0

La futurologia è ormai di moda. Se ne parla nella nuova associazione Casaleggio

 E’ nata , secondo quanto è stato annunciato dai media,l’Associazione Gianroberto Casaleggio”, con di“promuovere attività culturali, sociali, digitali, artistiche, ricreative” in continuità con “i principi che hanno animato il pensiero e l’azione di Gianroberto Casaleggio”
Nel primo incontro organizzato per l’8 aprile, a ridosso dell’anniversario della morte di Casaleggio, si parlerà di Futurologia il complesso di attività in cui si immaginano nuovi scenari , si anticipano nuove tendenze e  si concepiscono realtà future.che immagina“Gianroberto studiava costantemente il futuro ed era particolarmente interessato all’abilità di immaginare scenari, anticipare nuove tendenze e modellare realtà future.
Non si sa ancora bene la lista degli invitati. Vi sarà anche qualche esponente spaziale di spicco?
0

La NATO investe sull’informatica e sul controllo dei cieli?

E’ un momento difficile per la NATO alla ricerca di una più precisa identità in acque agitate condizionate da non buoni rapporti tra USA ed Unione Europea.
Cià nonostante la NATO  prevede di spendere 3 miliardi di euro per aggiornare i satelliti e la sua tecnologia informatica nei prossimi tre anni, per fronteggiare le nuove minacce
Da quanto si apprende i nuovi investimenti sono finalizzati a scoraggiare sia gli hacker sia a prevenire possibili minacce tra cui i missili iraniani, e sottolineano la crescente importanza data dalla Nato alla prevenzione di nuovi conflitti sia tramite la gestione delle reti informatiche sia tramite il controllo dei cieli.
Nello specifico 1,7 miliardi saranno investiti nel campo delle comunicazioni satellitari per meglio coordinare e controllare le truppe di supporto e le navi schierate dell’alleanza, oltre a favorire l’uso dei droni, i velivoli senza pilota e controllo remoto.
Ma chi pagherà? Per il momento non è stato specificato se i Paesi nato dovranno finanziare il nuovo satellite per le comunicazioni militari o se la spesa graverà sugli Usa.
0

Un lancio epocale: un satellite va in orbita mediante un vettore riutilizzabile.

Come era stato annunciato Space X  questa notte ha fatto passi da gigante, mandando in orbita un satellite geostazionario mediante il lanciatore Falcon 9 riutilizzabile.
Il  razzo riutilizzato (il primo stadio) per la precisione è atterrato in verticale per la seconda volta sulla piattaforma galleggiante.
Per dovere di cronaca è da segnalare che non è la prima missione in assoluto effettuata con un razzo “ricondizionato” in quanto  Blue Origin ha già fatto lo stesso con il New Shepard.
Ill Falcon 9 comunque  è in grado di effettuare (come nel caso di questa notte) missioni orbitali, decisamente più impegnative di quelle suborbitali della concorrenza: si trattava infatti della messa in orbita di un satellite della lussemburghese SES in orbita geostazionaria.
0

Cambierebbe qualcosa in ASI se si pervenisse all’approvazione del riordino prima della fine della legislatura?

Ecco qui di seguito gli articoli riguardanti l’ASI del nuovo testo su cui la Commissione Bilancio del Senato ha dato parere non ostativo:
Art. 4.

(Modifiche allo statuto dell’ASI)

1. Il consiglio di amministrazione dell’ASI provvede, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, ad apportare le necessarie modifiche allo statuto dell’ASI di cui al comunicato del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 90 del 19 aprile 2011, adottato ai sensi dell’articolo 3 del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n. 213, al fine di adeguare le relative norme alle disposizioni della presente legge.

Art. 5.

(Disposizioni transitorie)

1. I componenti degli organi dell’ASI, in carica alla data di entrata in vigore della presente legge, restano in carica fino al completamento dei mandati loro conferiti.
2. L’articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n. 213 è sostituito dal seguente: « 3. Il consiglio di amministrazione, nominato con decreto del Ministro dell’istruzione dell’università e della ricerca, sentito il Comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio e alla ricerca aerospaziale, è composto dal Presidente, proposto dal Ministro dell’istruzione dell’università e della ricerca e da altri quattro componenti, dei quali uno proposto dal Ministro degli affari esteri, uno dal Ministro della difesa, uno dal Ministero dello sviluppo economico e uno dal Ministro dell’economia e delle finanze.».
Il Presidente dell’ASI resta in carica, a noema di legge, fino alla scadenza del suo mandato cioè maggio 2018.
E’ evidente tuttavia come in ASI si aprirebbe tutto un nuovo scenario in cui diventerebbe indipendentemente dalla vigilanza dl MIUR, più stretto il rapporto con la Presidenza del Consiglio.

Insomma la carica di Presidente dell’ASI diventerà molto ambita nel futuro poltronificio governativo.

0

Il fondo ordinario 2017: all’ASI 533 milioni di euro.

  Ammonta a circa 1,7 miliardi di euro lo stanziamento per il 2017 del
FOE( il fondo ordinario per la ricerca)
All’Agenzia spaziale italiana andranno 533.006.976 euro, di cui

78.706.976 euro come assegnazione ordinaria, 430 milioni per attività di ricerca
a valenza internazionale (riferita, prioritariamente, alla contribuzione annuale
dovuta all’Agenzia spaziale europea per accordi internazionali, nonché per
programmi in collaborazione con ESA e programmi realizzati con leggi speciali),
300mila euro per progettualità di carattere straordinario e 24 milioni per progetti

bandiera e progetti di interesse.

0

L’esame del riordino delle attività spaziali procede al rallentatore.

Dopo il parere positivo espresso dalla Ragioneria dello Stato, in commissione bilancio del Senato  è proseguito  l’esame sospeso sul nuovo testo del riordino di legge sulle attività spaziali.
E’ stato approvato, ma è stato rinviato l’esame sugli emendamenti.
Più lentamente di così non si può!
0

Il disegno di legge sul riordino delle attività spaziali supera le forche caudine della Ragioneria Generale dello Stato.

 La ragioneria generale dello Stato si è espressa positivamente sul disegno di legge che prevede la riorganizzazione della gestrione delle politiche spaziali in Italia.
Spetterà pertanto alla Commissione Bilancio del Senato  dare parere favorevole al testo che dovrebbe riprendere dopo mesi di stallo il suo iter alla X commissione del Senato in sede referente per poi approdare in Aula.
Dopo di ciò potrà seguire il suo iter nell’altrpo rampo del Parlamento-
Si ricoda che il disegno di legge  ha l’obiettivodi confermare la Cabina di Regia per lo Spazio, trasformandola permanentmente nel Comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio e alla ricerca aerospaziale, che – guidato dal Primo Ministro – diventerà così responsabile in toto della politica spaziale nazionale.
Di conseguenza, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) sarà sotto la diretta responsabilità del Comitato e non più solo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università della Ricerca (MIUR), da cui oggi dipende.
0

Nel reame di Elon Musk nasce Neuralink per la simbiosi dell’intelligenza biologica con quella digitale.

Elon Musk è sempre più vulcanico: non solo i razzi riutilizzabili di Space X,la società Tesla per la produzione di macchine elettriche, i supertreni  Hiperlop  le capsule passeggerio, ma anche Neuralink.
Si tratta di una  nuova azienda  del tutto misterosa che avrà appunto l’obiettivo di arricchire il cervello umano di ingredienti sintetici come i cosiddetti ”lacci neurali”.
Andiamo dunque verso una nuova rivoluzione avviata già nel 2016 che riguarda il potenziamento della mente umana con l’intelligenza artificiale.
Meritano menzione ad esempio le startup che si occupano di questo argomento hanno raccolto oltre 5 miliardi di dollari: alcuni esempi ne sono Kernel, che punta alla conoscenza umana, ma anche cose del tutto diverse come Banjo, sorta di piattaforma di previsione su ciò che accadrà nel mondo in base ai segnali raccolti sui social network.
0

Stephen Hawking prossimo viaggiatore nelle vacanze spaziali.

Nei prossimi anni i voli spaziali saranno anche commerciali e i passeggeri disposti a sborsare cifre da capogiro potranno avere l’onore di osservare la Terra dallo spazio.
Branson, uno dei magnati che finanzierà “Virgin Galactic”, progetto per le “vacanze spaziali”, ha dunque offerto ad Hawking un posto per una missione.
Lo scienziato avrebbe accettato.
0

La Ministra Fedeli chiede chiarezza sui fatti del CNR denunciati da Report.

I gravi fatti accaduti nel CNR, riportati da Report hanno scosso La Ministra del MIUR:
Si apprende dal sito del MIUR infatti quanto segue:
“Non appena informata del servizio, esercitando i nostri poteri di vigilanza, ho chiesto al presidente Massimo Inguscio di attivarsi subito perché si possa fare piena chiarezza su quanto realmente accaduto e di informarmi al riguardo. Di fronte ad accuse come quelle emerse nel corso della trasmissione televisiva di ieri bisogna essere tempestivi e dare risposte esaustive”. Sottolineando “la totale fiducia nel ruolo della magistratura”, la Ministra ha aggiunto: “la massima trasparenza è d’obbligo anche a tutela dell’immagine del Cnr”.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald