0

CIRA, ASI, ed altro. Cumulo di cariche?

Torniamo sulla notizia data alcune ore fa della nomina di Maurizio Cheli a facente funzione come presidente del CIRA:
E’ vero che trattasi di una nomina temporanea in attesa del futuro presidente del centro di ricerca di Capua. ma  non bisogna dimenticare  tuttavia che Cheli ( consigliere del CIRA) è anche imprenditore ( vedi anche nostro precedente articolo) e da qualche giorno consigliere d’amministrazione dell’ASI.
E’ lecito domandarsi se ci troviamo  di fronte ad un cumulo di cariche anche se temporaneo.(tempo al momento indefinito) regolare.
E’ meglio porsi il problema oggi che dopo.
0

Esce un libro dell’ex Presidente dell’ASI Roberto Battiston.

.

Chi desideri leggere un libro  nelle vacanze spaziali vada in libreria e compri il libro dell’ex Presidente dell’ASI Roberto Battiston  dal titolo” Fare spazio, i miei anni all’agenzia spaziale italiana”Per chi sta vivendo l’avventura spaziale di questi ultimi giorni, si presenta come un libro molto attuale
.L’autore tra l’altro intervistato da “La Stampa (vedi rassegna stampa dell’ASI del 19/4/2019) si dice “sconcertato dall’incertezza in cui versa l’Asi e dalla lentezza con cui si sono definiti il nuovo presidente e il consiglio d’amministrazione. Per non parlare del fatto che il leader dell’Agenzia, incomprensibilmente, è stato escluso dal Comint, il Comitato interministeriale per lo spazio. «A confermare la confusione c’è stato l’addio del commissario straordinario Piero Benvenuti. Un messaggio franco e deluso». Ora è il turno di Giorgio Saccoccia, dirigente dell’Esa, e si aspettano nuovi colpi di scena.”
0

Teatro di guerra libico: monitoraggio dei satelliti italiani?

Il portavoce di Serraj, colonnello Mohammed Qnounou durante una conferenza stampa  ha annunciato che l’aeronautica governativa ha colpito le retrovie di Haftar e i convogli incaricati di provvedere al trasporto dei suoi rifornimenti. Ma si è lasciato sfuggire una battuta: “Abbiamo monitorato tutto con i satelliti”. Lo si apprende Africa Express Quali satelliti: quelli italiani. E’ una notizia  da non sottovalutare che, se confermata , assume una particolare importanza strategico militare. Cosa dice il Governo italiano al riguardo?
0

Maurizio Cheli Presidente facente funzioni al CIRA.

Si apprende dal sito internet del CIRA che, a seguito delle dimissioni di Paolo Annunziato, assume le funzioni di Presidente f.f Maurizio Cheli.
Si ricorda  che Maurizio Cheli, ex astronauta ed imprenditore è stato nominato recentemente consigliere d’amministrazione dell’ASI:
0

Gli scenari italiani post elezioni europei: riguardano anche il coordinamento spaziale presso Palazzo Chigi?

E’ ormai diffusa l’opinione di molti analisti, che dopo le elezioni europee il Governo giallo-verde possa andare incontro a qualche scossone o comunque ad eventuali rimpasti che tengano conto dei risultati elettorali.
In tale contesto rientrano anche possibili nuovi scenari. Tanto per citarne uno importante: un nuovo consigliere militare a Palazzo Chigi perché l’attuale potrebbe essere nominato capo di Stato Maggiore della Marina. anche se, (vedi quanto riferito dalla stampa nazionale) in queste ultime ore stia crescendo la tensione “militare” tra il Ministro dell’Interno e quello della Difesa con conseguenze anche sulle nomine militari.
Ne potrebbe risentire   ovviamente  anche l’ufficio spazio di Palazzo Chigi incardinato in quello dell’ufficio militare.
0

Cybersecurity spaziale : il workshop di Ostuni di Maggio prossimo.

Si terrà al Rosa Marina Resort di Ostuni dal 26 al 29 maggio prossimi, il workshop “Space Cybersecurity for Smart Cities” organizzato dal Distretto tecnologico aerospaziale assieme all’Agenzia Spaziale Italia e all’Agenzia Spaziale Europea. Vi parteciperanno soggetti pubblici e privati  che incentreranno l’attenzione  sul tema delle applicazioni di tecnologie che proteggono le comunicazioni e le trasmissioni di dati per le piattaforme satellitari, ai sistemi delle città intelligenti e della mobilità urbana.
Il workshop metterà insieme le esperienze e le proposte dei manager dei maggiori attori europei dei settori dello spazio e non, per discutere delle possibili cooperazioni in questi settori, in varie conferenze che si svolgeranno con la partecipazione di imprese, università ed enti di ricerca, esponenti istituzionali come nel caso del Ministero della Difesa e del Consiglio dei Ministri italiani, dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’Agenzia Spaziale Europea ed altri enti della Ue.
Ecco il comitato organizzatore: per il Technological Aerospace Cluster (Dta), Giuseppe Acierno, presidente, Giovanni Sylos Labini, consigliere di amministrazione, Fiorella Coliolo, event coordinator; per l’Italian Space Agency (Asi) Alberto Tuozzi, capo dell’unità di navigazione satellitare; per la Euroepan Space Agency (Esa) Luca del Monte, capo delle politiche industriali e Sme Division, Davide Giardino, politiche industriali e Sme Division.

0

 Ma quando si insedia il nuovo presidente dell’ASI?

 

Il tempo scorre! Da quando vi è stato il conclave del Comint del 9 aprile 2019, in cui è stata partorita l’anatra zoppa del Consiglio d’amministrazione dell’ASI ( assente ancora il componente del MEF), non è accaduto nulla a livello ufficiale.
Continua a governare il Commissario straordinario. Si parla di un incontro ufficioso con il personale dell’ASI immediatamente dopo Pasqua e nulla più. Tutto potrebbe  essere rimandato a Maggio per l’insediamento del consiglio d’amministrazione dell’ASI.
Di conseguenza slittano le decisioni importanti ed anche quelle sui nuovi assetti delle società controllate come il CIRA e sul nuovo direttore Generale dell’ASI.
Si  anche che si avranno idee più chiare dopo  l’esito delle elezioni europarlamentari.
Continuiamo a sperare nel governo del cambiamento!
0

Il Parlamento europeo approva il programma spaziale.

Si apprende che il Parlamento europeo ha definitivamente approvato, a larga maggioranza, il nuovo Programma Spaziale Europeo per gli anni 2021-2027.
Gli investimenti finanziati consentono  di portare avanti i programmi Copernicus, per l’osservazione della Terra, e Galileo, per la navigazione, entrambi gestitti da Commissione Europea e Agenzia Spaziale Europea (Esa).
“È un accordo vitale per il settore aerospaziale italiano – afferma  il relatore- l’eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini.
 £Un volano di sviluppo per economie dei territori, ma anche per la ricerca e sviluppo del nostro Paese”.
Sono dunque importanti investimenti che  favoriscono  la crescita economica e la creazione di nuovi posti di lavoro.
0

L’impiego delle Forze Armate al servizio del Paese.

Si apprende che qualche giorno fa si è tenuto  un importante  convegno sul “Duplice Uso Sistemico, impiego innovativo delle Forze Armate al servizio del Paese”,
All’incontro orientato ad illustrare le capacità della Difesa in supporto agli altri dicasteri, dipartimenti, agenzie dello Stato.“ sono intervenuti il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, il Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo, il Capo Dipartimento Protezione Civile Angelo Borrelli, Costantino Fiorillo del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Alfonsina Russo del ministero per il beni e le attività culturali.
0

Anche lo Spazio italiano è ammalato?

,

Da quando vi è stata l’ultima riunione del Comitato interministeriale per lo spazio in cui è stata definita la nuova architettura spaziale..non si è mossa foglia.

Il Commissario Straordinario è ancora al suo lavoro. Il neo presidente ha rilasciato un’intervista e nulla più ed il Consiglio d’amministrazione è ancora zoppo perché manca il componente designato dal Ministro dell’economia e finanze.

Il CIRA naviga in acque procellose e piovono interrogazioni parlamentari sulla sua gestione.

Una situazione dunque molto preoccupante ben compendiata dall’ultimo articolo de ‘L’Indro”in cui si parla  di manipolo ammalato di governismo.

Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald