0

Continua l’iter consultivo per il progetto di legge sul riordino spaziale.

.

La commissione affari costituzionali della Camera dei deputati ha espresso in sede consultiva per la X commissione il suo parere favorevole sul progetto di legge in materia di riordino spaziali.
Non è ancora stato completato l’iter consultivo della Commissione Cultura e della Commissione bilancio.
0

Presto la call pubblica del CNR per la nomina del Direttore Generale.

Si avvia la macchina procedurale del CNR per selezionare il nuovo Direttore Generale.
Sarà effettuata una selezione pubblica e nell’attesa sarà nominato un facente funzioni.
Molte saranno presumibilmente le candidature. molte delle quali supportate da padrini pokitici.
Ma quali? Dal momento che ormai siamo sotto elezioni politiche e tutti gli equilibri politici sono in subbuglio.
Noi abbiamo già fatto un nome in un precedente articolo.
0

Combattere la siccità dallo spazio: un progetto francese.

E’ partita la lotta alla siccità parte dalle nuvole, o quanto meno questo è l’obiettivo di un gruppo di studenti universitari francesi e dei loro razzi per “inseminare” le nuvole e provocare piogge mirate.
L’iniziativa viene portata avanti da studenti della facoltà di ingegneria di IPSA-Institut polytechnique des sciences avancées, e da studenti di biotecnologia dell’Università francese Sup’ Biotech in collaborazione con il Centre National d’Etudes Spatialise (CNES).
Si tratta  di un’innovativa soluzione di cloud seeding che utilizza batteri ecologici non pericolosi dispersi nell’aria per alterare i processi microfisici all’interno delle nuvole e generare la pioggia. Mediante l’utilizzo di un razzo che trasporta la sostanza batterica fino a 2.000 metri di altezza, il progetto ha l’obiettivo di indurre la pioggia in aree dove le precipitazioni sono scarse, contribuendo cosi’ a combattere la denutrizione e la fame causate dalla carenza di acqua.
0

Il Tar Lazio emette un’ordinanza interlocutoria in ordine ad un concorso bandito dall’ASI per il profilo tecnologo rinviando al 10 aprile 2018.

“Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis), assegna alle parti 30 giorni, decorrenti dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza, per presentare memorie vertenti sulla questione indicata nella parte motiva”.
Rinvia per la trattazione all’udienza pubblica del 10 aprile 2018.”
Questa è la conclusione  dell‘ordinanza interlocutoria in merito ad un concorso bandito dall’ASO per il profilo di tecnologo-
0

Lo spazio e l’etologia.

Probabilmente non è a conoscenza di tutti il fatto che il comitato tecnico scientifico dell’ASi sia presieduto da un etologo che peraltro succede ad un oncologo presidente del comitato scientifico precedente al tempo dell’ex presidente Saggese.
Ci aspettiamo che , se non altro per principio di recprocità, un esperto spaziale presieda un comitato di etologia.
Beninteso,nulla da eccepire sulla persona, accademico dei Lincei ed autorevole scienziato nonchèdirettore del reparto di Neuroscienze comportamentali del Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze dell’Istituto Superiore di Sanità.
0

Amaldi l’Italiano in scena a Piacenza

Piacenza diventa “capitale della scienza”: dal 29 novembre fino al 2 dicembre alcune iniziative porteranno in città, con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, scienziati, giornalisti e studiosi provenienti da tutta Italia e dall’estero.
 Il 29 novembre alle 21, al Teatro Gioia di Piacenza (via Melchiorre Gioia), andrà in scena “Amaldi l’italiano”
 Lo spettacolo, al quale ha collaborato per le fonti storiche e supervisione del testo Adele La Rana, è dedicato al grande scienziato  Edoardo Amaldi, nato a Carpaneto e vissuto a Roma, dove ha dato un grande e fondamentale contributo alla fisica italiana ed europea.
L’Auditorium della Fondazione ospiterà venerdì 1 e sabato 2 dicembre l’annuale assemblea dell’Unione Giornalisti scientifici italiani, cui sarà collegata anche una iniziativa formativa riservata ai rappresentanti dell’informazione.
0

Si dimette il Direttore Generale del CNR. Nuova nomina in vista.

Si apprende che il direttore generale del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Massimiliano Di Bitetto, si è dimesso dall’incarico. Invero le dimissioni si aspettavano da tempo richieste dopo  anche le vicende giudiziarie in cui  il Direttore generale risulterebbe coinvolto, secondo le informazioni apprese dalla stampa.
Ed ora? Il CNR non potrà restare molto tempo senza Direttore Generale.
I candidati ci sono ed un nome spendibile , secondo molti analisti degli Enti di Ricerca, potrebbe essere quello dell’attuale  direttrice generale dell’ASI che potrebbe cessare dall’incarico nei prossimi mesi con la scadenza del mandato dell’attuale Presidente dell’agenzia spaziale.
0

Secondo un atto ispettivo parlamentare l’ASI non ha le caratteristiche di terzieta’ Si chiede al Ministro Vigilante la revoca del mandato al Presidente.

E’ stato pubblicata oggi sul sito del Parlamento un’ interrogazione parlamentare in cui si chiede la revoca del mandato del Presidente.

Questo è’ il testo:

ALLASIA. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:

l’Agenzia spaziale italiana, nata nel 1988, è un ente pubblico nazionale vigilato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, che opera in collaborazione con diversi altri dicasteri;

in meno di due decenni si è affermata come uno dei più importanti attori mondiali sulla scena della scienza spaziale, delle tecnologie satellitari, dello sviluppo di mezzi per raggiungere ed esplorare il cosmo. L’Asi ha oggi un ruolo di primo piano tanto a livello europeo, dove l’Italia è il terzo Paese che contribuisce maggiormente all’Agenzia spaziale europea, quanto a livello mondiale. Ha infatti uno stretto e continuo rapporto di collaborazione con la Nasa, che la porta a partecipare a molte delle più interessanti missioni scientifiche degli ultimi anni. Uno dei progetti più affascinanti riguarda la costruzione e l’attività della stazione spaziale internazionale, dove gli astronauti italiani sono ormai di casa;

grazie all’attività dell’Asi, la comunità scientifica italiana ha ottenuto negli ultimi decenni successi senza precedenti nel campo dell’astrofisica e della cosmologia, contribuendo tra l’altro a ricostruire i primi istanti di vita dell’Universo, compiendo passi fondamentali verso la comprensione del fenomeno dei gamma ray bursts e delle misteriose sorgenti di raggi gamma. L’Asi ha dato inoltre importanti contributi all’esplorazione spaziale, costruendo strumenti scientifici che hanno viaggiato con le sonde Nasa ed Esa alla scoperta dei segreti di Marte, Giove, Saturno. E in tutte le principali missioni pianificate per i prossimi anni – da Venere alle comete, fino ai limiti estremi del nostro Sistema solare – ci sarà un pezzo di Italia;

l’Asi ha attualmente circa 200 dipendenti, e un budget annuale al 2016 di circa 1,6 miliardi di euro;

da quanto sopra richiamato si evince quanto tale ente sia importante e dia lustro al sistema Paese, inteso come indotto industriale e scientifico di altissimo impatto tecnologico, oltre a permettere la valorizzazione dei poli di ricerca universitaria;

il 24 novembre 2017 si è tenuta a Firenze la consueta manifestazione politica del Partito democratico, alla ex stazione della Leopolda;

nella giornata di sabato 25 novembre 2017 è stato pubblicato un tweet del segretario del Partito democratico, cui ha fatto seguito un’attestazione di apprezzamento da parte dell’Agenzia spaziale italiana, attraverso il suo profilo Twitter istituzionale, fatto che, secondo l’interrogante, risulta grave perché tali esternazioni non rispondono alla mission dell’istituzione –:

se il Ministro interrogato, alla luce di quanto rappresentato in premessa, non intenda assumere le iniziative di competenza per revocare l’incarico al presidente di Asi, essendo l’Agenzia, secondo l’interrogante, venuta meno in modo palese al ruolo di terzietà che dovrebbe essere proprio di una struttura pubblica così importante e il cui vertice, pur di nomina politica, dovrebbe agire per garantire che la stessa rappresenti l’intero sistema scientifico ed industriale del Paese.
(4-18631).

0

Alfano va in Australia ed inaugura anche una mostra spaziale.

 

Alfano chiude probabilmente il suo mandato di Ministro degli Esteri con il lungo viaggio in Australia.
Numerosi sono gli impegni e tra questi anche  il 28 novembre ad Adelaide quello dell’inaugurazione di una mostra  dell’agenzia spaziale italiana.
La missione australiana del ministro Alfano si concluderà con una serata di promozione all’Hotel Hilton alla presenza di rappresentanti delle istituzioni, del business e della cultura locali, che vuole essere vetrina delle eccellenze italiane, prevedendo tra l’altro una sfilata di moda e di gioielli e un video-messaggio dallo spazio dell’astronauta Paolo Nespoli.
 
 
0

L’industria aerospaziale a convegno al Lingotto di Torino.

L’industria aerospaziale e della difesa sarà protagonista, mercoledì e giovedì, dell’Aerospace & Defense Meeting, presso l’Oval del Lingotto di Torino.

Siamo  sesta edizione della business convention internazionale.
.L’ apertura di Aerospace & Defense Meetings, organizzato in collaborazione con la società francese Abe-Bci Aerospace, avverrà con una tavola rotonda sulla prospettiva italiana e piemontese nella strategia europea e internazionale di aerospazio e difesa. Ne discuteranno Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana e Alessandro Profumo, ad di Leonardo.

Copyright © 2018 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald