Modulo di Servizio Europeo, come si legge proprio sul sito dell’Esa, “fornirà tutto ciò che è necessario per mantenere gli astronauti in vita durante il viaggio nel modulo abitativo: acqua, aria, propulsione, elettricità, una temperatura confortevole come anche funzionare da telaio per il veicolo spaziale”.

0

Direzione generale dell’ESA: vi sarà una candidatura italiana?

A partire da giugno prossimo si inizierà con  molta probabilità a discutere in ESA sul futuro riassetto organizzativo ed in primis sulla casella della direzione generale.

L’Italia dovrebbe avere le carte in regola per pretendere la direzione generale.

Ci si aspetta quindi che il Governo ed in particolare il Comint, ovvero il Comitato che detta la linea spaziale nazionale si muovano in tempe e propongano una candidatura solida , indiscutibile per competenza, professionalità ed esperienza internazionale.

Dovrà essere dunque  una proposta coesa all’insegna dell’unità.

0

Troppi affidamenti diretti assegnati dall’agenzia spaziale e mancanza di trasparenza sull’intera attività nazionale. Le osservazioni sono della Corte dei Conti nella sua ultima relazione al Parlamento. Ne era cenno nella precedente relazione?

Come è noto perché ampia ne è stata la diffusione da parte di media nazionali, neell’ultima relazione trasmessa al Parlamento significativi rilievi  sono fatti dalla Corte dei Conti sugli affidamenti diretti.

Ben 333, del valore di circa cento milioni di euro, l’87,5% del totale.

E un aspetto per cui i magistrati chiedono almeno maggiore trasparenza. “Pur comprendendo l’elevata e particolare specificità del settore aerospaziale e conseguentemente delle sue forniture – specifica la Corte dei Conti – la gran parte delle risorse finanziarie destinate a contratti per lavori, servizi e forniture, sia per consumi intermedi sia per l’attività istituzionale, risultano impiegate mediante affidamenti diretti”.

E’ sollecitata anche la pubblicazione sul sito istituzionale, nella sezione Amministrazione trasparente, dell’intera attività negoziale “posta in essere, senza eccezione alcuna”.

Siamo andati ad esaminare la precedente relazione con quella della Corte dei Conti trasmessa in Parlamento, ovvero quella relativa all’anno precedente.

Non sembra esservi cenno  sugli “eccessivi affidamenti diretti” e sulla carenza di trasparenza sulle procedure negoziali.

Come mai, queste repentine differenze? Forse non abbiamo eseguito una corretta comparazione?

Copyright © 2020 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald