0

Il CNES ha un nuovo Direttore Generale. E’ una risorsa interna al CNES.

Lionel Suchet  succede nel CNES a Joel Barrè diventato direttore generali per gli armamenti.-
Suchet è stato finora Direttore per l’innovazione all’interno del CNES ed ha 54 anni
En charge de la nouvelle Direction de l’Innovation, des Applications et de la Science du Cnes depuis janvier 2016, l’ingénieur général de l’armement Lionel Suchet devient, à 54 ans, directeur général délégué du Cnes.
In un certo senso “mutatis mutandis” è l’omologo della Direttrice Generale dell’ASI.
0

Aziende private puntano all’estrazione di risorse fondamentali dagli asteroidi. Per molti è una violazione del Trattato sullo Spazio del 1967.

Importanti aziende statunitensi come, la Deep Space Industries, con sede in California, e la Planetary Resources, con sede nello stato di Washington, stanno lavorando attivamente per poter estrarre risorse dagli asteroidi.
L’obiettivo  principale è quello diè soddisfare le necessità dei viaggi nello spazio profondo, come l’acqua, il propellente per i razzi e i materiali da costruzione, che hanno costi proibitivi se trasportati dalla Terra.
Le prime misioni di prospezione potrebbero avvenire già entro la fine del 2020, mentre le missioni per testare la tecnologia in orbita bassa terrestre potrebbero essere  previste già da quest’anno.
Molti pensano però che questi progetti rappresentino una violazione del Trattato sullo spazio extra-atmosferico del 1967, che vieta di colonizzare corpi celestidi.
Infatti il Trattato definisce lo spazio come patrimonio di tutta l’umanità e vieta ai quasi 100 Stati che l’hanno ratificato di colonizzare i corpi celesti o di utilizzarli per operazioni militari.
0

E’ imminente la nomina del nuovo Amministratore della NASA?

Sembra proprio che Donald Trump abbia deciso.
Dovrebbe essere nominato, secondo fonti statunitensi,nuovo Amministratore della NASA Jim Brindenstime.
E’ dello Stato dell’Oklahoma  e proviene dell’aeronautica militare.
Deputy dovrebbe essere John Schumaker , attuale Vice Presidente dell’Aerojet Rocketdyne.
Soltanto conn le nomine ufficilali alla Nasa, si potrà capire la strategia futura della NASA ad oggi ancora molto incerta.
0

Perchè non usare i satelliti per il controllo dei flussi migratori nel Mediterraneo?

Sono mesi che scriviamo articoli su questo argomento, dandone notizia anche a rappresentanti del Parlamento.
Interviene anche in questi giorni l’Huffington Post che parla di eccellenze satellitari come il Cosmo- Skymed del tutto inutilizzate per il controllo dei flussi migratori?
Perchè ciò accada non si sa. E’ un vero mistero.
I satelliti sono costati più di un miliardo di eiro di euro al contribuente italiano. E’ bene ricordarlo.Quanto spreco di denaro pubblico!
Nessun commento da parter del Governo ed in particolare da parte del Ministero della difesa e del MIUR.
0

Novità dal CIRA?

 Anche al CIRA si riprende a lavorare a pieno regime dopo la pausa estiva.
Come sta andando il nuovo staff dirigenziale presieduto dal Dott. Claudio Rovai dal novembre 2016. (dopo l’esautoramento di Luigi Carrino) e dal nuovo Direttore Generale ing. Pier Luigi Pirrelli in carica dal 28 Aprile 2017( in sostituzione di Mario Cosmo dipendente dell’ASI, azionista di maggioranza del CIRA)?
Non si hanno notizie al riguardo, anche se non si escludono ancora difficoltà gestionali.
Intanto Rovai e Pirrelli, stando al sito internet dell’ELV continuano essere ai posti di comando della partecipata ASI nel campo dei lanciatori, rispettivamente come Presidente ed Amministratore Delegato della società.
Forse il sito di ELV non è aggiornato. In caso contrario. non è pesante il carico delle responsabilità dirigenziali in  due partecipate ?
Nel frattempo l’Ing Cosmo sarebbe tornato in ASI , senza specifiche responsabilità, almeno sembra, in attesa di un eventuale  comando esterno all’ESRIN, dove raggiungerebbe anche un ex respnsabile di Unità dell’ASI ormai dimessosi.
Attendiamo gli eventi!
0

Dall’aerospazio alla carne sintetica. Richard Branson e Bill Gates finanziano lo sviluppo della carne artificiale.

Richard Branson e Bill Gates, famosi finora per gli investimenti nell’industria aerospaziale (Branson) e per l’impegno filantropico (Gates) hanno deciso di unire le rispettive forze per finanziare un’altra innovazione: la carne artificiale.
Dunque i veri guadagni potrebbero venire un domani proprio dall’industia alimentare sintetica
Richard Brandson, fondatore della Virgin detiene  anche la Cargill Inc, una delle più grandi aziende agricole mondiali e diversi istituti di ricerca che potrebbero essere presto indirizzati verso il progetto. Per ora il problema principale è proprio il costo: la tecnologia attuale prevede, infatti, sia tempi di realizzazione estremamente lunghi che costi estremamente alti anche nel caso di un mercato molto più ampio rispetto a quello attuale, assolutamente minimo visto che il primo hamburger è stato servito nel febbraio 2016.
Un domani dunque niente più allevamenti intensivi, ma carne sintetica ricavate da cellule animali.
Saranno contenti gli animalisti, ma addio gusto.
0

Chi aiuta la Corea del Nord in campo missilistico?

Diventano sempre più insistenti le voci secondo cui la tecnologia aerospaziale e missilistica della Corea del Nord sia legata ad interventi e fornitura di Know How da parte dell’Ucraina.
E’ una tesi sostenuta da giornali nazionali ed internazionali, ma non tutti gli analisti sono d’accordo.
Vi potrebbe essere anche l’intervento di altri Paesi, magari in maniera non diretta?
E’ una vicenda complessa ancora non ben definita.
0

Ricerca italiana: più di 20 Enti pubblici.

Nel 2014 nella conferenza stampa  di presentazione della riforma della pubblica amministrazione, il Presidente del Consiglio dell’epoca e cioè Matteo Renzi parlò della presenza nello scenario della ricerca di oltre venti Enti di ricerca di cui molti con funzioni simili-
Non fu il primo a sostenere questa tesi, Anche il Ministro Profumo tentò di fare qualche accorpamento al riguardo.
Come al solito non è accaduto nulla. Le poltrone aumentano, anche con la proliferazione delle società partecipate. ed ogni Ente cura il proprio Ente o orticello.
Esempi? Nell’astrofisica, nella geofisica.
Per non parlare poi di Enti dove i dipendenti a volte sono inferiori in numero ai consiglieri d’amministrazione.
Il tutto con spreco di soldii e coordinamenti inadeguati.
Emblematiche sono le vicende anche della magnitudo dell’ultimo terremoto, quello di Casamicciola.
Al momento la presente legislatura non ha ritenuto provvedere, nè tanto meno i Governi che si sono succeduti.
Speriamo nella prossima!
0

Responsabile dell’Unità contratti: le alte competenze provengono dall’INFN.


 Il giornale di Assergi di alcuni giorni fa, come già riferito in questo blog. recitava:

” Ha sempre puntato in alto e questa volta ha spiccato il volo…da oggi la dott/ssa Luciana Gentile fa parte dello staff dell’Agenzia Spaziale Italiana di Roma, sarà la nuova responsabile dell’area contratti dell’ASI.
Lascia l’INFN, dove è stata responsabile del “Servizio Amministrazione” dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso fin dalla nascita della struttura e del Gran Sasso Science Institute nei tre anni di gestione INFN. Raggiunge in ASI il Direttore Generale dell’Ente la dottoressa Anna Sirica, già capo della Direzione Affari Amministrativi dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e il presidente dott. Roberto Battiston già presidente della Commissione Nazionale per la Fisica Astroparticellare dell’INFN.”
Notizie recentissime provenienti dall’ASI  confermerebbero che la dottoressa in questione sarebbe risultata prima nella graduatoria per l’assunzione della responsabilità dell’ufficio contratti.  ( All’interno dell’ASI non sarebbero state  dunquereperite adeguate competenze)
La Direttrice generale dell’ASi dovrebbe firmare in tempi rapidi il relativo decreto per la responsabilità dell’unità.

Insomma il giornale abruzzese, se la nomina è formalizzata, aveva proprio la palla  di vetro?

0

In orbita il primo satellite altoatesino. Per chi non lo sappia l’Alto Adige fa parte dell’Italia.

 

È partito nel giugno scorso dalla base spaziale indiana  di Sriharikota il primo satellite dell’Alto Adige”" realizzato da studenti e insegnanti dell’Istituto tecnologico in lingua tedesca “Max Valier” di Bolzano, sotto la guida di esperti internazionali in navigazione spaziale.
 A bordo  del satellite  c’era un telescopio a raggi X che ha inviato dati con l’aiuto di un trasmettitore radioamatoriale.
    Il progetto del primo satellite altoatesino è stato avviato nel 2008 sfruttando tutte le competenze a disposizione dell’istituto: l’impianto elettronico è stato affidato alle classi dell’indirizzo elettronica, la struttura meccanica è stata realizzata dalle classi di meccanica, mentre il gruppo che si è occupato dell’automazione ha sviluppato i metodi per l’analisi dei sensori e per determinare l’orientamento in orbita.
Complinenti  alla scuola di Bolzano! Ne sapeva qualcosa anche l’Agenzia Spaziale Italiana?
Forse qualcuno si dimentica che l’Alto Adige fa parte dell’Italia?
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald