0

Affari spaziali russi: Se ne interessa direttamente Putin.

 
Il presidente russo Vladimir Putin terrà si è incontrato recentemente.
Al momrento  non sono stati  diffusi i contenuti dell’incontro.
Comunque un fatto è certo: il presidente russo annette particolare importanza alla strategia spaziale  e se ne interessa personalmente.
0

Nasce l’agenzia spaziale delle Filippine.

Le Filippine avranno  prresto la loro agenzia spaziale.
La legge che la istituisce è  stata approvata  dalla Camera dei rappresentanti lo scorso dicembre e ora il verdetto passa al Senato.
Le Filippine hanno  già lanciato due microsatelliti di fabbricazione propria, denominati Diwata-1 e Diwata-2, rispettivamente nel 2016 e nel 2018.
 Le immagini da loro fornite  saranno utilizzate per il telerilevamento e per la ricerca. I microsatelliti vengono anche sfruttati, tra le altre cose, per raccogliere dati sui disastri naturali e su quelli provocati dall’uomo e per monitorare la vegetazione.
0

Pangaea : il programma di addestramento dell’ESA.

L’ESA punta alla Luna e per questo addestra astronauti  che dovranno camminare nel prossimo futuro sulla Luna.-
Per questo motivo sta portando avanti Pangaea, una serie di operazioni per mimare, già sulla Terra, le condizioni che la nuova generazione di moonwalker si ritroverà a gestire, e per collaudare tute spaziali.
Il training si tiene a Lanzarote.
0

Joint Venture tra OHB e IAI (Israeli Defense Contractor). Prevedibile un futuro ingresso di Israele in ESA?

La società aerospaziale tedesca OHB e IAI ( la pricipale industria aerospaziale israeliana) hanno firmato qualche giorno fa  un importante accordo  nell’ambito della strategia dell’ESA per l’esplorazione lunare.
La parte israeliana  si interesserà del rover lunare.
L’accordo che è stato sancito alla presenza del Direttore Generale dell’ESA assume una particolare valenza politica ed industriale e può rappresentare anche un valido trampolino di lancio per l’ingresso di Israele in ESA:
0

La Cina dà spazio ai privati nell’aerospazio.

Nella  complessa realtà industriale cinese emergono nuove società commerciali  dedicate all’aerospazio come  OneSpace e iSpace
 Le due start-up   istituite dopo il parere favorevole del governo cinese che ha deciso di portare avanti una politica di apertura verso l’iniziativa privata nel settore spaziale.  continuano ad affermarsi con l’obiettivo di effettuare il primo lancio orbitale a metà del 2019.
Lo scopo  è quello di  incentivare gli investimenti in aree di lancio specifiche, quali il telerilevamento e il lancio di satelliti commerciali.
0

E’ stato lanciato il satellite vietnamita MicroDragon.

Il 18 gennaio dal centro spaziale Uchinoura, in Giappone è stato lanciato il satellite vietnamita di telerilevamento MicroDragon  che rappresenta  per il Vietnam un ulteriore passo in avanti nel processo di progressiva apprensione e controllo della progettazione satellitare e della tecnologia di produzione in Vietnam
Questo satellite di rilevamento remoto, caratterizzato dalla sua forma cubica, del peso di 50 kg e una dimensione di 50 x 50 x 50 cm, raccoglierà i dati per il dipartimento di acquacoltura.
Monitorerà inoltre le aree marine per una migliore valutazione della qualità dell’acqua, individuerà le risorse acquatiche e monitorerà i cambiamenti ambientali.
La strategia spaziale del Vietnam nei prossimi anni è orientata a  a produrre satelliti per molteplici scopi, non solo quelli per osservare la Terra, ma anche per mettere in guardia contro i disastri naturali e per prevenire e combattere il cambiamento climatico.
0

Ottimi rapporti tra Italia e Brasile anche in campo spaziale.

Il ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha incontrato recentemente  il suo collega brasiliano Fernando Azevedo e Silva e lo ha ringraziato per la collaborazione che ha portato all’arresto di Cesare Battisti.
Tema centrale dell’incontro  tra i due è stata la comune esperienza di Peacekeeping, in Unifil e Onu, la valorizzazione delle eccellenze industriali italiane nel campo della Difesa navale, aeronautica, spaziale e dei mezzi blindati militari e civili. Di particolare interesse, durante la riunione, la proposta brasiliana di istituire un tavolo 2+2 Esteri e Difesa tra i due Paesi, per rafforzare il dialogo strategico, al fine di affrontare temi di interesse comune.

0

La commissione europea dispone ulteriori finanziamenti per il programma Copernicus.

La Commissione Europea ha deciso che il programma per l’osservazione della Terra Copernicus, avrà a disposizione altri 96 milioni di euro di finanziamenti per i prossimi due ann
La notizia è stata resa nota a Bruxelles durante l’11esima Conferenza sulla European Space Policy incentrata quest’anno sul tema ‘Space for Europe, European Space in the world’.
Soddisfazione al riguardo è stata espressa sia da Jan Woerner Direttore Generale dell’ESA sia daGiuseppe Morsillo, segretario generale dell’associazione di categoria Asd Eurospace.
0

Accordo spaziale tra Belgio e Lussemburgo sottoscritto in questi giorni.

Belgio e Lussemburgo sanciscono un accordo a Bruxelles  teso a  collaborare allo sviluppo di un quadro giuridico internazionale per l’esplorazione e l’utilizzo delle risorse spaziali.
L’accordo è stato sottoscritto da Didier Reynders, vice primo ministro, ministro degli affari esteri e della difesa del Regno del Belgio, e Etienne Schneider, vice primo ministro e ministro dell’economia del Granducato di Lussemburgo, in una dichiarazione congiunta.
A causa degli sviluppi tecnologici e dell’arrivo di nuovi attori, cresce l’interesse politico e commerciale nell’uso e nello sfruttamento delle risorse spaziali. Nelle fasi iniziali, – informa una nota stampa congiunta – lo sfruttamento delle risorse spaziali è destinato a coinvolgere la Luna e gli asteroidi vicini alla terra.
Molte risorse potrebbero essere sfruttate, come acqua, alluminio, cobalto, ferro e manganese. L’acqua è particolarmente utile in quanto può essere utilizzata direttamente dagli esseri umani, oltre che come propellente per le future missioni spaziali.
E’ ben noto d’altronde come uno dei Partner, il Lussemburgo, sia da anni dedicato ad approfondire la tematica delle estrazioni minerarie extraterrestri.
0

Progetti di ricerca industriale italo-indiani anche nel settore spaziale.

 

Si ha notizia cheil Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Ministero della Scienza e della Tecnologia del Governo dell’India e la Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica italiana, hanno pubblicato un bando per la raccolta di progetti di ricerca industriale congiunta, per lo sviluppo di prodotti o processi innovativi per specifiche esigenze o sfide del mercato.
Il bando è attivato  nell’ambito dell’Accordo sulla cooperazione scientifica e tecnologica tra la Repubblica dell’India e la Repubblica italiana, firmato a Nuova Delhi il 28 Novembre 2003 ed entrato in vigore il 3 novembre 2009,
Le aree per le quali è possibile presentare progetti congiunti sono le seguenti: Produzione e materiali avanzati – Aerospaziale – Tecnologie pulite (energie rinnovabili, acqua, ambiente) – Internet delle cose (mobilità intelligente, città intelligenti, produzione intelligente, agricoltura di precisione, etc.) – Tecnologie per i beni culturali
Copyright © 2019 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald