0

L’aeronautica militare nel 2020 senza AstroSamantha che rassegna le dimissioni dall’Arma

 

.

E’ la notizia di San Silvestro!.
AstroSamantha lascia l’aeronautica militare per motivi personali ad oggi ignoti.
Insomma si potrebbe dire che l’Italia si è’ data tanto da fare per avere un volo per AstroSamantha che continuerà’ ad andare nello spazio senza piu’ appartenere all’arma.
0

Comparto aerospaziale:il neo Ministro dell’Università e della ricerca entrerà in campo e vorra toccare palla.Possibile mezzadria tra Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico

E’ ormai dal 2018, cioè dall’entrata in vigore lella legge 7/2018 sull’aerospazio che il MIUR non tocca palla ( si fa per dire )nel comparto aerospaziale.
Da quando infatti è stato istituito il Comint il dominus spaziale è stato il presidente del Comitato istituito a Palazzo Chigi: nel governo giallo verde gGiancarlo  Giorgetti ed in quello in carica  Riccardo Fraccaro.
In termini politici prima la Lega e poi il Movimento Cinque Stelle.
Nel MIUR prima Bussetti e poi Fioramonti  hanno inciso modestamente ( il secondo quasi nulla) nell’operatività del sistema spaziale.
Il primo  ha proceduto in termini di legge e formalmente alla nomina dell’attuale Presidente dell’ASI Saccoccia. Il secondo ha manifestato verbalmente grandi interesse al comparto spaziale, senza neanche partecipare alle sedute del Comint, né tanto meno alla delegazione italiana alka confereza interministeriale dell’ESA?
E’ probabile che la musica cambierà, anche perché vorrà esercitare maggiore influenza  nel settore il partito democratico che finora  è stato a guardare ( ad esempio Roberto Battiston fisico ed esponente del,PD fu estromesso da Presidente dell’ASI dal Ministro Bussetti nel 2019).
Insomma il neo Ministro Manfredi potrebbe far sentire la sua voce, alterando e non poco gli equilibri finora esistenti.
Tutto ciò sempre che il Governo non muti.
0

Deputati di Cinque Stelle in soccorso del CIRA: presentano un ordine del giorno a favore di un incremento delle risorse finanziarie del Centro di Capua.

Il 23 dicembre 2019 è stato presentato in Parlamento  il seguente ordine del giorno:

La Camera,
premesso che:
il Centro italiano ricerche aerospaziali (GIRA), con sede a Capua, è una società a prevalente partecipazione pubblica costituita nel 1984 per svolgere attività di ricerca nelle discipline aeronautiche e spaziali;
il CIRA è una società partecipata dall’Agenzia spaziale italiana (socio di riferimento), dal Consiglio nazionale delle ricerche, dalla regione Campania, da industrie e piccole e medie imprese del settore aerospaziale;
la missione del CIRA è di attuare il PRO.R.A., il Programma Nazionale di Ricerche Aerospaziali che prevede, secondo quanto disposto dal Decreto Ministeriale 24 agosto 1998 prot. n. 305/1998, lo svolgimento di attività di ricerca, sperimentazione, produzione e scambio di informazioni, formazione del personale nei settori aeronautico e spaziale da realizzarsi anche attraverso la partecipazione a programmi di ricerca europei ed internazionali; la realizzazione e la gestione delle opere, degli impianti, delle infrastrutture, dei beni strumentali e delle attrezzature funzionali a tali attività;
ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Ministeriale suddetto, il CIRA è destinatario di fondi pubblici erogati dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
nello Stato di previsione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per l’anno finanziario 2020 e per il triennio 2020-2022 il contributo dello Stato alle spese di gestione del PRO.R.A ammonta a circa 22 milioni di euro annui nel prossimo triennio;
l’attività del CIRA è incentrata sullo sviluppo di attività che costituiscano un asset fondamentale per l’industria aerospaziale nazionale ed europea, rappresentando inoltre un forte punto di sviluppo per tutta la provincia di Caserta,

0

Operativi missili ipersonici russi.

La Russia si è dotata di missili ipersonici.
E’ stato annunciato ufficialmente nei giorni scorsi  dal Ministro della difesa russa.
Si tratta di una nuova arma “invincibile” che Putin aveva già annunciato un anno fa, ovvero un missile in grado di raggiungere, secondo fonti ufficiali russe, una velocità nell’atmosfera di Mach 27, circa 33.000 chilometri l’ora.
E’ in grado di colpire qualsiasi obiettivo nell’arco di pochi minuti ed è in grado di  compiere veloci virate e cambiare repentinamente altitudine, divenendo così quasi impossibile da intercettare.
Sarebbe una risposta agli stati Uniti che si sono dotati di una nuova arma spaziale da aggiungere a quelle dell’esercito, della marina e dell’aeronautica.
0

Il neo ministro dell’università e della ricerca: un tecnico in salsa politica?

Come il Premier Conte ha annunciato in conferenza stampa la responsabilità di governo per scuola e ricerca torna a separarsi dopo 20 anni.
Alla guida dei due dicasteri, Istruzione e Università e ricerca, vanno la sottosegretaria grillina Lucia Azzolina e il rettore dell’ateneo Federico II di Napoli Gaetano Manfredi,secondo quanto si apprenda dalla stampa nazionale,  indicato dal Pd.
Il rettore dell’Università Federico II di Napoli e presidente della Conferenza dei rettori è peraltro anche fratello dell’ex deputato Pd Massimiliano Manfredi eletto alle elezioni politiche del 2013 alla Camera dei Deputati
Per completezza di informazioni si riporta qui di seguito anche  l’articolo de “il tempo” del 29 dicembre 2019 in ordine ai collaudi delle case dell’Aquila dopo il sisma abruzzese.
0

Finisce un ‘epoca. Dopo anni si torna ad avere due ministeri: uno per la scuola ed uno per l’università e la ricerca.

Dopo molti anni si torna indietro. Si sdoppiano le poltrone pe il comparto educazionale.
Una poltrona , quella della scuola, va alla Ministra Azzolina ed un altra , quella dell’Università e la ricerca, va al Presidente della Conferenza dei rettori  Gaetano Manfredi. ( per la cronaca, fratello anche di un ex parlamentare del PD.)
Lo ha annunciato il Premier Conte alla conferenza stampa di fine anno.
0

L’impegno dell’ex Ministro Fioramonti per la ricerca ed in particolare per l’aerospazio.

Dall’articolo de”La Verità” dell’ articolo di Francesco Bonazzi dal titolo: “Ma è colpa di Fioramonti se la ricerca è ferma”:
” Il sincero amore per la ricerca si è visto anche sul tema dell’aerospazio, dove anche grazie all’Unione Europea il budget è miliardario. In tre mesi + mezzo si è tenuto alla larga  dal comitato interministeriale. gestito dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro con il quale del resto  i rapporti erano a zero. E alle varie riunioni su  Agenzia spaziale e dintorni ha sempre mandato funzionari di seconda fascia, Ma come molti grillini, forse aveva difficoltà con i curriculum e le competenze”
E’ una posizione che riportiamo per dovere di cronaca.
0

Gli accordi di Leonardo (ex Finmeccanica) negli Emirati Arabi.

Secondo quanto si apprenda dalla stampa degli Emirati Arabi, il gruppo industriale di Leonardo estende la partnership con Strata Manufacturing di proprietà di Mubadala Investment.
Le due Società hanno esteso la propria associazione decennale ed  hanno firmato un memorandum d’intesa per collaborare nello sviluppo e nella fabbricazione di componenti aerostrutturali compositi.
0

Legge di stabilità 2020: i finanziamenti per la ricerca.

.

 
Le dimissioni del Ministro del MIUR Fioramonti sono ormai il tema del giorno: dimissioni tutt’altro che improvvise in aria da tempo, ma ancora non chiare nelle motivazioni, anche se ufficialmente sarebbero da ascriversi ad insufficienti finanziamenti nella legge di stabilità per la scuola, l’università e la ricerca.
Premesso quanto sopra sii ritiene utile in questo contesto fornire un compendio dei fondi previsti per la ricerca  dalla legge di stabilità 2020 approvata definitivamente dal Parlamento.
Questi sono i dati aggregati ugfficiali per la ricerca  pubblicati ormai ampiamenti dagli organi di stampa nazionale
Agenzia nazionale per la ricerca
Per potenziare la ricerca svolta da università, enti e istituti di ricerca pubblici e privati, viene istituita l’Anr, Agenzia nazionale per la ricerca, con un Fondo ad hoc con le seguenti   risorse – 25 milioni di euro per il 2020, 200 milioni per il 2021 e 300 milioni annui dal 2022 -( sono destinate, tra l’altro, a coprire le spese per il funzionamento e il personale della nuova agenzia).
Fondazione Human Technopole.
Intervento sulle attività della Fondazione Human Technopole, sui profili relativi alle facility infrastrutturali nei settori relativi a salute, genomica, alimentazione e scienza dei dati e delle decisioni, all’accesso alle facility, all’organizzazione periodica di una giornata aperta di confronto con la comunità scientifica e alla relazione periodica sulle attività svolte. 
Programmi spaziali.
Per il quinquennio 2020-2024, incrementate le somme assegnate nel 2019 in sede di ripartizione del Fondo per il rilancio degli investimenti delle amministrazioni centrali dello Stato e lo sviluppo del Paese, volte a garantire la prosecuzione del finanziamento dei programmi spaziali nazionali, in cooperazione internazionale e nell’ambito dell’Agenzia spaziale europea dal 2020.
Ricerca scientifica e pubblicità.
Sono esentate dal canone unico patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria le occupazioni effettuate da Stato, regioni, province, città metropolitane, comuni e loro consorzi per finalità di ricerca scientifica. 
Ricerca e scienze religiose al Sud.
E’ autorizzata  la spesa di un milione di euro annui per l’insediamento nel Mezzogiorno di uno spazio dedicato alle infrastrutture di ricerca nel settore delle scienze religiose e per incrementare, attraverso l’analisi e lo studio della lingua ebraica, la ricerca digitale multilingue per favorire la coesione sociale ed il dialogo interculturale.
0

Il Ministro del MIUR Fioramonti si dimette. A capo di un nuovo gruppo parlamentare?

Era nell’aria e noi invero lo avevamo anticipato qualche giorno fa.
Ora è ufficiale.  Il Ministro del MIUR si è dimesso e forse potrà anche capeggiare una nuova formazione politica, d’appoggio al premier Conte, ma a danno dei pentastellati.
Come successore al MIUR si fa il nome del senatore Morra. sempre del Movimento Cinque stelle. che nel passato tra l’altro si è anche distinto per le sue interrogazioni parlamentari non  molto tenere nei confronti di alcuni Enti di ricerca ed in particolare del CNR.
Nell’ipotesi  di una sua nomina si ipotizzano anche interventi non indolori nei confronti del frastagliato arcipelago della ricerca in cui sono in scadenza anche in alcuni casi nomine di Presidenti come nell’INAF,CNR, INGV e così via.
Vi saranno anche implicazioni per l’ASI?
Copyright © 2020 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald