0

Slitta la decisione sul programma scientifico dell’ESA.

In ESA non è! Stata presa alcuna decisione in merito alla selezione della nuova missione  scientifica.

Si è’ ritenuto opportuno infatti non assumere decisioni definitive nel momento di cambiamento  nella direzione scientifica dell’ ESA, considerando che il rinvio dell’approvazione a dopo la nomina del nuovo Direttore Scientifico assicurerebbe un migliore  coinvolgimento e supporto  del Management alla  realizzazione della missione.

Ricordiamo che un obiettivo mai riuscito dell’italia era che il Direttore scientifico dell’ESA fosse italiano ( vedi anche un’ interrogazione parlamentare al riguardo)

 

0

L’Ucraina e’ ancora una potenza spaziale?

L’Ucraina può essere considerata una “potenza spaziale” solo formalmente.

Questo è’ il parere dell’Accademia russa.secondo cui  la cosmonautica ucraina è completamente un’eredità dell’Unione Sovietica, e dal momento del suo crollo è continuamente degradato. “L’attuale cosmonautica dell’Ucraina è un’ombra di ciò che era nel 1991″,

L’unica possibilità per lo sviluppo dell’industria spaziale ucraina era legato alla cooperazione con la Russia, ma dal 1992 le autorità hanno voluto una separazione in questo settore..

Di parere avverso e’ ovviamente  il governo ucraino secondo cui l’ Ucraina continua ad essere una potenza spaziale.

0

La Cina all’avanguardia nello spazio.

Presto, secondo le previsioni, la Cina scavalchera’ Usa, Russia ed Europa.

 

Si prevede anche entro il 2045 la creazione di un’astronave a propulsione nucleare “recuperabile”, un vecchio “sogno” dei sovietici prima e dei russi poi.

Il primo volo di questa astronave è programmatoper il 2040 ed entro questa data la Cina dovrebbe essere in grado dei sistemi per lo sfruttamento delle risorse naturali presenti negli asteroidi.

Inoltre, la Cina prevede di costruire entro il 2015 sia un «aereo spaziale recuperabile ed entro il 2035, «un missile ultra-pesante» in grado di trasportare nello spazio un carico di oltre 100 tonnellate.

Sempre entro il 2025 la Cina vuole passare a missili recuperabili  e diventare l il leader mondiale dell’industria aerospaziale prima del  2045.

La Cina  inoltre  nel 2020 vuole inviare un rover su Marte  con l’obiettivo di riportare sulla terra dei campioni si suolo marziano una decina di anni dopo.

 

0

Anche i satelliti alla ricerca del sommergibile argentino.

Mistero sempre più’ fitto sulla scomparsa del sommergibile argentino.

Tutti gli Staati partecipano ai soccorsi.

Si sono attivati anche gli Stati Uniti con l’intervento della Nasa.e dei suoi satelliti.

 

0

Sono sicuri i viaggi spaziali? Quali sono i rischi per gli astronauti? Un monito ad adottare prudenza prima di finanziare progetti per viaggi di lunga durata?

Le missioni spaziali di lunga durata possono alterare la struttura del cervello umano: le anomalie sarebbero legate all’aumento della pressione intracranica e ai problemi di vista sperimentati da alcuni astronauti.
Emerge da uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine dalla neuroradiologa Donna Roberts, della Medical University of South Carolina.
I risultati confermano che nello spazio si verifica un restringimento del solco centrale che nella corteccia cerebrale separa l’area frontale da quella parietale: l’alterazione interessa il 94% degli astronauti delle missioni di lunga durata, contro il 19% di quelli impegnati in voli di breve durata. Le immagini mostrano anche uno spostamento verso l’alto del cervello e un restringimento dello spazio tra la parte superiore del cervello e il cranio.
 Da questo stdio che sembra avere tutti i crismi della scientificità, emerge a nostro avviso come gli astronauti siano sostanzialmente delle cavie.
Sono studi che devono fare riflettere per il futuro in cui si programmano viaggi spaziali di lunga durata, colonizzazioni di Marte e così via.
 Insomma gli astronauti sono delle cavie?
0

Preoccupazioni per l’industria della difesa ed aerospaziale nazionale. Sarà sempre meno italiana e più francese?

Si addensano ombre sul futuro dell’industria della difesa e dell’aerospazio nazionale.
Ciè accade  dopo il tonfo in borsa di Leonardo che ha visto bruciare circa 2 miliardi di euro di valore azionario,
Si parla sempre più con insistenza  del possibile inglobamento del colosso italiano dell’industria militare e aerospaziale in un gruppo internazionale a guida della francese Thales.
Si va dunque verso una sempre minore italianità del settore aerospaziale?
Non è un problema soltanto di questi giorni.
Non dimentichiamo che  il primo contraente del mega programmo Cosmo. Skymed in cui i finanziamenti italiani sopno superiori al miliardo di euro vede come primo contraente Thales Alenia Space, specializzata in sistemi per satelliti, in cui Thales la maggioranza col 67% e Leonardo il 33%.
E’ vero anche che Telespazio ha posizioni invertite con Leonardo al 67% e Thales al 33%. Proprio oggi Thales Alenia Space ha siglato il contratto con ArianeGroup, primo contraente per Ariane 6, per la progettazione, lo sviluppo, la qualifica e la produzione del trasmettitore telemetrico del nuovo lanciatore europeo.
0

La Turchia collabora con il Giappone nel settore spaziale.

  La Tiurchia vuole rafforzare la propria partecipazione spaziale ed allo scopo le tende una mano il Giappone.Non lo fa più con l’aiuto dell’Europa con cui i rappporti non sono splendidi.
Grazie a questa cooperazione la Turchia consoliderà a tutti gli egffetti l’agenzia spaziale la cui costituzione è stata votata con largo consenso in Parlamento.
 Assume rilevo anche il fatto che il Presidente turco Erdogan abbia avuto recentemente un incontro con Elon Musk di Space X,
0

Arrivano le macchine volanti di Uber.

Grazie ad un accordo con la NASA, Uber realizzerà delle macchine volanti che saranno operative a partire dal 2020.
Uber ha infatti reso ufficiale il servizio di  trasporto aereo urbano che diverrà realtà a Dallas e Los Angeles.
Droni guidati da piloti, per ora, che hanno una velocità massima di 320 chilometri all’ora e sono in grado di trasportare passeggeri dall’aeroporto di Los Angeles a downtown in 27 minuti contro l’ora e venti necessaria usando un taxi tradizionale. La prospettiva è arrivare a pieno regime per i giochi olimpici di Los Angeles del 2028, avendo giù otto anni di servizio alle spalle collaudato sul campo.
0

La “spia” del Marocco è in orbita.

Nella sua terza missione del 2017 Vega ha messo in orbita il satellite MOHAMMED VI-A, un satellite per l’osservazione della terra realizzato da Thales Alenia Space e Airbus per il Marocco.
La missione è partita dal centro spaziale di Kourou, in Guyana francese, il 7 novembre alle ore 22:42 (le 02:42 dell’8 novembre in Italia).
Tutto perfetto come da programma.
0

ESA: cercansi medici.

Cercansi medici.
L’annuncio di lavoro è aperto fino al 4 febbraio del prossimo anno, mentre l’inizio della missione è previsto per novembre 2018.
E’ un lavoro sicuro e pieno di attrazioni . ma richiede grande spirito di sacrificio.
Infatti chi sarà assunto dovrà passare sei mesi nella stazione ‘Concordia’, situata in Antartide, a 3200 metri di quota ove la  temperatura può scendere fino agli 80°C sotto zero.
I medici che saranno assunti potranno restare a terra, ma dovranno saper resistere al freddo e ad un’oscurità quasi costante. Inoltre, per quei sei mesi non sono previste consegne di approvvigionamenti di alcun genere.
Copyright © 2017 — CesareAlbanesi.com | Site design by Trevor Fitzgerald